Cal­cio tra ton­fi fra­go­ro­si e pic­co­li mi­ra­co­li: quan­do il bla­so­ne non ba­sta più

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Sport - di Da­nie­le Rea © RIPRODUZIONE RISERVATA

Un fi­ne set­ti­ma­na in chia­ro­scu­ro per il cal­cio di ca­sa no­stra. Che poi i sor­ri­si sia­no pre­va­len­ti sul­le la­cri­me è que­stio­ne di pun­ti di vi­sta. Pro­via­mo a met­te­re in fi­la i fatti, par­ten­do da quel­li ne­ga­ti­vi. Vi­cen­za ko nel der­by a Cit­ta­del­la e, di fat­to, spro­fon­da­to in Le­ga Pro; Pa­do­va e Bas­sa­no fuo­ri al pri­mo gi­ro dai playoff di Le­ga Pro con Al­bi­no­lef­fe e Por­de­no­ne. Dall’al­tra par­te i sor­ri­si, che pu­re non so­no di po­co con­to per­ché il Chie­vo in se­rie tim­bra l’en­ne­si­mo cam­pio­na­to di tut­to ri­spet­to. In se­rie B il Cit­ta­del­la met­te una se­ris­si­ma ipo­te­ca sui playoff per la se­rie A (i gra­na­ta so­no quar­ti, il lo­ro lo han­no fat­to, se gli spa­reg­gi si fa­ran­no di­pen­de dal di­stac­co con la ter­za). E il Ve­ro­na aspet­ta di fe­steg­gia­re un im­me­dia­to ri­tor­no nel­la mas­si­ma se­rie. Un gra­di­no più sot­to il Ve­ne­zia non per­de un col­po e vin­ce an­che il pri­mo mat­ch del­la Su­per­cop­pa men­tre il Me­stre, nel­la pou­le scu­det­to del­la se­rie D, su­pe­ra il Cu­neo e met­te il Mon­za nel mi­ri­no. Sor­ri­si e la­cri­me, ap­pun­to, con un pa­io di no­te che esco­no chia­re da­gli ap­pun­ti del­la cro­na­ca. E cioè che due piaz­ze sto­ri­che del no­stro cal­cio, quel­la pa­do­va­na e quel­la vi­cen­ti­na, con­ti­nua­no — sep­pur con pia­ni e obiet­ti­vi com­ple­ta­men­te di­ver­si — a fa­re tan­ta, trop­pa fa­ti­ca a cen­tra­re l’obiet­ti­vo. I bian­co­ros­si ve­do­no pres­so­ché cer­ti­fi­ca­ta una re­tro­ces­sio­ne che po­treb­be ave­re, nel­la peg­gio­re del­le ipo­te­si, con­se­guen­ze pe­san­tis­si­me an­che sul fu­tu­ro del club. Dall’al­tra par­te il Pa­do­va che, pur do­po un buon cam­pio­na­to, ca­de ro­vi­no­sa­men­te all’Eu­ga­neo al­la pri­ma par­ti­ta dei playoff. E ad­dio so­gni di se­rie B, sen­za se­con­de chan­ce. Go­de il pic­co­lo Cit­ta­del­la, che per umil­tà, ca­pa­ci­tà ge­stio­na­le e «fiu­to» sul mer­ca­to do­vreb­be es­se­re di esem­pio per mol­ti. Di­ce: è un pic­co­lo cen­tro, lì non c’è pres­sio­ne... Ve­ro, ma non è tut­to. Go­de il Ve­ne­zia di Joe Ta­co­pi­na, che com­pie in due an­ni un dop­pio sal­to dal­la se­rie D al­la se­rie B. Di­ce: lì ci so­no di­spo­ni­bi­li­tà... Ve­ro, ma non ba­sta. Non ba­sta la se­re­ni­tà, non ba­sta­no i mez­zi. So­no im­por­tan­ti ma non so­no mai ba­sta­ti per fa­re cal­cio. La pa­ro­li­na ma­gi­ca è una: pro­gram­ma­zio­ne. Fa­ci­le non è ma non lo è nem­me­no sa­per vin­ce­re.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.