AC­QUA PO­TA­BI­LE EX­PRESS

Wired (Italy) - - TEST -

Cal­do. Tem­po di gi­te fuo­ri por­ta, ma an­che di viag­gi più im­pe­gna­ti­vi: in que­sti ca­si, tro­va­re da be­re può es­se­re un pro­ble­ma. L’Hi­ker Pro di Katadyn è un fil­tro che ren­de po­ta­bi­le an­che ac­que tor­bi­de e un po’ spor­che. Per di­mo­strar­lo, ab­bia­mo piaz­za­to il con­dut­to­re di

nel­la Dar­se­na di Mi­la­no, per de­gu­sta­re la sua ac­qua fil­tra­ta. dell’as­sag­gio. E qui, con quat­tro vo­ti su quat­tro, il giu­di­zio è ine­qui­vo­ca­bi­le: il sa­po­re fa schi­fo. In­ten­dia­mo­ci: fa schi­fo co­me fa­reb­be schi­fo un me­di­ci­na­le, per­ché la sen­sa­zio­ne è di be­re dell’amu­chi­na (non mol­to) di­lui­ta. Ma si sa, in con­di­zio­ni estre­me, quan­do l’ac­qua scar­seg­gia, si be­ve quel che c’è. «Mi sem­bra un ot­ti­mo pro­dot­to, uti­le per chi, in viag­gio, non ha a di­spo­si­zio­ne ac­qua po­ta­bi­le, sen­za con­ta­re che que­sto fil­tro si può uti­liz­za­re an­che per ri­pu­li­re ac­qua che ma­ga­ri ti spac­cia­no per po­ta­bi­le ma chis­sà co­sa con­tie­ne», sot­to­li­nea lo sho­w­man.

Da un pun­to di vi­sta tec­ni­co, Hi­ker Pro non è ma­ga­ri un pro­dot­to pro­fes­sio­na­le de­di­ca- to agli escur­sio­ni­sti, ma il suo rap­por­to qua­li­tà-prez­zo lo ren­de uno dei mi­glio­ri con pic­co­le quan­ti­tà di ac­qua da trat­ta­re. E gra­zie al­la tec­no­lo­gia a 0,2 mi­cron fil­tra se­di­men­ti, bat­te­ri e ci­sti (bleah). Vi­rus? So­lo in al­cu­ni ca­si. Quin­di, per ac­que mol­to spor­che, me­glio pun­ta­re su mo­del­li più evo­lu­ti. Co­stan­ti­no con­clu­de: «Io, per si­cu­rez­za, a Pe­chi­no Ex­press me lo porto die­tro». E se ne va sor­seg­gian­do, con l’abi­tua­le ele­gan­za, il suo drink chi­mi­co.

Ac­qua po­ta­bi­le in po­chi se­con­di

Sa­po­re e odo­re “chi­mi­ci”.

WI­RED

TI­RED

Ex­press Pe­chi­no

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.