«Tvb, un cam­bio di men­ta­li­tà»

Coa­ch Pil­la­stri­ni ana­liz­za il mer­ca­to bian­co­blù. «Si è pun­ta­to su giocatori pron­ti ed esper­ti. Tut­ti gli obiet­ti­vi sono sta­ti rag­giun­ti, ades­so ci man­ca solo il cen­tro»

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Sport - Mat­teo Va­len­te © RIPRODUZIONE RISERVATA

TRE­VI­SO Sei nuo­vi ac­qui­sti, una con­fer­ma ec­cel­len­te e tan­ta vo­glia di stu­pi­re. Man­ca solo il «col­po ma­de in Usa» al­la De’Lon­ghi di coa­ch Ste­fa­no Pil­la­stri­ni per com­ple­ta­re il re­sty­ling del ro­ster in vi­sta del­la pros­si­ma sta­gio­ne.

Mes­so in ar­chi­vio il trien­nio più che po­si­ti­vo fon­da­to sui giovani, ora il club ha vo­lu­to pun­ta­re sull’espe­rien­za e sul­la qua­li­tà per pro­va­re a con­qui­sta­re la pro­mo­zio­ne in se­rie A nel­la pros­si­ma sta­gio­ne. Una mis­sio­ne che Pil­la­stri­ni co­no­sce mol­to be­ne, aven­do­la già rea­liz­za­ta in al­tre piaz­ze, l’ul­ti­ma a Torino. «Siamo riu­sci­ti ad ac­qui­si­re giocatori im­por­tan­ti, tut­ti obiet­ti­vi che ci era­va­mo pre­fis­sa­ti — ha det­to il tec­ni­co in un’intervista ri­la­scia­ta al si­to uf­fi­cia­le del­la Le­ga na­zio­na­le pal­la­ca­ne­stro — ri­spet­to agli ul­ti­mi an­ni, do­ve ave­va­mo avu­to ele­men­ti di pro­spet­ti­va che do­ve­va­no cre­sce­re, que­st’an­no ab­bia­mo pun­ta­to su giocatori già pron­ti e ro­da­ti per que­sto li­vel­lo. Ab­bia­mo avu­to ri­spo­ste mol­to po­si­ti­ve da parte di tut­ti, de­vo di­re che Tre­vi­so si con­fer­ma co­me una piaz­za in cui si vie­ne vo­len­tie­ri a gio­ca­re. L’idea è quel­la di fa­re un campionato am­bi­zio­so. Poi siamo mol­to con­ten­ti del­la con­fer­ma di Fan­ti­nel­li: è al quar­to an­no con noi, è il no­stro leader e capitano, un gio­ca­to­re di si­cu­ro af­fi­da­men­to per la se­rie A2». Il ro­ster al­le­sti­to dal ds Andrea Gra­cis as­sie­me al tec­ni­co emi­lia­no è as­so­lu­ta­men­te di pri­ma qua­li­tà, ma so­prat­tut­to ma­de in Ita­ly. In­fat­ti sarà solo uno lo stra­nie­ro che la De’Lon­ghi cer­che­rà per com­ple­ta­re il ro­ster: una mos­sa qua­si ine­di­ta a que­sti li­vel­li.

«Ini­zie­re­mo la sta­gio­ne con un uni­co Usa in squa­dra, il cen­tro ti­to­la­re — con­fer­ma Pil­la­stri­ni — il ra­gio­na­men­to che fac­cia­mo è che, se ci fosse bi­so­gno, po­trem­mo in­se­ri­re un ul­te­rio­re ele­men­to, aven­do un vi­sto a di­spo­si­zio­ne, an­che perché nel cor­so del­la sta­gio­ne è più fa­ci­le ag­giun­ge­re giocatori stra­nie­ri piut­to­sto che ita­lia­ni. Ab­bia­mo ac­qui­si­to giocatori forti e adat­ti per que­sto campionato, al­di­là del pas­sa­por­to. Ad esem­pio, secondo me lo scor­so an­no il gio­ca­to­re più de­ci­si­vo nell’in­te­ra se­rie A2 è sta­to Gui­do Ros­sel­li. Nel­le ul­ti­me due sta­gio­ni ab­bia­mo do­vu­to so­sti­tui­re Cor­bett e DeCo­sey, quin­di co­no­scia­mo la dif­fi­col­tà di non ave­re più vi­sti nel cor­so del­la sta­gio­ne». Ma la De’Lon­ghi po­trà con­ta­re que­st’an­no su un fat­to­re nuo­vo: l’espe­rien­za. Quel­la di Mi­che­le An­to­nut­ti e di Da­vi­de Brut­ti­ni per esem­pio, due top per la A2. «Co­no­sco mol­to be­ne An­to­nut­ti, aven­do­lo al­le­na­to a Udi­ne e poi a Mon­te­gra­na­ro. È un gio­ca­to­re di gran­de qua­li­tà, un’ac­qui­si­zio­ne im­por­tan­te per noi — con­clu­de Pil­la­stri­ni — e Da­vi­de, al di là del­le pro­mo­zio­ni in se­rie, è un gio­ca­to­re che co­no­sce be­ne que­sto campionato. Siamo con­vin­ti pos­sa es­se­re adat­to per la De’ Lon­ghi».

E a que­sto pun­to per il ro­ster bian­co­blù non man­ca che la ci­lie­gi­na sul­la tor­ta già pre­pa­ra­ta, il cen­tro ti­to­la­re. Ma c’è da cre­de­re che sarà un ve­ro colpaccio.

In pan­chi­na Una ti­pi­ca «po­sa» di coa­ch Ste­fa­no Pil­la­stri­ni, al quar­to an­no al­la gui­da di Tvb

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.