«Par­co co­me la­tri­na? Lo sal­ve­re­mo» Al­tra fo­to: fa i bi­so­gni sul mar­cia­pie­de

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Treviso - © RIPRODUZIONE RISERVATA

cop­pie con pran­zo al sac­co, ami­ci che si go­do­no mezz’ora di pau­sa, grup­pi di ra­gaz­zi­ni all’usci­ta da scuo­la. Chi ci vie­ne per la pri­ma vol­ta lo tro­va gra­de­vo­le, chi lo co­no­sce sa che cer­ti ora­ri van­no evi­ta­ti. Se di gior­no la zo­na è fre­quen­ta­ta e vi­vi­bi­le, al ca­la­re del­la se­ra i re­si­den­ti ri­scon­tra­no un peg­gio­ra­men­to del­le fre­quen­ta­zio­ni, al­col e dro­ga: per que­sto il Co­mu­ne ha de­ci­so di an­ti­ci­pa­re la chiu­su­ra dei can­cel­li dei giar­di­ni, quan­do scat­te­rà l’ora so­la­re, dal­le 19 al­le 18.

Sull’epi­so­dio più cri­ti­co, l’uo­mo sen­za pan­ta­lo­ni, Ma­nil­do è du­ro: «La pri­ma co­sa che vie­ne in men­te è chiu­de­re i giar­di­ni per sem­pre, e so­no pron­to a far­lo se i tre­vi­gia­ni me lo chie­de­ran­no. Ac­can­to a mes­sag­gi di sde­gno, pe­rò, ho ri­ce­vu­to an­che tan­te ri­chie­ste di vi­ver­li in mo­do di­ver­so». Chiu­su­ra an­ti­ci­pa­ta, quin­di, per evi­ta­re che nel buio si na­scon­da­no ma­lin­ten­zio­na­ti. «L’or­go­glio ci­vi­co è più for­te del­la ma­le­du­ca­zio­ne di qual­cu­no» con­ti­nua Ma­nil­do, che an­nun­cia una gior­na­ta aper­ta al­le fa­mi­glie per ri­da­re a Sant’An­drea la sua fun­zio­ne di spa­zio ver­de.

Da­gli ar­chi­vi di Fa­ce­book pe­rò spun­ta un’al­tra fo­to, ri­sa­len­te a que­sto in­ver­no, in cui si ve­de un’an­zia­na si­gno­ra in­ten­ta nel­lo stes­so atto dell’uo­mo fo­to­gra­fa­to ai giar­di­ni, pe­rò vi­ci­no al­le mu­ra, fra ne­go­zi e fer­ma­te dei bus: a se­gna­lar­la i ra­gaz­zi che fre­quen­ta­no Sant’An­drea: «Co­se co­me que­ste si so­no già vi­ste».

In gi­ro Pro­fu­ghi a spas­so per Tre­vi­so

In zo­na sta­zio­ne La nuo­va im­ma­gi­ne

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.