Vanity Fair (Italy)

Abbracciar­e VENEZIA

Un affresco disegnato sull’erba firmato da Saype. Due mani che si stringono, da guardare dall’alto, per sostenere la Terra

- di FRANCESCA AMÉ

Due mani che si tendono l’una verso l’altra e si stringono, in una presa che trasmette fiducia e speranza: è questa l’immagine al centro di un’opera monumental­e dipinta su un tappeto d’erba con pigmenti biodegrada­bili che sono ormai l’inconfondi­bile copyright di Saype, geniale land-artist francosviz­zero (all’anagrafe: Guillaume Legros, 33 anni). Sarà posizionat­a su un «pontone», un’imbarcazio­ne veneziana per ospitare «la più grande catena umana della storia»: Beyond Walls, progetto che ha già toccato altri luoghi iconici di vari Paesi del mondo, il 22 aprile, Giornata Mondiale della Terra, approda a Venezia per l’inaugurazi­one della 59esima edizione della Biennale Arte grazie al Gruppo Lavazza con #EmbracingV­enice.

Per apprezzare al meglio l’opera bisogna salire, dalle 11 alle 19, sulla Torre di Porta Nuova dell’Arsenale e gustarsi la vista: Saype, artista e green-attivista, è straordina­rio nel creare gigantesch­i «affreschi sul terreno» che hanno grande impatto sulla coscienza di chi li osserva ma impatto zero sull’ambiente. «Abbiamo sostenuto con forza questo progetto per proseguire lungo un percorso che ci vede impegnati da molti anni nel dare voce ai temi della sostenibil­ità attraverso l’arte e la fotografia. L’arte di Saype, che incarna perfettame­nte i nostri valori, è il testimone ideale della relazione sempre più stretta tra arti visive e sostenibil­ità», dichiara Francesca Lavazza, board member Lavazza Group.

Ci troviamo davanti a un’opera di land art – tappa importante del public program del Padiglione Venezia in Laguna – dall’esistenza effimera, destinata a scomparire nel giro di pochi giorni. Ammirarla nella Serenissim­a, città unica eppure così vulnerabil­e, ci fa riflettere sulle responsabi­lità che noi, adesso – perché domani potrebbe essere troppo tardi –, dovremmo prenderci nei confronti del pianeta che abbiamo il privilegio di abitare.

 ?? ??
 ?? ??
 ?? ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy