Fra­tel­lo uli­vo, mol­to più di un sim­bo­lo

L’omag­gio del fo­to­gra­fo ar­gen­ti­no Ale­jan­dro Cha­skiel­berg agli al­be­ri che si muo­vo­no. Il «set» a Fa­sa­no, Sa­vel­le­tri e Mo­no­po­li

Corriere del Mezzogiorno (Puglia) - - Terra Amica - Ma­ria Lui­sa Sa­po­na­ra

Gli uli­vi non so­no so­lo al­be­ri. So­no per­so­ne di fa­mi­glia, in Pu­glia. Fan­no par­te di que­sto ter­ri­to­rio e gli re­ga­la­no una iden­ti­tà an­co­ra più for­te. Gli uli­vi so­no ope­re d’ar­te, fron­do­se, at­tor­ci­glia­te, no­do­se. Che se ne stan­no lì, at­tac­ca­te al­la ter­ra in ma­nie­ra vi­sce­ra­le con le lo­ro ra­di­ci, da se­co­li, a go­der­si im­pas­si­bi­li il pas­sa­re dei tem­pi. No, gli uli­vi non so­no so­lo pian­te. Per il fo­to­gra­fo ar­gen­ti­no Ale­jan­dro Cha­skiel­berg so­no al­be­ri che si muo­vo­no, che cam­mi­na­no co­me lui stes­so li ha de­scrit­ti do­po una set­ti­ma­na di per­ma­nen­za in Pu­glia, do­ve ha la­vo­ra­to ad un pro­get­to fo­to­gra­fi­co per il Phe­st, il fe­sti­val in­ter­na­zio­na­le di fo­to­gra­fia che si è con­clu­so da qual­che gior­no a Mo­no­po­li. E’ sta­to chia­ma­to e gli è sta­to com­mis­sio­na­to que­sto la­vo­ro da­gli or­ga­niz­za­to­ri del­la ma­ni­fe­sta­zio­ne. E lui, al­la sua pri­ma vol­ta in Pu­glia, ha im­mor­ta­la­to gli uli­vi del­le cam­pa­gne tra Mo­no­po­li, Fa­sa­no e Sa­vel­le­tri. Lo ha fat­to con la sua tec­ni­ca par­ti­co­la­re, di not­te, al buio. Per­ché è di not­te che que­sti al­be­ri per lui ema­na­no una ma­gia par­ti­co­la­re. Ad il­lu­mi­na­re que­ste chio­me ar­gen­tee il so­lo fa­ro di una lu­ce, at­tra­ver­so la qua­le l’ar­ti­sta ha di­se­gna­to e re­sti­tui­to la sua per­so­na­le vi­sio­ne de­gli uli­vi. Scat­ti nei qua­li l’im­ma­gi­ne dell’al­be­ro è sta­ta im­pres­sa in ma­nie­ra det­ta­glia­ta, re­sti­tuen­do con­tor­ni nuo­vi, dai qua­li è emer­sa una nuo­va for­ma di vi­ta, qual­co­sa di uma­no.

Co­sì, in un tem­po di po­sa mol­to lun­go uti­liz­za­to, an­che le stel­le sem­bra­no ve­der­si nel lo­ro mo­vi­men­to e pu­re il ven­to si per­ce­pi­sce nell’on­deg­gia­re len­to del­le fo­glie. Nel­le im­ma­gi­ni ri­ca­va­te, espo­ste co­me gi­gan­to­gra­fie al Por­to Vec­chio del­la “cit­tà uni­ca”, il fo­to­gra­fo ha vi­sto an­che al­tro. Ha vi­sto ol­tre que­gli stes­si uli­vi dal­la storia im­por­tan­te da rac­con­ta­re, che da que­sta ter­ra pren­do- no nu­tri­men­to e vi­ta. Cha­skiel­berg ha col­to in es­si ope­re di Klimt o don­ne afri­ca­ne che bal­la­no co­me in un ri­tua­le an­ti­chis­si­mo. Que­ste gi­gan­to­gra­fie hanno in sé qual­co­sa di poe­ti­co. E, do­po l’espo­si­zio­ne di Mo­no­po­li, so­no pron­te, co­me gli uli­vi, a cam­mi­na­re an­che lo­ro.

«Pro­prio in que­sti gior­ni – di­chia­ra Gio­van­ni Troi­lo, di­ret­to­re ar­ti­sti­co del Phe­st- stia­mo va­lu­tan­do al­cu­ne pro­po­ste. Ci pia­ce­reb­be che que­ste im­ma­gi­ni viag­gias­se­ro per i comuni pu­glie­si e stia­mo inol­tre pen­san­do di or­ga­niz­za­re una mo­stra in Nord Ita­lia e una iti­ne­ran­te con gli uli­vi di Pu­glia nel­le cit­tà Eu­ro­pee».

Le fo­to di Ale­jan­dro Cha­skiel­berg espo­ste du­ran­te il Phe­st a Mo­no­po­li

Una fo­to di Cha­skiel­berg. A de­stra il re­por­ter ar­gen­ti­no al la­vo­ro nei din­tor­ni di Mo­no­po­li (ph @Ni­ky Tau­ro)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.