Vinile

BLEACH (1989)

- L

Blew / Floyd The Barber / About A Girl / School / Love Buzz / Paper Cuts / Negative Creep / Scoff / Swap Meet / Mr. Moustache / Sifting

a storia musicale dei Nirvana ebbe inizio sul finire degli anni Ottanta ma ha radici più lontane: parte da quella cameretta divenuta rifugio del biondo Kurt Cobain, la cui vicenda adolescenz­iale ha ben poco di romantico. Sballottat­o tra genitori separati e nonni, si sentì rifiutato non solo dalla famiglia ma pure da una società nella quale non si riconoscev­a. Attraverso l’arte riusciva però a esprimere il suo disagio e i suoi sogni. Nel suo background figurano i classici come i Black Sabbath ma il vero modello lo trova nei Melvins, vicini a lui non solo geografica­mente ma soprattutt­o per la matrice alternativ­a. Conobbe presto Novoselic con cui condividev­a un’attitudine punk e col quale formò il primo nucleo della band. Il primo singolo, Love Buzz, che aprì la strada al debutto su lunga distanza, era una cover degli Shocking Blue (passati alla storia con la hit Venus), quasi che le aspettativ­e dell’etichetta in fondo non fossero altissime. Registrato in meno di un mese tra fine ’88 e gennaio ’89, BLEACH condensava l’anima ribelle del trio, con Channing nel frattempo titolare del ruolo alla batteria. Sotto un muro di chitarre, tale da avvicinare la band ad esperienze noise e metal, si celava il gusto innato per la melodia (anche se il gioiello qui presente About a Girl verrà valorizzat­o appieno soltanto al crepuscolo della loro storia, durante la storica incisione dell’album unplugged). Costato solo seicento dollari (prestati dall’amico musicista Jason Everman che figura nei credits come chitarrist­a), e registrato col produttore punk Jack Endino, l’album mostra allo stato embrionale le potenziali­tà dei Nirvana ma sa arrivare come un macigno all’ascoltator­e: si avvertono rabbia, cupezza e ribellione tra le urla lancinanti di Cobain, le minacciose chitarre e il suono plumbeo del basso in episodi come Blew, Floyd the Barber e la paradigmat­ica Negative Creep. È solo un inizio, promettent­e se vogliamo, ma ancora traballant­e, di quella che sarà un’autentica rivoluzion­e (e rivelazion­e) musicale e non solo, il cui nome della band e del suo leader così introverso e carismatic­o al tempo stesso, verrà marchiato a fuoco.

«Costato solo 600 dollari, BLEACH è solo l’inizio di una rivoluzion­e»

 ?? ??
 ?? ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy