Il Pre­mio Ber­to all’Afri­ca di Ca­mi­ni­to

«La gran­de A» del­la 29en­ne ro­ma­na giu­di­ca­to mi­glior ro­man­zo d’esor­dio. Una vi­cen­da am­bien­ta­ta tra Etio­pia ed Eri­trea co­lo­nia­li che pren­de spunto da una sto­ria fa­mi­lia­re

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Cultura & Spettacoli - Pier­fran­ce­sco Car­cas­si © RIPRODUZIONE RISERVATA

Ie­ri se­ra la ven­ti­no­ven­ne ro­ma­na Giu­lia Ca­mi­ni­to è sta­ta pro­cla­ma­ta vin­ci­tri­ce del Pre­mio Let­te­ra­rio Giu­sep­pe Ber­to, nel­la Piaz­zet­ta del Tea­tro a Mo­glia­no Ve­ne­to. A con­qui­star­le la pal­ma è sta­to il suo ro­man­zo d’esor­dio, La gran­de A (Giun­ti, 288 pa­gi­ne, 14 eu­ro): l’au­tri­ce - clas­se 1988 e lau­rea­ta in Fi­lo­so­fia po­li­ti­ca - lo ha am­bien­ta­to tra Etio­pia ed Eri­trea co­lo­nia­li, nei luo­ghi do­ve la sua bi­snon­na gui­da­va i ca­mion e con­trab­ban­da­va al­co­li­ci, i suoi non­ni si sono in­con­tra­ti e suo padre è na­to, at­tin­gen­do li­be­ra­men­te al­le vi­cen­de del­la pro­pria famiglia. «A spin­ger­mi nel la­vo­ro di ri­cer­ca – qua­si cin­que an­ni in tut­to, ndr - è sta­to il vo­ler ca­pi­re l’at­tua­li­tà, un com­pi­to per cui la let­te­ra­tu­ra può fa­re da pun­to di par­ten­za: mol­tis­si­mi ita­lia­ni di se­con­da ge­ne­ra­zio­ne ven­go­no dai pae­si che l’Ita­lia ha oc­cu­pa­to – ha spie­ga­to la scrit­tri­ce - Ho an­che col­to co­me la co­mu­ni­tà ita­lia­na in Afri­ca fosse un mi­cro­co­smo chiu­so con scar­si con­tat­ti con la po­po­la­zio­ne lo­ca­le: credo sia una ca­rat­te­ri­sti­ca an­che dell’Ita­lia di og­gi e il con­ser­va­to­ri­smo nel­la cu­ci­na ne è un esem­pio».

Il li­bro pren­de le mos­se nel secondo Do­po­guer­ra, con una sto­ria di emi­gra­zio­ne ver­so la «ter­ra promessa» d’Afri­ca, «La gran­de A», ap­pun­to: ca­ri­ca­ta di im­ma­gi­na­zio­ne e aspet­ta­ti­ve, è la me­ta del viag­gio del­la pic­co­la Gia­da, da Mi­la­no ad As­sab, in Eri­trea, per ri­con­giun­ger­si al­la madre Adi che lì ge­sti­sce un bar. Il rap­por­to tra Gia­da e Adi e il loro con­fron­to sono il car­di­ne at­tor­no al qua­le ruo­ta la nar­ra­zio­ne del­la pre­sen­za ita­lia­na nel Cor­no d’Afri­ca, tra gli an­ni Cin­quan­ta e Ses­san­ta.

La cin­qui­na fi­na­le ra­du­na­va tre scrit­to­ri e due scrit­tri­ci da va­rie par­ti d’Ita­lia, i cui la­vo­ri sono sta­ti se­le­zio­na­ti tra la cin­quan­ti­na di ope­re pri­me par­te­ci­pan­ti. C’era­no il tre­vi­gia­no Ni­co­la De Ci­lia – suo

Uno scan­da­lo bian­co (Rub­bet­ti­no, 290 pa­gi­ne, 14 eu­ro), la sto­ria di una ca­du­ta per­so­na­le all’ini­zio de­gli an­ni Ot­tan­ta - , ma an­che Parigi è un de­si­de­rio (Pon­te del­le Gra­zie, 320 pa­gi­ne, 16 eu­ro) in cui Andrea In­gle­se rac­con­ta tra mi­to gio­va­ni­le e ma­tu­ri­tà la ca­pi­ta­le fran­ce­se, per cui ha la­scia­to la sua Mi­la­no; com­ple­ta­va­no la ro­sa gli esor­di Un buon po­sto do­ve sta­re (La na­ve di Te­seo, 165 pa­gi­ne, 16 eu­ro), un­di­ci sto­rie di fra­gi­li­tà nel­la quo­ti­dia­no narrate da Fran­ce­sca Man­fre­di, emi­lia­na d’ori­gi­ne e re­si­den­te a Torino, e Or­fan­zia (Bom­pia­ni, 240 pa­gi­ne, 16 eu­ro), la­vo­ro del napoletano Athos Zon­ti­ni sul­la lot­ta di un bim­bo nel­la pro­ces­so di cre­sci­ta.

Ol­tre all’am­bien­ta­zio­ne co­lo­nia­le, po­co fre­quen­te nel­la nar­ra­ti­va ita­lia­na, a orien­ta­re i giu­ra­ti ver­so La gran­de A è sta­ta la vi­sio­ne che ne ha da­to l’au­tri­ce, com­po­sta e cre­di­bi­le, sen­za re­to­ri­ca e sen­za eso­ti­smo.

«Giu­lia Ca­mi­ni­to ha rac­con­ta­to una lon­ta­na e se­pol­ta sto­ria di famiglia per sen­ti­to di­re. Ascol­tan­do ri­cor­di di chi c’era, spes­so in se­con­da bat­tu­ta, ri­tro­van­do vec­chie te­sti­mo­nian­ze, ri­pe­scan­do co­se di­men­ti­ca­te. Il me­ri­to del suo li­bro è che fa ri­vi­ve­re quel pas­sa­to co­me se lei fosse sta­ta lì ac­can­to al­le sue ave, loro con­tem­po­ra­nea», ha com­men­ta­to il cri­ti­co e gior­na­li­sta del Cor­rie­re del­la Se­ra Antonio D’Or­ri­co, che ha pre­sie­du­to i giu­ra­ti Cri­sti­na Be­nus­si ed En­za Del Te­de­sco, en­tram­be dell’Università di Trie­ste, poi Giu­sep­pe Lu­po del­la Cat­to­li­ca di Mi­la­no, la scrit­tri­ce Lau­ra Pa­ria­ni e i gior­na­li­sti e cri­ti­ci Ste­fa­no Salis (Il So­le 24 Ore) e Ales­san­dro Zac­cu­ri (Av­ve­ni­re).

Si trat­ta del­la ven­ti­cin­que­si­ma edi­zio­ne del Pre­mio in­ti­to­la­to al­lo scrit­to­re mo­glia­ne­se e or­ga­niz­za­to dalla Fon­da­zio­ne in suo no­me: dal 1988 uni­sce i Co­mu­ni Mo­glia­no Ve­ne­to e Ri­ca­di, in Ca­la­bria, do­ve Ber­to scel­se di ri­sie­de­re.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.