Bu­da­pe­st co­me Bay­reu­th

Dal Pon­te del­le Ca­te­ne sul Da­nu­bio la mo­der­na Pe­st si uni­sce all’antica Bu­da sfi­dan­do il tea­tro wag­ne­ria­no in un fe­sti­val uni­co che pre­sen­ta il“Ring” in­te­gra­le e il “Par­si­fal”

Classic Voice - - VIAGGI MUSICALI -

Due cit­tà in una. Que­sta è l’af­fa­sci­nan­te Bu­da­pe­st, la ca­pi­ta­le un­ghe­re­se che vi­ve di due ani­me di­vi­se da un so­lo e mae­sto­so fiu­me, il Da­nu­bio, ma uni­te da un’at­mo­sfe­ra ma­gi­ca del tut­to in­con­fon­di­bi­le che la met­te al ven­ti­cin­que­si­mo po­sto tra le cit­tà più vi­si­ta­te al mon­do. Se da un la­to si tro­va Pe­st con la sua mo­der­ni­tà fat­ta di ho­tel, ri­sto­ran­ti, ne­go­zi e lo­ca­li not­tur­ni, dall’al­tro la­to so­prav­vi­ve l’antica Bu­da, di ori­gi­ne ro­ma­na, che con­ser­va in­tat­ti i suoi mo­nu­men­ti più ce­le­bri. Sen­za tra­la­scia­re che, al suo cen­tro, è an­che tut­ta da esplo­ra­re l’Iso­la Mar­ghe­ri­ta, il suo pol­mo­ne ver­de do­ve po­ter pra­ti­ca­re at­ti­vi­tà all’aria aper­ta. È qui che si er­ge la Ze­né­lo Szö­ko­kút, la fon­ta­na mu­si­ca­le che, con get­ti d’ac­qua al­ti fi­no a ven­ti­cin­que me­tri, fun­zio­na in sin­cro­nia con l’oro­lo­gio che bat­te le ore con la dif­fu­sio­ne di pez­zi mu­si­ca­li. Ma da do­ve ini­zia­re la vi­si­ta di Bu­da­pe­st? L’idea­le per far­si cat­tu­ra­re dal suo fa­sci­no è par­ti­re dal suo cen­tro an­ti­co in Bu­da, ma­ga­ri pas­seg­gian­do per il si­gno­ri­le via­le An­drás­sy che por­ta ver­so ec­cel­len­ze cit­ta­di­ne co­me il Tea­tro Na­zio­na­le dell’Ope­ra, la piaz­za de­gli Eroi col suo Mo­nu­men­to del Mil­len­nio do­mi­na­to dal­le sta­tue dei ca­pi del­le set­te tri­bù che han­no fon­da­to l’Un­ghe­ria nel IX se­co­lo e da al­tre sta­tue che rap­pre­sen­ta­no in pie­di la Sto­ria d’Un­ghe­ria. Qui si af­fac­cia il Mu­seo di Bel­le Ar­ti, un edi­fi­cio in stile neo­clas­si­co che con­ser­va una tra le più im­por­tan­ti col­le­zio­ni di di­pin­ti del mon­do con ope­re che per­cor­ro­no tut­to l’ar­co di tem­po che va dal Me­dioe­vo al No­ve­cen­to. Ma non so­lo. Per­ché in que­sta piaz­za ha se­de la Gal­le­ria d’ar­te Müc­sar­nok, un am­pio spa­zio espo­si­ti­vo che ospi­ta pre­va­len­te­men­te ope­re di pit­to­ri e scul­to­ri con­tem­po­ra­nei. Al sud di Bu­da è da non per­de­re in­ve­ce la vi­si­ta al Ki­rá­lyi Pa­lo­ta, il Pa­laz­zo Rea­le si­tua­to sul­la col­li­na, nel Quar­tie­re del­la For­tez­za, che do­mi­na la cit­tà dall’al­to e do­ve ogni gior­no, a mez­zo­gior­no, av­vie­ne un sug­ge­sti­vo cam­bio del­la guar­dia. L’edi­fi­cio è sta­to per ben set­te­cen­to anni re­si­den­za dei so­vra­ni un­ghe­re­si ed og­gi ospi­ta le mag­gio­ri isti­tu­zio­ni cul­tu­ra­li na­zio­na­li co­me la Gal­le­ria Na­zio­na­le Un­ghe­re­se, il Mu­seo Sto­ri­co di Bu­da­pe­st, la Bi­blio­te­ca Na­zio­na­le Szé­che­nyi ed il Mu­seo d’Ar­te Contemporanea - Mu­seo Lud­wig. Ma uno dei sim­bo­li del­la ca­pi­ta­le un­ghe­re­se è sen­za dub­bio il Pon­te del­le Ca­te­ne, il pri­mo pon­te sta­bi­le sul Da­nu­bio che col­le­ga Bu­da e Pe­st, ol­tre al­le sue nu­me­ro­se ter­me. Già, per­ché Bu­da­pe­st è no­ta an­che co­me la cit­tà del­le ter­me. Un ri­co­no­sci­men­to che na­sce dal­le ben cen­to sor­gen­ti e do­di­ci ba­gni ter­ma­li, mol­ti dei qua­li con ac­qua me­di­ci­na­le. I più ce­le­bri so­no il ba­gno Gel­lért che, per ele­gan­za e stile Art No­veau, è uno dei più fre­quen­ta­ti del­la cit­tà as­sie­me al Ki­rá­ly, co­strui­to nel 1565, al­le ter­me Lu­kács, già co­no­sciu­te nel Me­dioe­vo, e al­lo Szé­che­nyi, uno dei ba­gni ter­ma­li più gran­di d’Eu­ro­pa. In cam­po mu­si­ca­le Bu­da­pe­st ha lan­cia­to pe­rò, dal 2006, la sfi­da a Bay­reu­th nel no­me di un nu­me tu­te­la­re co­me Ri­chard Wa­gner. È na­to co­sì il fe­sti­val Wa­gner in Bu­da­pe­st che, sot­to la gui­da ar­ti­sti­ca e la di­re­zio­ne d’or­che­stra del 67en­ne mae­stro un­ghe­re­se Ádám Fi­scher, in­clu­de, dal 15 al 18 giu­gno, al­la Bé­la Bar­tók Na­tio­nal Con­cert Hall la mes­sin­sce­na del Ring com­ple­to con le vo­ci di Jo­han Reu­ter, Ch­ri­stian Franz, Ge­rhard Sie­gel, Wal­ter Fink e Iré­ne Theo­rin. L’8 e il 21 giu­gno si può as­si­ste­re in­ve­ce a Par­si­fal con Vio­le­ta Ur­ma­na, Pe­ter Seif­fert e Al­bert Pe­sen­dor­fer, men­tre, il 19 giu­gno, è in cartellone, in for­ma di con­cer­to, Rien­zi diretto da Se­ba­stian Wei­gle e con pro­ta­go­ni­sta, nel ruo­lo del ti­to­lo, il te­no­re Ro­bert Dean Smi­th.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.