Malo, gio­ca­no a cal­cio nel par­co Mul­ta­ti quat­tro bim­bi, pae­se in ri­vol­ta

Malo, uno è ni­po­te del vi­ce­sin­da­co. Il pae­se s’in­di­gna, la giun­ta pro­met­te una soluzione

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Da Prima Pagina - Be­ne­det­ta Cen­tin © RIPRODUZIONE RISERVATA

MALO (VI­CEN­ZA) Quat­tro bam­bi­ni dai 5 agli 8 an­ni (tra cui il ni­po­te del vi­ce­sin­da­co) so­no sta­ti bloc­ca­ti dai vi­gi­li men­tre gio­ca­va­no a pal­lo­ne nel par­co: è vie­ta­to in­fat­ti dal Co­mu­ne, è vie­ta­to. Per i pic­co­li cal­cia­to­ri è scat­ta­ta la mul­ta: 150 eu­ro cia­scu­no, au­ten­ti­co sa­las­so. Il pae­se si in­di­gna, i ge­ni­to­ri fu­rio­si mi­nac­cia­no ri­cor­so. Il sin­da­co: «Le re­go­le so­no re­go­le».

MALO (VI­CEN­ZA) Il gran­de par­co in cui gio­ca­re c’è, il pal­lo­ne e la vo­glia di cal­cia­re e cor­re­re pu­re. Il pro­ble­ma è che l’area ver­de pub­bli­ca è off li­mi­ts. Il pal­lo­ne non è am­mes­so e ci so­no i car­tel­li a ri­cor­dar­lo. Quan­do, la set­ti­ma­na scor­sa, quat­tro bam­bi­ni dai 5 agli 8 an­ni (tra cui il ni­po­te del vi­ce­sin­da­co) so­no sta­ti bec­ca­ti in pie­na par­ti­tel­la al­le 18.30 di po­me­rig­gio è scat­ta­ta la mul­ta per i lo­ro ge­ni­to­ri: 150 eu­ro cia­scu­no, au­ten­ti­co sa­las­so per quat­tro cal­ci al pal­lo­ne.

L’uni­ca chan­ce per i ba­by cal­cia­to­ri di un quar­tie­re di Malo, nell’Alto Vi­cen­ti­no, sem­bra la stra­da, l’asfal­to co­cen­te. Senza con­ta­re che quan­do ve­do­no pas­sa­re una pat­tu­glia del­la po­li­zia lo­ca­le ora scap­pa­no via.

Un epi­so­dio, quel­lo ac­ca­du­to gio­ve­dì scor­so a Malo, nel par­co pub­bli­co di via Ma­ron­cel­li, che ha sol­le­va­to gran­di po­le­mi­che tra i re­si­den­ti che si so­no sfo­ga­ti e con­fron­ta­ti sul grup­po Fa­ce­book del pae­se. Ep­pu­re il di­vie­to di gio­ca­re a pal­lo­ne è quel­lo che vi­ge an­che in mol­tis­si­mi par­chi e piaz­ze d’Ita­lia. Re­cen­te caso an­che a Tre­vi­so, con i car­tel­li con l’im­ma­gi­ne del pal­lo­ne sbar­ra­to e la di­ci­tu­ra «vie­ta­to pra­ti­ca­re gio­chi mo­le­sti su tut­ta l’area», com­par­si nel­le piaz­ze di San­ta Ma­ria dei Bat­tu­ti e San Pa­ri­sio. Qui è sta­to il sin­da­co a fa­re die­tro­front fa­cen­do­li co­pri­re e fre­nan­do la so­ler­zia dei vi­gi­li.

An­che a Malo si so­no già mos­si: lu­ne­dì i re­si­den­ti han­no rac­col­to 40 fir­me in una so­la ora con­tro il di­vie­to. Fir­me da far ave­re all’am­mi­ni­stra­zio­ne co­mu­na­le, che ha già fat­to sa­pe­re di vo­ler stu­dia­re una de­sti­na­zio­ne d’uso del par­co. Quan­to ai de­sti­na­ta­ri del­le san­zio­ni, che ie­ri se­ra si so­no in­con­tra­ti per va­lu­ta­re il da far­si, han­no le idee chia­re: «Di pa­ga­re la mul­ta non se ne par­la, fa­re­mo ri­cor­so al sin­da­co co­me mi ha con­si­glia­to l’as­ses­so­re al­lo sport - fa sa­pe­re De­nis De­ga­nel­lo, pa­pà di un ra­gaz­zi­no di 8 an­ni, tra i quat­tro «in­cri­mi­na­ti» - quan­do i vi­gi­li han­no ti­ra­to fuo­ri il tac­cui­no per sti­la­re il ver­ba­le non ci vo­le­vo cre­de­re, di­scu­te­re con lo­ro per qua­si due ore non è ser­vi­to a nul­la. Han­no am­mes­so la ver­go­gna nel do­ver stac­ca­re quel­la mul­ta ma han­no so­ste­nu­to che era­no te­nu­ti a far­lo».

