Buf­fa rac­con­ta quel ring a Kin­sha­sa

AL TEA­TRO DEL­LE ALI DI BRENO «A NIGHT IN KIN­SHA­SA»

Corriere della Sera (Brescia) - - DA PRIMA PAGINA - Di Elet­ta Floc­chi­ni a pa­gi­na

Quell’in­con­tro di boxe che cam­biò la sto­ria del­lo sport è tutto qui, nel rac­con­to av­vin­cen­te di un esper­to sto­ry­tel­ler — ma so­prat­tut­to gior­na­li­sta spor­ti­vo — co­me Fe­de­ri­co Buf­fa, che ri­per­cor­re la sfi­da epo­ca­le di due pe­si mas­si­mi, Geor­ge Fo­re­man e Mu­ham­mad Ali, nel cuo­re dell’Afri­ca.

An­drà in sce­na mercoledì pros­si­mo al­le 20.30 al Tea­tro del­le Ali di Breno lo spet­ta­co­lo in­ti­to­la­to «A night in Kin­sha­sa» di Fe­de­ri­co Buf­fa e Ma­ria Eli­sa­bet­ta Ma­rel­li: «È il ri­cor­do tea­tra­le del più fa­mo­so mat­ch di tut­ti i tem­pi — spie­ga Fe­de­ri­co Buf­fa — e del pri­mo ve­ro mo­men­to del­la sto­ria in cui l’Afri­ca di­vie­ne al cen­tro del mon­do in­te­ro».

Do­po il suc­ces­so di due sta­gio­ni fa con «Le Olimpiadi del 1936», Fe­de­ri­co Buf­fa tor­na con uno spet­ta­co­lo epi­co de­di­ca­to al­lo sport, ma que­sta vol­ta non in Eu­ro­pa e nem­me­no in America. Pro­ta­go­ni­sta as­so­lu­to è il con­ti­nen­te ne­ro: «Nell’au­tun­no del 1974 a Kin­sha­sa nel­lo Zai­re — pro­se­gue Buf­fa — il dit­ta­to­re Mo­bu­tu re­ga­la ai suoi sud­di­ti il mat­ch di boxe del millennio per il ti­to­lo mon­dia­le dei mas­si­mi, tra lo sfi­dan­te Mu­ham­mad Ali e il de­ten­to­re Geor­ge Fo­re­man. So­no en­tram­bi ne­ri afroa­me­ri­ca­ni, ma per la gen­te di Mo­bu­tu, Ali è il ne­ro d’Afri­ca che tor­na dai suoi fra­tel­li e al­lo sta­dio gri­da “Alì bo­ma yé”, Alì uc­ci­di­lo. È un in­con­tro epo­ca­le che va al di là del­la boxe, che par­la di ri­scat­to so­cia­le, di pa­ce, di di­rit­ti ci­vi­li». Al cen­tro del rac­con­to la fi­gu­ra di un per­so­nag­gio spor­ti­vo leg­gen­da­rio, Mu­ham­mad Alì (in ori­gi­ne Cas­sius Clay, pri­ma del­la con­ver­sio­ne all’Islam): «È sta­to l’uo­mo più fa­mo­so del­la ter­ra — sot­to­li­nea Fe­de­ri­co Buf­fa — e ha at­tra­ver­sa­to mez­zo se­co­lo di sto­ria. Non fu so­lo un gran­de spor­ti­vo, ma una fi­gu­ra in­fluen­te che cam­biò con il suo mo­do di fa­re pu­gi­la­to il mon­do del­lo sport, gra­zie a una ge­stua­li­tà straor­di­na­ria e a una gran­de con­sa­pe­vo­lez­za del ring».

Con il suo sti­le en­fa­ti­co e tra­vol­gen­te, Buf­fa ri­crea le emo­zio­ni di una not­te in­di­men­ti­ca­bi­le: «Ri­per­cor­re­rò non so­lo que­sto gran­de mat­ch, ma an­che i mo­men­ti più si­gni­fi­ca­ti­vi del­la vi­ta di Mu­ham­mad Alì aiu­ta­to dall’en­fa­si del­la mu­si­ca e dal­la ser­ra­ta par­ti­tu­ra scrit­ta ed ese­gui­ta al pia­no­for­te da Ales­san­dro Ni­di e rit­ma­ta dal­le per­cus­sio­ni di Se­ba­stia­no Ni­di, fon­da­men­ta­le per so­ste­ne­re un rac­con­to tea­tra­le di que­sto ge­ne­re che non può av­va­ler­si del­le im­ma­gi­ni sto­ri­che». Giun­to al­la se­con­da par­te del­la tour­née, lo spet­ta­co­lo «A night in Kin­sha­sa» ave­va già ot­te­nu­to gran­de suc­ces­so lo scor­so an­no. «Si trat­ta di un epi­so­dio del­la sto­ria spor­ti­va — di­ce Buf­fa — che mol­ti ri­cor­da­no ma che i gio­va­ni non co­no­sco­no, poi­ché ri­sa­le agli an­ni Set­tan­ta. Lun­go la li­nea nar­ra­ti­va del mat­ch, cer­co quin­di di ri­co­strui­re an­che per lo­ro l’im­por­tan­za di un cam­pio­ne as­so­lu­to».

"Buf­fa

È un in­con­tro epo­ca­le che va al di là del­la boxe, che par­la di ri­cat­to so­cia­le, di pa­ce e di di­rit­ti ci­vi­li. Alì non fu so­lo un gran­de spor­ti­vo, cam­biò il mon­do del­lo sport

In sce­na Fe­de­ri­co Buf­fa du­ran­te il suo spet­ta­co­lo (fo­to Ser­gio Vi­scia­no)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.