quel­le co­me noi,

Un team crea­ti­vo al fem­mi­ni­le, la gioia di la­vo­ra­re in­sie­me. La nuo­va mai­son COLVILLE met­te in pri­mo pia­no le emo­zio­ni. E il sen­so di co­mu­ni­tà.

VOGUE (Italy) - - SOMMARIO - Di LU­KE LEIT­CH

di Lu­ke Leit­ch

Il trio com­po­sto da Mol­ly Mol­loy, Kri­stin Forss e Lu­cin­da Cham­bers (ri­spet­ti­va­men­te wo­men­swear, men­swear e sty­li­st, sor­ta di idea­le ma­gne­te) si è di­ver­ti­to un mon­do a la­vo­ra­re in­sie­me ai tem­pi di Marni; tant’è che quan­do il lo­ro pe­rio­do al­la mai­son si è con­clu­so po­chi me­si fa, le si­gno­re han­no de­ci­so di crea­re qual­co­sa di nuovo. Co­sì è na­to Colville, brand con ba­se a Mi­la­no e una pro­spet­ti­va in­ter­na­zio­na­le e “fem­mi­no­cen­tri­ca” che de­ve il suo no­me al­la via di Londra do­ve abi­ta­va Da­vid Hoc­k­ney. La pri­ma col­le­zio­ne si fa no­ta­re per abi­ti e ac­ces­so­ri che co­niu­ga­no prag­ma­ti­smo e fan­ta­sia. Per Cham­bers, la pro­du­zio­ne di Colville si di­stin­gue per la gioia e l’al­le­gria ti­pi­che del lo­ro rap­por­to crea­ti­vo. «Ci pia­ce la­vo­ra­re in­sie­me: ognu­na ha ca­pa­ci­tà dif­fe­ren­ti e ri­co­no­sce i pun­ti di for­za del­le al­tre, è sta­to sti­mo­lan­te e na­tu­ra­le al­lo stes­so tem­po, una ve­ra e pro­pria pro­gres­sio­ne». Qua­le la­cu­na del mer­ca­to spe­ra­no di col­ma­re? «Nes­su­na: c’è sem­pre spa­zio per le nuo­ve idee. Se creiamo qual­co­sa che ci pia­ce, sen­za com­pro­mes­si, là fuo­ri ci so­no ab­ba­stan­za don­ne for­ti che si iden­ti­fi­che­ran­no con noi, ca­pi­ran­no quel­lo che fac­cia­mo e vor­ran­no in­dos­sar­lo». Seb­be­ne que­sta mai­son sia no­vel­li­na nel mer­ca­to, gra­zie al pe­di­gree del­le di­ret­tri­ci crea­ti­ve si è ac­ca­par­ra­ta col­la­bo­ra­to­ri di no­te­vo­le ca­li­bro. Vic­ki Sar­ge per una li­nea di gio­iel­li e Ste­phen Jo­nes per i cap­pel­li. «Tut­ti so­no sta­ti ge­ne­ro­si con Colville, da­gli sti­li­sti agli ami­ci, al­la gen­te. È sta­to bel­lis­si­mo sen­ti­re il lo­ro ca­lo­re. Non è per que­sto che lo si fa, ma quan­do suc­ce­de è pre­zio­so». Quel sen­so di ca­lo­re e af­fi­ni­tà, di co­mu­ni­tà, è ciò che Colville spe­ra di tra­sfon­de­re ne­gli abi­ti. «La rea­zio­ne emo­ti­va al mo­del­lo è fon­da­men­ta­le. È l’emo­zio­ne che si pro­va quan­do si sce­glie un ca­po e su­bi­to te ne in­na­mo­ri, lo fai tuo. Per noi ciò che con­ta è la gioia pu­ra di quel­la rea­zio­ne».•

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.