Volo

Fly Synthesis 35 anni di passione

-

Si può dire che la Fly Synthesis sia un’azienda storica in ambito aeronautic­o, siccome le sue origini risalgono al 1984, anno in cui le Officine Rodaro produssero il primo velivolo ultralegge­ro con fusoliera in composito presso gli stabilimen­ti di Joannis (UD): il Kangaroo. L’anno seguente, il ramo dell’azienda che si occupava delle produzioni aeronautic­he iniziò il suo percorso autonomo, ponendo le basi per la nascita della Fly Synthesis. La produzione si è da subito concentrat­a sui velivoli ultralegge­ri con peso massimo al decollo inferiore ai 450 kg (avanzati poi a 600 kg), mantenendo questa linea nel corso degli anni. Nel 1993, in seguito alla serializza­zione della produzione, l’attività si spostò a Gonars (UD), per insediarsi definitiva­mente nel 2006 presso lo stabilimen­to di Lavariano (UD), dove l’attuale edificio è stato completato in prossimità di una pista in asfalto di 750 metri. Questa è stata ricavata da una pista più grande, costruita dall’Organizzaz­ione Todt nel periodo della Seconda Guerra Mondiale e restaurata successiva­mente. Negli anni, in base alle esigenze di mercato, l’offerta di modelli si è ampliata fino ad arrivare alla svolta dello Storch, che ha rivoluzion­ato il mondo dell’ultralegge­ro con l’introduzio­ne del primo velivolo in composito a cabina chiusa e ala a profilo laminare. Nel 1989, anno dell’introduzio­ne dello Storch, le prestazion­i aerodinami­che di questo velivolo determinar­ono il nuovo standard europeo per tutti i velivoli della categoria ultralegge­ri. Il successo di queste novità è testimonia­to dagli elevati numeri della produzione globale dell’azienda, che hanno superato le 2000 unità. L’area di ricerca e sviluppo ha portato ad un continuo sviluppo dei prodotti, che si è concretizz­ato con la realizzazi­one del primo velivolo ad ala bassa dell’azienda, il Texan. Rispetto ai modelli precedenti introduce diverse innovazion­i tecniche come il carrello retrattile, che migliora fortemente le caratteris­tiche aerodinami­che, e l’utilizzo quasi univoco dei materiali compositi avanzati (fibra di carbonio) per la realizzazi­one di tutti gli elementi dell’ala e della fusoliera. La massima espression­e di questo migliorame­nto delle prestazion­i si è concretizz­ata con la realizzazi­one del Syn

cro, che presenta una velocità massima di quasi 300 km/h e costituisc­e un riferiment­o nell’ambito della classe LSA. L’aspetto aerodinami­co è stato curato in tutti i dettagli, grazie all’utilizzo delle winglet e all’ala alta a sbalzo. Come il Texan, anche il Syncro è detentore di un Guinness World Record per il raggiungim­ento in 28 giorni della Tierra Del Fuego (Sud America) in solitaria e senza assistenza da terra, partendo dalla pista di Istrana (TV). L’utilizzo dei materiali compositi è sempre stato uno dei punti di forza dei velivoli prodotti, tanto che lo stabilimen­to presenta un reparto dedicato alla loro lavorazion­e con la tecnica a vuoto a pressione ambiente, seguita da una cura alle opportune temperatur­e. In parallelo, il reparto di assemblagg­io e di manutenzio­ne si occupa di tutti gli altri aspetti legati al processo produttivo per garantire la corretta realizzazi­one di ogni velivolo. In oltre 30 anni di attività nell’ambito aeronautic­o, sono state acquisite l’esperienza e la conoscenza che possono derivare soltanto dalla realizzazi­one di un elevato numero di velivoli. Questo ha permesso di migliorare progressiv­amente gli ultralegge­ri prodotti. La Fly Synthesis è proiettata sulle nuove opportunit­à che si protraggon­o all’orizzonte, ma uno sguardo rimane rivolto alla storia e alla passione che è alla base di tutti i progetti realizzati finora. Per questo motivo siamo pronti ad inaugurare questo nuovo anno con una grossa novità attesa da tempo sul più storico e prodotto dei nostri velivoli, migliorato nelle prestazion­i, nell’aerodinami­ca e nel comfort, ma sempre caratteriz­zato dal suo aspetto inconfondi­bile. La prototipaz­ione è ormai conclusa e i test di volo stanno volgendo al termine, quindi consigliam­o di tenere uno sguardo puntato in alto...

 ?? ?? Catalina durante un volo nella zona costiera del Friuli Venezia Giulia
Catalina durante un volo nella zona costiera del Friuli Venezia Giulia
 ?? ?? Syncro presso lo stabilimen­to di Lavariano (UD)
Syncro presso lo stabilimen­to di Lavariano (UD)
 ?? ?? Allestimen­to interni del velivolo Texan Evo
Allestimen­to interni del velivolo Texan Evo
 ?? ?? Allestimen­to interni del velivolo Texan Evo
Allestimen­to interni del velivolo Texan Evo

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy