il fu­tu­ro è in­clu­sio­ne,

Da pre­si­den­te di una mul­ti­na­zio­na­le co­sme­ti­ca a IM­PREN­DI­TRI­CE di un brand in­die che non scen­de a com­pro­mes­si. Pro­prio co­me lei.

VOGUE (Italy) - - CONTENT - di Sa­mi­ra La­rou­ci

Quan­do Sue You­cef Na­bi – in­ge­gne­re bio­chi­mi­co ed ex pre­si­den­te di L’Oréal – ha fat­to ar­ri­va­re il fat­tu­ra­to del­la mul­ti­na­zio­na­le fran­ce­se a 2,3 mi­lio­ni di eu­ro e, su­bi­to do­po, ha la­scia­to azien­da e carica, tutti gli oc­chi era­no pun­ta­ti su di lei e sul­la sua mossa suc­ces­si­va. Co­sì è na­to Or­ve­da, brand di skin­ca­re su­per­lus­so, ve­ga­no, cruel­ty e gen­der free. «L’obiet­ti­vo era crea­re pro­dot­ti di qua­li­tà su­pe­rio­re, con le for­mu­la­zio­ni mi­glio­ri e gli at­ti­vi più ef­fi­ca­ci. Era la mia sfida, non mol­to con­di­vi­sa nel set­to­re all’epo­ca e pro­ba­bil­men­te nem­me­no og­gi», spiega Na­bi. Do­po il boom di skin­ca­re “in­die”, di fra­gan­ze su mi­su­ra e di ma­gna­ti del­la bel­lez­za fat­ta in ca­sa, Or­ve­da non po­te­va ar­ri­va­re in un mo­men­to mi­glio­re.

«In un pe­rio­do in cui i con­su­ma­to­ri si cre­do­no tutti esper­ti di skin­ca­re, si è fat­to spa­zio per la nascita di brand me­no im­por­tan­ti. Brand crea­ti da im­pren­di­tri­ci donne o “gen­der fluid”, da blog­gers ma anche da per­so­ne sen­za ba­si eco­no­mi­che, ma con una co­no­scen­za pro­fon­da del set­to­re che vo­glio­no con­di­vi­de­re. Que­sto non sa­reb­be po­tu­to suc­ce­de­re 20 an­ni fa. Nes­sun co­los­so lo avreb­be per­mes­so». Se il fo­cus è sul­la tra­spa­ren­za e l’ef­fi­ca­cia «il ge­ne­re non con­ta». E Or­ve­da non scen­de a com­pro­mes­si: con un pack so­ste­ni­bi­le e un prez­zo in sin­to­nia con la con­cen­tra­zio­ne de­gli at­ti­vi «è ve­ra­men­te il brand del fu­tu­ro. Per­ché il fu­tu­ro è in­clu­sio­ne. È ef­fi­ca­cia. È il giu­sto equi­li­brio tra ri­sul­ta­ti vi­si­bi­li e for­mu­le tra­spa­ren­ti e si­cu­re. Il fu­tu­ro è im­pren­di­to­ri che fan­no quel­lo in cui cre­do­no. Può non es­se­re fa­ci­le e, a vol­te, anche mol­to dif­fi­ci­le (al­cu­ni di­co­no im­pos­si­bi­le!), ma vale la pe­na pro­var­ci». •

Qui a fian­co. Sue You­cef Na­bi. Il brand da lei crea­to, Or­ve­da, si­gni­fi­ca “Ori­gin of Ve­da” per­ché si ispi­ra alla me­di­ci­na Ayur­ve­di­ca. Sot­to. The Hea­ling Sap di Or­ve­da è to­ni­co e sie­ro, 2 in 1. As­si­cu­ra 8 ore di idra­ta­zio­ne.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.