Con­fin­du­stria, Ve­ne­zia guar­da al confronto Ma­ri­ne­se-Za­nar­do

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Economia -

VE­NE­ZIA Un sec­co «no com­ment» da par­te di Vin­cen­zo Ma­ri­ne­se. «Ci so­no pro­ce­du­re in cor­so, bi­so­gna es­se­re ri­gi­di e scru­po­lo­si», ta­glia cor­to. Chi gli sta vi­ci­no pe­rò con­fer­ma che tra og­gi e do­ma­ni (gior­no in cui sca­drà il ter­mi­ne) l’am­mi­ni­stra­to­re de­le­ga­to di Si­rai, azien­da di Mar­ghe­ra che si oc­cu­pa di bo­ni­fi­che, de­po­si­te­rà ai «Sag­gi» la sua can­di­da­tu­ra per la pre­si­den­za di Con­fin­du­stria Ve­ne­zia-Ro­vi­go. Un can­di­da­to for­te, che pun­ta a met­te­re sul ta­vo­lo il pre­sti­gio di ot­to an­ni di vi­ce­pre­si­den­za al­le spal­le: pri­ma quan­do al ver­ti­ce c’era Lui­gi Bru­gna­ro, og­gi sin­da­co di Ve­ne­zia, e poi con Mat­teo Zop­pas, che da feb­bra­io è pas­sa­to al­la gui­da dell’as­so­cia­zio­ne re­gio­na­le de­gli In­du­stria­li. «Scel­ta che pun­ta ov­via­men­te sul­la con­ti­nui­tà», com­men­ta un im­pren­di­to­re di pre­sti­gio, an­che per­ché sul suo no­me avreb­be­ro fat­to fron­te co­mu­ne sia Zop­pas che Bru­gna­ro, ol­tre a En­ri­co Mar­chi, al­la gui­da di Sa­ve e Fi­nint e da mar­te­dì an­che de­le­ga­to al cre­di­to di Con­fin­du­stria Ve­ne­to, scel­to pro­prio dal nuo­vo pre­si­den­te.

È for­se per que­sto che, pe­rò, tra gli in­du­stria­li si sta­reb­be crean­do un fron­te al­ter­na­ti­vo. Tra i no­mi pos­si­bi­li che si era­no in­di­ca­ti quel­lo di Al­ber­to Ba­ban, dal 2013 pre­si­den­te del­la Pic­co­la in­du­stria e vi­ce­pre­si­den­te na­zio­na­le di Con­fin­du­stria. Dif­fi­ci­le dun­que pen­sa­re che pos­sa ri­nun­cia­re a in­ca­ri­chi di pre­sti­gio na­zio­na­le. La soluzione al­ter­na­ti­va po­treb­be in­ve­ce es­se­re co­strui­ta in­tor­no a un al­tro im­pren­di­to­re mol­to no­to, Da­ma­so Za­nar­do, ti­to­la­re dell’omo­ni­ma im­pre­sa di lo­gi­sti­ca. An­che da lui, pe­rò, nes­sun commento. «In que­sto mo­men­to so­no in una riu­nio­ne, sto pen­san­do al­la mia azien­da», di­ce Za­nar­do, che in que­sti an­ni è sta­to nel con­si­glio di­ret­ti­vo gui­da­to da Zop­pas e Ma­ri­ne­se, con de­le­ga al­la Cit­tà me­tro­po­li­ta­na e un oc­chio al suo set­to­re, quel­lo por­tua­le. Tra og­gi e do­ma­ni ci sa­rà l’uf­fi­cia­li­tà: si po­treb­be tor­na­re quin­di a un clas­si­co confronto a due. Nel 2009, do­po lo scon­tro tra Mar­chi e Pao­lo Tro­vò e l’ac­cor­do tra i due, fu tutto az­ze­ra­to e ven­ne scel­to Bru­gna­ro; nel 2013, in­ve­ce, quan­do in cam­po ci fu un al­tro fair play, Agne­se Lu­nar­del­li ri­ti­rò la can­di­da­tu­ra la­scian­do la stra­da a Zop­pas. (a. zo.)

Vin­cen­zo Ma­ri­ne­se e Da­ma­so Za­nar­do

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.