Il ri­sul­ta­to è pre­sto det­to: «Ora mio fi­glio è ter­ro­riz­za­to dall’idea di in­cap­pa­re an­co­ra nei vi­gi­li e per far­lo gio­ca­re dob­bia­mo spo­star­ci in un al­tro quar­tie­re do­ve c’è un cam­po da cal­cio, pur aven­do un par­co di mil­le me­tri qua­dra­ti vi­ci­no ca­sa – pro­se­gue il ge­ni­to­re - : tutto que­sto è as­sur­do, mio fi­glio ha sem­pre ama­to sta­re all’aria aper­ta de­ni­gran­do com­pu­ter e te­le­vi­sio­ne».

E’ de­ter­mi­na­ta an­che Clau­dia Po­let­to, mam­ma di uno dei ba­by cal­cia­to­ri, di 5 an­ni, e nuo­ra del vi­ce­sin­da­co: «Noi ge­ni­to­ri ci stia­mo muo­ven­do in mo­do da po­ter tu­te­la­re il di­rit­to al gio­co di ogni bam­bi­no» scri­ve on­li­ne la vi­cen­ti­na, as­si­cu­ran­do: «I bam­bi­ni so­no sem­pre sor­ve­glia­ti da un adul­to» e «Il pal­lo­ne non è mai en­tra­to in pro­prie­tà pri­va­ta e non so­no mai sta­ti ar­re­ca­ti dan­ni a co­se o per­so­ne».

Un’in­te­ra co­mu­ni­tà sta ma­ni­fe­stan­do scon­cer­to e rab­bia in que­ste ore sul grup­po Fa­ce­book «Sei di Malo se…»: «che schi­fo», «ver­go­gna», «non ci pos­so cre­de­re», «ma per­ché? ve­de­re gio­va­ni che gio­ca­no all’aper­to e non ap­pic­ci­ca­ti ad uno scher­mo è una gran­de gio­ia», ed an­co­ra, «quel par­co è tri­ste senza bim­bi».

Tra gli uten­ti c’è chi si è ac­ca­ni­to con­tro la re­si­den­te che ave­va chia­ma­to per l’en­ne­si­ma vol­ta i vi­gi­li (pa­re di­stur­ba­ta dal­la pol­ve­re sol­le­va­ta dal pal­lo­ne), chi ha preso le di­fe­se de­gli agen­ti di­cen­do che non po­te­va­no fa­re al­tri­men­ti; e an­che chi ha pro­po­sto di fa­re una rac­col­ta di 20 cen­te­si­mi a re­si­den­te per ar­ri­va­re a pa­ga­re i 600 eu­ro di mul­ta in mo­ne­ti­ne. E nel­la po­le­mi­ca esti­va sca­te­na­ta so­prat­tut­to via web è com­par­so an­che il Co­mu­ne, che ha cer­ca­to di met­te­re la pal­la in cor­ner.

Il vi­ce­sin­da­co Clau­dio Dal­la Ri­va, non­no di uno dei bim­bi mul­ta­ti, si è im­pe­gna­to per iscrit­to: «Ho let­to il re­go­la­men­to, ho vi­sto i car­tel­li espo­sti, sa­rà senz’al­tro mia cu­ra at­ti­var­mi per ve­de­re se è pos­si­bi­le cam­bia­re la de­sti­na­zio­ne d’uso di par­te del par­co: da par­co a cam­pet­to da cal­cio per i più pic­co­li con por­te a mi­su­re di bam­bi­no». Ed an­co­ra: «Cer­che­re­mo di tro­va­re una soluzione idea­le per tut­ti – ha com­men­ta­to l’as­ses­so­re – det­to che non si pos­so­no igno­ra­re le se­gna­la­zio­ni e che i vi­gi­li han­no fat­to so­lo il lo­ro do­ve­re: il ver­ba­le è scat­ta­to do­po la ter­za usci­ta».

A far­gli eco an­che il sin­da­co, Pao­la Lain: «A pal­lo­ne si gio­ca so­lo nei cam­pi da cal­cio, c’è di­vie­to nei par­chi ma ve­dre­mo di stu­dia­re una soluzione». Per­ché le re­go­le so­no re­go­le, ma c’è sem­pre qual­cu­no che le fa e qual­cu­no che le ap­pli­ca. E se non van­no be­ne si pos­so­no cam­bia­re.

Il sin­da­co A pal­lo­ne si gio­ca so­lo nei cam­pi da cal­cio ma tro­ve­rò la soluzione

Proi­bi­to Pal­lo­ne sot­to­brac­cio, i bam­bi­ni guar­da­no il car­tel­lo che ricorda che nel par­co è vie­ta­to an­da­re in bi­ci e gio­ca­re al cal­cio

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.