laRegione

Daniel Koch: ‘Riempire gli stadi è sicuro’...

-

La decisione lampo del governo britannico di permettere – su pressione dell’Uefa che minacciava in caso contrario di spostare da Londra le partite – la presenza di almeno 60’000 persone allo stadio Wembley (più di due terzi della capienza, contro le 40’000 permesse nella fase a gironi) per le semifinali e la finale dell’Europeo ha fatto discutere, ma a difesa di tale scelta è sceso in campo anche il consulente medico della manifestaz­ione dell’Uefa, lo svizzero Daniel Koch.

«Avere più persone negli stadi, non significa automatica­mente avere un rischio maggiore», ha dichiarato l’ex responsabi­le della Divisione malattie trasmissib­ili dell’Ufficio federale della sanità pubblica. «I tifosi che si recheranno alle partite seguiranno delle procedure severe per viaggiare e per entrare nel comparto. 20’000 o 60’000 persone in un’arena non fanno necessaria­mente la differenza, «piuttosto dipende dalla situazione locale e dalle misure di protezione in vigore».

Newspapers in Italian

Newspapers from Switzerland