De­ru­ba­no i pas­seg­ge­ri pri­ma del de­col­lo: tre fer­ma­ti all’ae­ro­por­to

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Treviso - M. Cit.

TRE­VI­SO La fol­la, la fret­ta e le mil­le di­stra­zio­ni di un ae­ro­por­to pos­so­no di­ven­ta­re il ter­re­no per­fet­to per un la­dro. Ed è quel­lo che è suc­ces­so al Ca­no­va sa­ba­to e do­me­ni­ca scor­si, quan­do tre per­so­ne so­no sta­te bloc­ca­te dal­la Po­la­ria.

Il pri­mo, sa­ba­to, è sta­to un ro­me­no di 57 an­ni. Lo stra­nie­ro ha av­vi­ci­na­to un di­pen­den­te dell’ae­ro­sta­zio­ne nei pres­si del ban­co­ne del bar. Men­tre l’uo­mo at­ten­de­va la sua or­di­na­zio­ne, con estre­ma abi­li­tà, gli ha sfi­la­to il por­ta­fo­gli dal­la ta­sca po­ste­rio­re dei pan­ta­lo­ni. Po­co do­po la vit­ti­ma si è ac­cor­ta di quan­to suc­ces­so e si è rivolta agli uo­mi­ni del­la po­li­zia di fron­tie­ra, rac­con­tan­do di es­se­re sta­to ur­ta­to per due vol­te, men­tre era al bar, da un uo­mo che in­dos­sa­va un giub­bot­to ros­so. Agli agen­ti è ba­sta­to un gi­ro per in­di­vi­duar­lo. Il 57en­ne ha poi am­mes­so le sue re­spon­sa­bi­li­tà, ac­com­pa­gnan­do gli agen­ti al bar e mo­stran­do lo­ro do­ve aveva na­sco­sto il por­ta­fo­gli: dietro al­la mer­ce espo­sta su al­cu­ni scaf­fa­li.

Do­me­ni­ca il se­con­do fur­to, que­sta vol­ta ai dan­ni di un uo­mo di 53 an­ni in pro­cin­to di im­bar­car­si per La­me­zia Ter­me. An­che lui è sta­to al­leg­ge­ri­to del por­ta­fo­gli, sta­vol­ta men­tre ef­fet­tua­va i con­trol­li di si­cu­rez­za. I la­dri, due bel­gi di 27 e 26 an­ni, l’ave­va­no pre­le­va­to dal­la va­schet­ta do­ve ven­go­no ri­po­sti gli og­get­ti du­ran­te il pas­sag­gio ai var­chi. Pas­sa­to il me­tal de­tec­tor, la vit­ti­ma si è re­sa con­to del fur­to e ha chie­sto aiu­to al­la po­li­zia, al­la qua­le è ba­sta­to con­trol­la­re le im­ma­gi­ni del­le te­le­ca­me­re per iden­ti­fi­ca­re i due la­dri, pron­ti a de­col­la­re per Char­le­roy.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.