Ita­lian SPA Awards: ec­co tut­ti i vin­ci­to­ri

Area Wellness - - Sommario - Di Gior­gio Bar­to­lo­muc­ci

Ri­ce­ve­re un pre­mio fa sem­pre mol­to pia­ce­re. So­prat­tut­to se ad as­se­gnar­lo so­no una giu­ria di esper­ti qua­li­fi­ca­ti e un pub­bli­co am­pio di fre­quen­ta­to­ri di SPA e Cen­tri Be­nes­se­re. Si po­trà es­se­re più o me­no d’ac­cor­do con i ri­sul­ta­ti, si po­trà so­ste­ne­re quan­to sia dif­fi­ci­le tro­va­re una giu­ria ve­ra­men­te im­par­zia­le, op­pu­re che non esi­sto­no cri­te­ri real­men­te og­get­ti­vi per va­lu­ta­re la bel­lez­za, ma in ul­ti­ma ana­li­si, la dop­pia ani­ma del no­stro pre­mio è riu­sci­ta a crea­re un si­ste­ma di con­trap­pe­si che ci fan­no con­si­de­ra­re i vo­ti e giu­di­zi re­gi­stra­ti suf­fi­cien­te­men­te obiet­ti­vi. Ri­co­no­sce­re in ma­nie­ra obiet­ti­va e lon­ta­na da con­flit­ti di in­te­res­se è sta­to il prin­ci­pio gui­da che ot­to an­ni fa, quan­do ideam­mo l’ita­lian SPA Awards, il pri­mo e uni­co pre­mio in Ita­lia che ri­co­no­sce la qua­li­tà del­le strut­tu­re be­nes­se­re, ci con­vin- se ad at­tri­bui­re ai clien­ti il di­rit­to a giu­di­ca­re. Era il 2010, e da al­lo­ra de­ci­ne di mi­glia­ia di per­so­ne sco­no­sciu­te han­no espres­so la pre­fe­ren­za per quel­le SPA che, a lo­ro pa­re­re, in Ita­lia rap­pre­sen­ta­no le ve­re ec­cel­len­ze. Nel tem­po, poi, per as­se­gna­re gli Ita­lian SPA Awards e no­mi­na­re le Be­st Ita­lian SPA si è pas­sa­ti dal vo­to per po­sta a quel­lo via mail, con la no­stra ri­vi­sta nel ruo­lo di scru­ta­tri­ce in­di­pen­den­te. Per il 2017 so­no sta­ti ri­ce­vu­ti 3216 vo­ti, co­sì di­stri­bui­ti nel­le 3 ca­te­go­rie (De­sti­na­tion SPA 1050 per Z54 strut­tu­re; Me­di­cal SPA 812 per 25 strut­tu­re; Ur­ban SPA, 1354 per 44 strut­tu­re). È evi­den­te che l’of­fer­ta nel campo del well­ness è mol­to più am­pia, con mi­glia­ia di strut­tu­re che si ado­pe­ra­no giorno do­po giorno per cre­sce­re e pre­va­le­re sul­la con­cor­ren­za, Ma non sta a noi con­vin­cer­le a sot­to­por­re la pro­pria can­di­da­tu­ra per vin­ce­re un Ita­lian SPA Award. Mol­te si pre­oc­cu­pa­no so­lo di ga­ran­ti­re ai pro­pri ospi­ti i mi­glio­ri ser­vi­zi fra ac­co­glien­za, ten­den­ze e trat­ta­men­ti. Le­git­ti­mo e com­pren­si­bi­le. Co­mun­que quel­lo che è cer­to che per par­te­ci­pa­re non si pa­ga nul­la, e che la giu­ria è di fat­to in­di­pen­den­te e co­no­sce la mag­gior par­te del­le strut­tu­re­più im­por­tan­ti in Ita­lia. Per­ché ag­giu­di­car­si il pre­mio? Per­ché an­che l’al­ber­go o il cen­tro be­nes­se­re, più af­fer­ma­ti pos­so­no si­cu­ra­men­te av­van­tag­giar­si dal­la vit­to­ria di un award, na­zio­na­le o in­ter­na­zio­na­le, il cui im­pat­to co­mu­ni­ca­ti­vo è di­ret­ta­men­te pro­por­zio­na­to al­la cre­di­bi­li­tà e al­la fa­ma del pre­mio stes­so. Come si par­te­ci­pa? È mol­to sem­pli­ce: in­vian­do a in­fo@area­well­ness.it la pro­pria can­di­da­tu­ra cor­re­da­ta da 5 fo­to e fa­cen­do­si vo­ta­re du­ran­te il 2018 dai pro­pri clien­ti.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.