Vinile Monografie

CINQUEMILA­QUARANTATR­E

- Vito Vita

PDU, 1972

Fiume azzurro / Vorrei averti nonostante tutto / Io ti amavo quando / È proprio così, son io che canto / Suoneranno le sei / Le mani sui fianchi / La mia carrozza / Cosa penso io di te / Delta Lady / È mia… / Parole parole

Anticipato da Parole parole, celebre duetto con Alberto Lupo sigla di Teatro 10 pubblicata su 45 giri ad aprile, il nuovo Lp di Mina prende il titolo dal numero di catalogo ed è uno dei suoi migliori, sia per il repertorio che per gli arrangiame­nti che vedono la definitiva affermazio­ne di Pino Presti, a lungo bassista dell’orchestra di Augusto Martelli e da poco subentrato come arrangiato­re. Le uniche due canzoni di cui non si occupa sono Parole parole, arrangiata dal coautore Gianni Ferrio, e Suoneranno le sei, bel testo italiano di Giorgio Calabrese per Balada para mi muerte di Astor Piazzolla, che Mina aveva cantato in originale a Teatro 10 nella puntata del 14 maggio 1972 accompagna­ta dall’accordeon suonato dall’autore: ed è proprio il grande musicista argentino a occuparsi della realizzazi­one musicale del brano, sicurament­e il più riuscito del disco. L’unica cover brasiliana è Menina di Paulinho Nogueira, resa in italiano (È mia) da Calabrese, che traduce anche Hey Mister, That’s Me Up On The Jukebox di James Taylor, (È proprio così, son io che canto). Alla penna di Carole King si deve You’ve Got A Friend , del cui testo italiano si occupa Paolo Limiti, che la trasforma in Io ti amavo quando. Delta Lady, successo di Joe Cocker scritto da Leon Russell, viene invece proposta in lingua originale. Tra gli inediti, Fiume azzurro di Luigi Albertelli ed Enrico Riccardi è scelto per la promozione, ma non esce su 45 giri se non in un’edizione per i juke-box.vorrei averti nonostante tutto di Alberto Testa, Danilo Vaona e Virca (alias Virginio Capitini) e Le mani sui fianchi di Gian Franco Reverberi e dell’ex Flippers Romolo Forlai sono belle canzoni, mentre sottotono appaiono Cosa penso io di te e La mia carrozza. Curata la parte grafica realizzata da Luciano Tallarini, con una copertina in vari colori, alcuni cerchi tagliati che fanno vedere le tre buste interne intercambi­abili e nell’ultima il foglio con i testi e una foto di Mina: effetto che si è perso nelle ristampe a busta unica.

 ?? ??
 ?? ?? Mina e Alberto Lupo a Teatro 10: Parole parole è il duetto dell’anno.
Mina e Alberto Lupo a Teatro 10: Parole parole è il duetto dell’anno.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy