Con­far­ti­gia­na­to: «Po­ten­zia­te il tri­bu­na­le o Tre­vi­so ri­schia l’or­di­ne pub­bli­co»

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Treviso - © RIPRODUZIONE RISERVATA

«La rab­bia del pro­cu­ra­to­re Dal­la Co­sta è com­pren­si­bi­le, la giu­sti­zia len­ta è un pro­ble­ma non so­lo dei tribunali ma di tut­to il ter­ri­to­rio. Per le im­pre­se si tra­du­ce in pe­san­ti ri­ca­du­te eco­no­mi­che e il ti­mo­re è che al­la lun­ga ar­ri­vi a crea­re ten­sio­ni so­cia­li». Ven­de­mia­no Sar­tor (in fo­to), pre­si­den­te di Con­far­ti­gia­na­to, espri­me la sua so­li­da­rie­tà a Mi­che­le Dal­la Co­sta: il pro­cu­ra­to­re ha ap­pre­so, nel­lo stes­so gior­no in cui chie­de­va rin­for­zi per Tre­vi­so, che un al­tro fun­zio­na­rio è sta­to spo­sta­to. E a ri­met­ter­ci (in ter­mi­ni di ral­len­ta­men­ti) po­treb­be es­se­re pro­prio la de­li­ca­ta in­chie­sta su Ve­ne­to Ban­ca. «L’an­no scor­so ave­va­mo lan­cia­to un ap­pel­lo al go­ver­no, tribunali già in­ta­sa­ti dal­la giu­sti­zia or­di­na­ria co­me Tre­vi­so e Vi­cen­za han­no bi­so­gno di mag­gio­ri ri­sor­se per af­fron­ta­re il fal­li­men­to del­le po­po­la­ri ve­ne­te – spie­ga Sar­tor -. Og­gi la si­tua­zio­ne non so­lo non è mi­glio­ra­ta, ma con­ti­nua a peg­gio­ra­re. Il pro­cu­ra­to­re ha il no­stro ap­pog­gio, se i pro­ce­di­men­ti le­ga­li han­no tem­pi lun­ghi e c’è il ri­schio di per­de­re par­te dei cre­di­ti o del­la pre­scri­zio­ne non si chia­ma più giu­sti­zia». Ci so­no azien­de che aspet­ta­no an­che die­ci an­ni un ri­sar­ci­men­to o il pa­ga­men­to dei ser­vi­zi, rac­con­ta e, se la rab­bia dei ri­spar­mia­to­ri non tro­ve­rà ri­spo­ste nel­la leg­ge, te­me di­sor­di­ni so­cia­li e di or­di­ne pub­bli­co: «La mi­su­ra è col­ma – chiu­de il pre­si­den­te de­gli ar­ti­gia­ni -, chi ha re­spon­sa­bi­li­tà in­ter­ven­ga, Tre­vi­so me­ri­ta più ri­spet­to». (s.ma.)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.