“VIAG­GIO LEG­GE­RA, SUL FI­LO DELL’IRO­NIA”

Di­sin­can­ta­ta e di­ver­ten­te, Char­lot­te Le Bon è la ra­gaz­za del mo­men­to. Do­po una (ra­pi­da) car­rie­ra da mo­del­la e pre­sen­ta­tri­ce me­teo, il ci­ne­ma si è in­na­mo­ra­to di lei. Ora è nel nuo­vo film di Ze­mec­kis. E le ri­ma­ne so­lo un de­si­de­rio. Di un mi­ra­co­lo...

Corriere della Sera - Io Donna - - Attrici In Carriera - Di Mat­tia Pa­squi­ni, fo­to di Mar­cel Hart­mann Chi ha in­ca­stra­to Ro­ger Rab­bit, Flight) The Walk. Aste­rix & Obe­lix al ser­vi­zio di Sua Mae­stà. Lau­rent de Out Rider, Yves Saint In­si- Ea­sy ndr),

en­tot­to an­ni, ca­na­de­se di Mon­treal, per Ro­bert Ze­mec­kis (re­gi­sta di

si è ar­ram­pi­ca­ta in ci­ma al­le tor­ri ge­mel­le del World Tra­de Cen­ter, “ri­co­strui­te” per l’oc­ca­sio­ne. È lei, in­fat­ti, la ra­gaz­za di Phi­lip­pe Pe­tit, l’uo­mo che cam­mi­nò sul fi­lo so­spe­so tra le due tor­ri nel 1974 e la cui sto­ria è rac­con­ta­ta in Ma Char­lot­te Le Bon ado­ra le sfi­de im­pos­si­bi­li. Co­me con­qui­sta­re De­par­dieu e la De­neu­ve sul set di

Ado­ra pu­re gli uo­mi­ni ti­mi­di, an­che se de­ve “vio­len­tar­li”, e il suo cor­po, ma non ri­cor­re­reb­be mai al chiu­rur­go este­ti­co, pur spe­ran­do che un in­ter­ven­to di­vi­no le au­men­ti il dé­col­le­té. Avreb­be vo­lu­to de­di­ca­re più tem­po al­le sue do­ti di il­lu­stra­tri­ce e di street ar­ti­st, ma or­mai il ci­ne­ma si è in­na­mo­ra­to di lei. Mo­del­la, pre­sen­ta­tri­ce e fi­glia d’ar­te, no­no­stan­te ab­bia vi­sto pe­na­re i suoi ge­ni­to­ri - at­to­ri en­tram­bi - in at­te­sa di chia­ma­te mai ar­ri­va­te, è pas­sa­ta da Miss Me­teo a Vic­toi­re Dou­tre­leau, mu­sa del­lo sti­li­sta in

e sa­rà an­che la vo­ce prin­ci­pa­le del­la ver­sio­ne fran­ce­se di

del­la Pi­xar. L’han­no de­scrit­ta co­me “ac­ces­si­bi­le, inac­ces­si­bi­le e quin­di af­fa­sci­nan­te”, ma lei è pron­ta a scher­za­re su tut­to e tut­ti, ado­ra ri­de­re e far ri­de­re. Se dif­fi­cil­men­te rea­liz­ze­rà il so­gno di in­con­tra­re il Jack Ni­chol­son di

ma­ga­ri in spiag­gia, mol­ti al­tri so­no al­la sua por­ta­ta.

Parigi, Mon­treal, gli Sta­ti Uni­ti… La sua vi­ta sta di­ven­tan­do un so­gno...

È tut­to trop­po per­fet­to! Non sve­glia­te­mi! So­lo tre an­ni fa ero nel­la mia stan­zet­ta di Mon­treal e ora so­no qui, spe­ro non sia tut­to e che du­ri un al­tro po’ al­me­no…

A Mon­treal è tor­na­ta per gi­ra­re

con Ze­mec­kis.

The

Walk È sta­to fan­ta­sti­co! So­no na­ta e cre­sciu­ta a Mon­treal, an­che se gli ul­ti­mi cin­que an­ni ho vis­su­to a Parigi. So­no so­praf­fat­ta da quel­lo che sta suc­ce­den­do.

Co­no­sce­va Ze­mec­kis? Qual è il suo film che pre­fe­ri­sce?

Non so, for­se

che

È ve­ro che do­po la gior­na­ta sul set, vi in­con­tra­va­te la se­ra per ve­de­re i film di Ze­mec­kis tut­ti in­sie­me?

Sì, ogni not­te. Ci ve­de­va­mo in al­ber­go, da Jo­se­ph (Gor­don-Le­vitt e or­di­na­va­mo del ci­bo. Cre­do ab­bia pa­ga­to lui per tut­ti i film, ora che ci pen­so… Vo­ta­va­mo qua­le ve­de­re e poi ce lo go­de­va­mo. È sta­to co­sì di­ver­ten­te, co­me tor­na­re bam­bi­ni.

Lei era l’uni­ca ra­gaz­za…

Si, l’uni­ca! Bel­lis­si­mo!

Ma qual­co­sa le sa­rà co­sta­to fa­ti­ca?

Pro­ba­bil­men­te im­pa­ra­re a suo­na­re la chi­tar­ra, dif­fi­ci­lis­si­mo!

Char­lot­te Le Bon è na­ta a Mon­treal 28 an­ni fa. Fi­glia di at­to­ri, ha co­min­cia­to co­me mo­del­la fa­cen­do la spo­la tra il Ca­na­da e la Fran­cia. Poi è sta­ta Miss Me­teo per Ca­nal+ e cro­ni­sta.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.