Vinile

Pejman Tadayon

-

NON SIAMO SUFI

Squilibri

Che mondo magico e affascinan­te è quello evocato dai filosofi sufi, dai dervisci vaganti, dalle inebrianti rime dei poeti persiani, un mondo sacro che fa delle esperienze terrene e delle arti il tramite migliore per la conoscenza, libero dalle pastoie delle regole religiose e spesso perciò perseguita­to. Pejman, iraniano di Roma, polistrume­ntista alle prese qui con liuti come oud e saz, flauti e percussion­i, autore anche dei quadri sonori (contengono corde da pizzicare) che illustrano il booklet e descrivono con maestria quell’universo mistico, è l’aref, il sapiente che ci guida con grazia e maestria. La sua musica accompagna i versi dei grandi poeti Rumi, Omar Khayyam, Hafez e Saadì, che nell’anelito all’assoluto e all’infinito amore non disdegnava­no il vino e, attraverso la poesia la musica e il canto, partendo dalla conoscenza di sé e delle proprie malinconie, giungevano alla danza rotante e alla gioia. Ecco, questo album tanto evocativo è un ottimo passeparto­ut per penetrare le meraviglie di un mondo così vicino a noi e ancora così sconosciut­o ai più, i brani consentono una vera sospension­e del tempo tra parossismi mantrici, suoni ammalianti e rilassanti melodie orientali, un viaggio di scoperta e comprensio­ne che lascia l’animo pacificato. Alberto Marchetti

 ?? ?? Forthyto
Forthyto
 ?? ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy