Edi­to­ria­le

SIA­MO CO­SÌ FO­CA­LIZ­ZA­TI SUL SUC­CES­SO DA NON CONCEDERCI IL CO­RAG­GIO DI SBA­GLIA­RE. MA È PRO­PRIO QUE­STO AD ALLONTANARCI DAL­LA REA­LIZ­ZA­ZIO­NE DEL NO­STRO GRAN­DE SO­GNO

Marie Claire Maison (Italy) - - SOMMARIO - di CIN­ZIA FE­LI­CET­TI

La crea­ti­vi­tà ri­chie­de co­rag­gio! Lo san­no be­ne i pro­ta­go­ni­sti di que­sto nu­me­ro di Mai­son, da Vin­cent Darré e Liu Bo­lin a Va­len­ti­na Gio­van­do.

La dia­mo un tu­ra re, pe­gna­ti con­cen­trar­ci si­de­ran­do­lo met­ten­do Os­ser­va­re sem­pre crea­ti­vi­tà ri­sul­ta­to fal­li­re) il a co­rag­gio scon­giu­ra­re il a pronto e una mon­do ta­ce­re (ri­schian­do sulla ha se le pa­le­stra uscia­mo rea­liz­za­zio­ne a sue il con de­mo­ti­var­ci. mo­ni­to un regole. di gli di di dal­la pre­sun­to spe­ri­men­ta­re oc­chi com­met­te­re vi­ta dell'im­pla­ca­bi­le Si no­stra del ("Sba­glian­do ma­ni­fe­sta stu­pi­ti Il po­ten­zia­le pe­ri­co­lo, fat­to com­fort di un sen­za è un che quando er­ro­re non si suc­ces­so. cri­ti­co bam­bi­no, la se im­pa­ra") riu­scia­mo cer­tez­za sia­mo o ci zo­ne, in­te­rio- ad­di­rit- con­ce- con- im- è di il a primo, La ne­si­ma ti, per dog­mi fi­lo­so­fia de­scri­ve­re po­ten­za, ir­ri­nun­cia­bi­le o bud­d­hi­sta aspet­ta­ti­ve, lo per­ché sta­to nu­tri­men­to di co­me liberi gra­zia par­la sug­ge­ri­to da che pre­giu­di­zi, di del­la "mente ci dal ve­de fe­con­di­tà mo­na­co del con­di­zio­na­men- ri­cet­ti­vi prin­ci­pian­te" Shun­ryu crea­ti­va. all'enSu­zu­ki-Ro­shi stro e la idea­ti­vo pra­ti­ca zen. sia nelle una Si è con­ver­sa­zio­ni do­te por­ta­ti in­na­ta, a cre­de­re pri­vi­le­gio sulla er­ro­nea­men­te me­di­ta­zio­ne di po­chi. Il che suo l'e- se­me sfor­mar­si al­ber­ga, in in una real­tà, pian­ta in ognu­no ri­go­glio­sa di noi. va in­naf­fia­to Ma af­fin­ché e con­ci­ma­to pos­sa tra­con sto nu­me­ro di­li­gen­te par­ti­co­lar­men­te pa­zien­za. Lo san­no ispi­ra­to be­ne di i Marie pro­ta­go­ni­sti Clai­re Mai­son, di que­dal neo­dan­dy de­co­ra­ti­vo surrealista Vin­cent Darré al­la re­gi­na del massimalismo Va­len­ti­na Gio­van­do, fino all'artista Liu Bo­lin, genio ca­ma­leon­ti­co. La mente, in con­clu­sio­ne, è co­me un pa­ra­ca­du­te: se non è "aper­ta" non ser­ve a nul­la...

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.