A4 Hol­ding, po­le­mi­ca sui com­pen­si di To­si «So­no 100 mi­la eu­ro». «È me­no di pri­ma»

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Economia - L.A. © RIPRODUZIONE RISERVATA

VERONA Duel­lo a scia­bo­la­te su quan­to gua­da­gna Fla­vio To­si nel­la sua ve­ste di pre­si­den­te del­la so­cie­tà au­to­stra­da­le Bre­scia-Pa­do­va. La po­le­mi­ca sul «get­to­ne» di To­si vie­ne ri­lan­cia­ta da Mi­che­le Ber­tuc­co (Piazza Pu­li­ta) se­con­do cui, ne­gli an­ni scor­si, il sin­da­co non ave­va mai vo­lu­to de­nun­cia­re quei com­pen­si nel­la di­chia­ra­zio­ne che ogni am­mi­ni­stra­to­re è te­nu­to a de­po­si­ta­re. Ber­tuc­co spie­ga che «il sin­da­co cor­reg­ge il ti­ro e nel­la di­chia­ra­zio­ne del 2016, di re­cen­te pub­bli­ca­zio­ne, re­sa sul­la ba­se dei red­di­ti per­ce­pi­ti nel 2015, in­di­ca an­che i com­pen­si ot­te­nu­ti dall’au­to­stra­da A4. Gli stes­si che fi­no all’an­no scor­so so­ste­ne­va di non es­se­re te­nu­to a de­nun­cia­re».

Ma a quan­to am­mon­ta­no que­sti com­pen­si? Ber­tuc­co spie­ga che «si trat­ta di una ci­fra di tut­to ri­spet­to: cen­to­mi­la eu­ro, più di quan­to frut­ta la ca­ri­ca di sin­da­co, ‘ap­pe­na’ 81mi­la eu­ro l’an­no». Il lea­der di Piazza Pu­li­ta sot­to­li­nea pe­ral­tro che «i pro­ven­ti dell’au­to­stra­da que­st’an­no so­no cre­sciu­ti di ol­tre il 30% ri­spet­to ai 69 mi­la eu­ro del 2014». Ber­tuc­co ri­cor­da che «la po­le­mi­ca del­lo scor­so an­no era na­ta per­ché il sin­da­co omet­te­va di de­nun­cia­re i sol­di dell’au­to­stra­da, an­che se la fon­te di red­di­to com­pa­ri­va in di­chia­ra­zio­ne dei red­di­ti che oc­cor­re al­le­ga­re al do­cu­men­to. Ora – con­clu­de Ber­tuc­co - To­si è più tra­spa­ren­te e ci au­gu­ria­mo che non va­da più in gi­ro a di­re che si man­tie­ne col so­lo sti­pen­dio da sin­da­co. E ci con­sen­ta pu­re una bat­tu­ta: a que­sto pun­to com­pren­dia­mo me­glio il suo di­spia­ce­re nel do­ver la­scia­re le quo­te A4, an­che se a no­stro av­vi­so la ven­di­ta del­la par­te­ci­pa­zio­ne non più stra­te­gi­ca per il Co­mu­ne di Verona è un pas­sag­gio or­mai ine­vi­ta­bi­le».

Im­me­dia­ta la re­pli­ca del sin­da­co, che spie­ga di «aver sem­pre for­ni­to i da­ti ri­chie­sti an­nual­men­te dal Co­mu­ne di Verona, an­che per­ché in ca­so con­tra­rio si in­cor­re­reb­be in una vio­la­zio­ne di leg­ge». Se­con­do To­si, quin­di «la pre­sa di po­si­zio­ne di Ber­tuc­co è, co­me sem­pre, in ma­la­fe­de, in li­nea con il suo sti­le. Per l’esat­tez­za – ag­giun­ge il sin­da­co - l’emo­lu­men­to dell’an­no pre­ce­den­te, il 2015, co­me pre­si­den­te dell’au­to­stra­da era su­pe­rio­re a quel­lo di que­st’an­no, per­ché al­lo­ra era pre­vi­sto an­che il pre­mio di ri­sul­ta­to». To­si ag­giun­ge: «ri­cor­dia­mo a Ber­tuc­co (che o è eti­mo­lo­gi­ca­men­te igno­ran­te op­pu­re si con­fer­ma in ma­la­fe­de) che la so­cie­tà A4 è a con­trol­lo pri­va­to e in quel cda tut­ti i com­po­nen­ti so­no espres­sio­ne del­la pro­prie­tà pri­va­ta e non di so­ci pub­bli­ci, ra­gion per cui an­che il sot­to­scrit­to non vi sie­de in rap­pre­sen­tan­za del Co­mu­ne di Verona, ma è in­di­ca­to dal so­cio di mag­gio­ran­za». Ul­ti­ma stoc­ca­ta è di ca­rat­te­re po­li­ti­co: «L’uni­co a cu­sto­di­re ge­lo­sa­men­te un mi­ste­ro – con­clu­de To­si - è in­ve­ce lo stes­so Ber­tuc­co: pub­bli­chi, ol­tre ai suoi red­di­ti, an­che il nu­me­ro di per­mes­si ce­do­la­ri sin­da­ca­li di cui ha usu­frui­to in que­sto mil­len­nio e in quel­lo pre­ce­den­te e a quan­te ore di ‘non la­vo­ro’ cor­ri­spon­do­no: chis­sà, po­treb­be en­tra­re nel guin­ness dei pri­ma­ti».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.