Evi­ta l’ef­fet­to crun­ch

Di­co­no gli esper­ti che evi­ta­re di su­bi­re que­sto ef­fet­to è una del­le chia­vi per per­de­re pe­so.

Saper Vivere - - Salute Attiva -

Gli ali­men­ti che scroc­chia­no crea­no di­pen­den­za.

Ov­ve­ro, non si rie­sce a smet­te­re di man­giar­li. Suc­ce­de per­ché at­ti­va­no una zo­na del cer­vel­lo sen­si­bi­le al ru­mo­re e lo spe­ri­men­ta co­me un gran­de pia­ce­re.

Il ri­schio è pren­de­re di­ret­ta­men­te dal pac­chet­to.

Se tal­vol­ta hai vo­glia di chips, frit­ti, pa­ta­ti­ne e si­mi­li, ser­vi­ne un pu­gno in una cio­to­la io­to­la e as­sa­po­ra­li con tran­quil­li­tà. Se li pren­di dal sac­chet­to ne con­su­me­rai in­ve­ce di più. ù.

Ma puoi an­che usar­lo a tuo be­ne­fi­cio.

Scien­zia­ti dell’Uni­ver­si­tà Sta­ta­le del Co­lo­ra­do han­no sco­per­to che l’ef­fet­to crun­ch può es­se­re usa­to per non man­gia­re trop­po.

È sem­pli­ce co­me ascol­tar­si ma­sti­ca­re men­tre si man­gia.

Co­sì, an­nul­li la vo­glia di al­tri ali­men­ti, ed es­se­re at­ten­ti al ru­mo­re che si fa tri­tu­raan­do il ci­bo con i den­ti ren­de mol­to più co­scien co­scien­ti di ciò che si sta man man­gian­do. Pre­pa­ra ch chips di ver­du­re a al for­no, che scroc­chia­no e sa­zia­no.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.