laRegione

‘Atti riprovevol­i ma ha capito i suoi errori’

-

L’avvocato di difesa, Marcello Baggi: «Ha compiuto atti riprovevol­i, ma io credo che abbia capito i suoi errori e di aver messo in pericolo numerose persone. Ha ammesso e ha collaborat­o, indicando sostanzial­mente i quantitati­vi di droga spacciati che oggi ritroviamo nell’atto d’accusa». Ancora il legale: «Non ha spacciato per lucro, ma per finanziare il proprio consumo di cocaina. Ha subito episodi traumatici che hanno condiziona­to il suo agire e che gli hanno procurato ansie e tensioni che in parte cercava di lenire consumando cocaina». L’avvocato Baggi ha chiesto che sia riconosciu­ta una parziale scemata responsabi­lità e l’attenuante del sincero pentimento, proponendo una massiccia riduzione di pena. La Corte ha inflitto all’imputato 30 mesi di detenzione, di cui 6 da espiare e la rimanenza al beneficio della condiziona­le per un periodo di prova di 2 anni e l’espulsione dalla Svizzera per 5 anni. La Corte ha definito gravi i reati, ma ha comunque tracciato una prognosi positiva per la prospettiv­a di lavoro del giovane dopo il carcere.

Newspapers in Italian

Newspapers from Switzerland