In­ve­sti­ta dalla pro­pria au­to, pa­do­va­na muo­re in Sar­de­gna

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Regione Attualità - A.M. © RIPRODUZIONE RISERVATA

PA­DO­VA In­ve­sti­ta dal mo­vi­men­to in­con­trol­la­to del­la mac­chi­na che ave­va ap­pe­na par­cheg­gia­to. È mor­ta co­sì ie­ri Ce­ci­lia Mas­sa­ra, 76 an­ni di Pa­do­va, men­tre si tro­va­va in va­can­za a Pa­lum­bal­za in Sar­de­gna, non lon­ta­no da Por­to Ro­ton­do. La tra­ge­dia è av­ve­nu­ta at­tor­no al­le 13, men­tre la don­na sta­va sca­ri­can­do la spe­sa dalla sua Pun­to de­ca­pot­ta­bi­le vi­ci­no al vil­lag­gio va­can­ze che fre­quen­ta­va da an­ni. L’au­to, par­cheg­gia­ta in sa­li­ta, ha co­min­cia­to a muo­ver­si co­me se il fre­no a ma­no non fosse in­se­ri­to o ci fosse un’ava­ria: non è ancora chia­ro se la don­na abbia cer­ca­to di fer­mar­la o non si sia ac­cor­ta di nul­la, fatto sta che l’au­to l’ha tra­vol­ta sen­za la­sciar­le scam­po. Sul po­sto sono in­ter­ve­nu­ti i ca­ra­bi­nie­ri, i vi­gi­li del fuo­co e i sa­ni­ta­ri del Suem, ma per Ce­ci­lia non c’era più nien­te da fa­re. Sul caso ora in­da­ga­no i mi­li­ta­ri dell’Ar­ma.

Fi­glia di un ma­gi­stra­to, ex in­se­gnan­te di let­te­re al­le scuo­le me­die, spo­sa­ta e sen­za fi­gli, la vit­ti­ma vi­ve­va in cen­tro a Pa­do­va con la don­na del­le pu­li­zie e una do­me­sti­ca fi­lip­pi­na. Nel­la Città del San­to il cor­do­glio è una­ni­me. «Era una ve­ra si­gno­ra, sem­pre ele­gan­te e mol­to ama­ta – di­ce Maddalena Ram­pin, wed­ding plan­ner pa­do­va­na che con­di­vi­de­va le va­can­ze nel gol­fo di Ma­ri­nel­la pro­prio con Ce­ci­lia -. Par­te­ci­pa­va al­le at­ti­vi­tà del­la fon­da­zio­ne San Vincenzo con la par­roc­chia di San Ni­co­lò, ven­de­va le sue fa­mo­se mar­mel­la­te per aiu­ta­re i po­ve­ri e di­stri­bui­va in­du­men­ti ai de­te­nu­ti del car­ce­re Due Pa­laz­zi». I suoi pa­ren­ti vi­ve­va­no lon­ta­ni, per cui gli ami­ci era­no la sua ve­ra famiglia. Ce­ci­lia ave­va com­pra­to ca­sa in Sar­de­gna no­ve an­ni fa, que­st’an­no era ar­ri­va­ta a mag­gio e avreb­be vo­lu­to fer­mar­si fi­no a set­tem­bre«È sta­ta tra­di­ta pro­prio dalla ter­ra di cui era in­na­mo­ra­ta, la sua man­can­za si sen­ti­rà». «Era una per­so­na me­ra­vi­glio­sa, ave­va tan­ti ami­ci ed era la zia di tut­ti i loro fi­gli», si ram­ma­ri­ca Pao­la Dal Bello, fi­glia di Maddalena.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.