«LE MIE ESPE­RIEN­ZE CON LE RA­GAZ­ZE SO­NO DELL’ADOLESCENZA: A QUELL’ETÀ NON SAI BE­NE CHI SEI»

Vanity Fair (Italy) - - NEXT -

dav­ve­ro re­la­zio­ni con al­tre don­ne. I suoi com­pa­gni uf­fi­cia­li, pe­rò, so­no tut­ti uo­mi­ni. «Per­ché le mie espe­rien­ze con le ra­gaz­ze ri­sal­go­no al tem­po in cui ero un’ado­le­scen­te, non mi co­no­sce­va nes­su­no al­lo­ra. A quell’età non sai be­ne chi sei, che co­sa vuoi. Ero con­fu­sa e non ero pron­ta a par­lar­ne con nes­su­no». Ades­so, in­ve­ce, sen­te di es­ser­lo? «Sì, per­ché la co­mu­ni­tà gay mi ha sem­pre sup­por­ta­ta, mol­ti dei miei fan so­no omo­ses­sua­li e qua­si tut­ti i miei mi­glio­ri ami­ci lo so­no. Mol­ti di lo­ro non sa­pe­va­no co­me fa­re co­ming out, mi chie­de­va­no con­si­gli. Pen­sa­vo: “So­no sta­ta an­ch’io quel­la ra­gaz­za”. Per que­sto ho vo­lu­to scri­ve­re una can­zo­ne per di­re al­le per­so­ne che bi­so­gna par­la­re aper­ta­men­te di omo­ses­sua­li­tà. Era que­sta la mia in­ten­zio­ne. So­no sem­pre mol­to one­sta nel­le mie can­zo­ni». Mi rac­con­ta qual­co­sa dei bra­ni dell’al­bum che non ab­bia­mo an­co­ra ascol­ta­to? «Ve­dia­mo: On­ly Want You è un’al­tra can­zo­ne d’amo­re. Ha pre­sen­te quan­do si sen­te di aver fi­nal­men­te tro­va­to la per­so­na che sa­rà al tuo fian­co per il re­sto del­la vi­ta? Cash­me­re, in­ve­ce, parla di ses­so. Sei sta­ta a ca­sa di un uo­mo e quan­do vai via la­sci il ma­glion­ci­no co­sì hai una scu­sa per ri­chia­ma­re: “Pos­so pas­sa­re da te a pren­der­lo?”. Soul Sur­vi­vor è il bra­no più pro­fon­do. Rac­con­to il mio “viag­gio” co­me es­se­re uma­no. Tut­to quel­lo che mi ha por­ta­to fin qui». Men­tre Fir­st Ti­me Hi­gh è sul­la dro­ga? «Sem­bre­reb­be ma no, de­scri­ve di co­me ti sen­ti nei pri­mi due me­si che stai con una per­so­na di cui sei in­na­mo­ra­ta. La fa­se “lu­na di mie­le”, quan­do sei tal­men­te su di gi­ri che ti sem­bra di es­se­re “fat­to”». Lei è an­che un’at­tri­ce e il pros­si­mo an­no do­vreb­be­ro usci­re due suoi nuo­vi film: Won­der­well con Car­rie Fi­sher e Po­ké­mon De­tec­ti­ve Pi­ka­chu. «So­no due pro­get­ti com­ple­ta­men­te di­ver­si. Il pri­mo è un pic­co­lo film in­di­pen­den­te. Ho ado­ra­to la­vo­ra­re con Car­rie, quan­do ho sa­pu­to che era mor­ta non ci po­te­vo cre­de­re. È suc­ces­so co­sì all’im­prov­vi­so. Del se­con­do non pos­so an­ti­ci­par­le mol­to, pos­so so­lo dir­le che mi so­no di­ver­ti­ta da mo­ri­re. Ado­ro i film per bam­bi­ni».

In que­sta pa­gi­na: abi­to, Ch­ri­stian Dior. San­da­li, Giu­sep­pe Za­not­ti De­si­gn. Orec­chi­ni, Swaro­v­ski. Pag. 53: abi­to, Cha­nel. Bo­dy in tul­le stret­ch, Te­ze­nis. Orec­chi­ni, Bu­tler & Wil­son. Pag. 54: abi­to, Re­demp­tion. Orec­chi­ni, Ra­cil. Pag. 55: abi­to, Guc­ci. Orec­chi­ni, Ap­ples & Figs. Pag. 56: abi­to, Gior­gio Ar­ma­ni. Orec­chi­ni, Bu­tler & Wil­son. Anel­li, Swaro­v­ski. Pag. 57: mi­ni abi­to, Miu Miu. Orec­chi­ni e brac­cia­li, Bu­tler & Wil­son. Anel­li, Swaro­v­ski. Pag. 58: abi­to, Emi­lio Puc­ci. Orec­chi­ni, Ra­cil. Anel­li, Eli­za­be­th and Ja­mes.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.