Co­sa man­gia­re e co­sa no con­tro l’aci­di­tà

L’ali­men­ta­zio­ne è, a vol­te, ne­mi­ca del tuo sto­ma­co; ma al­tre vol­te ti vie­ne in aiu­to. Se­gui il pro­gram­ma che ti pro­po­nia­mo ed evi­te­rai i pro­ble­mi di aci­di­tà

Saper Vivere - - Sommario -

Il pia­no che dà sol­lie­vo al tuo sto­ma­co

Èun di­stur­bo di­ge­sti­vo fra i più fre­quen­ti. In­fat­ti, se­con­do i ga­stroen­te­ro­lo­gi il 30% del­la po­po­la­zio­ne sof­fre di aci­di­tà di sto­ma­co una vol­ta al­la set­ti­ma­na. È ve­ro che que­sta può es­se­re cau­sa­ta da un pro­ble­ma di er­nia ia­ta­le (pro­du­ce re­flus­so ga­stroe­so­fa­geo, ov­ve­ro, gli aci­di del­lo sto­ma­co ri­sal­go­no lun­go l’eso­fa­go pro­vo­can­do bru­cio­re), ma nel­la mag­gior par­te dei ca­si il prin­ci­pa­le col­pe­vo­le è ciò che man­gi. Non bi­so­gna di­men­ti­ca­re nem­me­no che l’obe­si­tà au­men­ta il ri­schio per­ché il gras­so nell’ad­do­me com­pri­me lo sto­ma­co e fa­ci­li­ta la ri­sa­li­ta dei suc­chi ga­stri­ci lun­go l’eso­fa­go. Ma al­lo stes­so mo­do in cui ciò che man­gi può pro­vo­ca­re aci­di­tà, l’ali­men­ta­zio­ne può es­se­re un’al­lea­ta per com­bat­ter­la. Per­ciò con­vie­ne sa­pe­re ciò che fa be­ne o ma­le al­lo sto­ma­co.

Al­tri fat­to­ri da evi­ta­re

Stress. Se non rie­sci a met­te­re da par­te i pro­ble­mi quan­do ti sie­di a ta­vo­la, può ve­ri­fi­car­si un ri­fles­so ner­vo­so in se­gui­to al qua­le au­men­ta­no i suc­chi ga­stri­ci del­lo sto­ma­co.

As­su­me­re an­ti­a­ci­di non è la so­lu­zio­ne. Stu­di re­cen­ti han­no di­mo­stra­to che abu­sa­re di que­sti far­ma­ci dan­neg­gia i re­ni.

Co­sì lo ri­sol­vi. Una vol­ta a ta­vo­la e quan­do hai il piat­to da­van­ti, chiu­di gli oc­chi, la­scia le brac­cia ai la­ti del cor­po e re­spi­ra due vol­te in mo­do lun­go e pro­fon­do. Ri­po­sa per qual­che se­con­do e ri­pe­ti. Il mo­do in cui man­gi cam­bie­rà.

Fa­re eser­ci­zio fi­si­co o an­da­re a let­to ap­pe­na do­po man­gia­to fa­vo­ri­sce la ri­sa­li­ta dei suc­chi ga­stri­ci ver­so l’eso­fa­go. Non bi­so­gna usa­re nem­me­no gli abi­ti trop­po ade­ren­ti per­ché com­pri­mo­no lo sto­ma­co e ren­do­no mol­to più dif­fi­ci­le la tua di­ge­stio­ne. Co­sì lo ri­sol­vi. Se hai bi­so­gno di fa­re un ri­po­si­no, sdra­ia­ti con la te­sta leg­ger­men­te sol­le­va­ta. Per evi­ta­re di sof­fri­re di aci­di­tà du­ran­te la not­te, ce­na al­me­no tre ore pri­ma di an­da­re a dor­mi­re. Co­sì da­rai tem­po al tuo sto­ma­co di svuo­tar­si.

At­ten­zio­ne ai f ar­ma­ci. L’aci­di­tà di sto­ma­co è mol­to fre­quen­te se si as­su­mo­no an­tin­fiam­ma­to­ri.

Co­sì lo ris ol­vi. Evi­ta­li per quan­to ti è pos­si­bi­le e se li as­su­mi fal­lo so­lo sot­to su­per­vi­sio­ne me­di­ca.

Al­col e ta­bac­co. In­de­bo­li­sco­no il car­dias, la val­vo­la tra sto­ma­co ed eso­fa­go, fa­vo­ren­do il re­flus­so.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.