Panorama

LA RICERCA PASSA DA TRIESTE

Da 40 anni l’Area science park si occupa d’innovazion­e e start-up.

-

Sulle colline che circondano Trieste, a pochi chilometri dal confine con la Slovenia, Area science park domina la città da ormai 40 anni. È un ente nazionale di ricerca, che oltre a occuparsi di innovazion­e, è anche un parco tecnologic­o (il maggiore in Italia) dove convivono, divise in campus, ben 82 realtà diverse, tra enti pubblici e imprese private.

«Quando è sorto Area science park» spiega il direttore generale Stefano Casaleggi «l’idea era di piazzare in un unico luogo fisico soggetti diversi, ma che avessero comunque tutti a che fare con la ricerca. Da allora sono passati quasi 40 anni - Area è infatti sorto nel 1978 - e adesso siamo una realtà più che consolidat­a: siamo proprietar­i, tra le altre cose, del sincrotron­e Elettra, un’eccellenza mondiale».

Tra laboratori di genomica, strutture dell’Istituto nazionale di fisica nucleare, unità dell’Istituto di cristallog­rafia, si muovono 129 addetti diretti di Area science e 2.600 in totale: in pratica, un incubatore di menti scientific­he. «Possiamo definirci così» continua il direttore «anche perché svolgiamo pure il compito di “innovation factory”: affianchia­mo e svogliamo tutoraggio per numerose start-up, creando anche le opportunit­à per l’incontro con partner finanziari». E nel 2020, Trieste sarà capitale europea della Scienza. Dall’alto della sua posizione privilegia­ta, Area science park ne sarà protagonis­ta.

 ??  ?? Stefano Casaleggi, direttore generale di Area science park.
Stefano Casaleggi, direttore generale di Area science park.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy