Cor­rie­re del­la Se­ra,

Corriere della Sera - Io Donna - - Mutazioni D’attrice - Sol­fe­ri­no 28 ndr), Cor­rie­re

cioè la Sca­la se­con­do Ro­ber­to Bol­le, o di Ca­po­ton­di.

Com’è Mi­la­no vi­sta da una ro­ma­na che ci vi­ve da 8 an­ni?

La amo co­me si ama­no le co­se che si scel­go­no.

Mo­ti­vi del­la scel­ta?

Il mio com­pa­gno (il con­dut­to­re tv e im­pren­di­to­re An­drea Pez­zi, che è di Ra­ven­na vi­ve qui da mol­ti an­ni. Una vol­ta mi so­no ri­tro­va­ta su un Frec­cia­ros­sa a mez­za­not­te il 23 di­cem­bre: e ho pen­sa­to che for­se era il ca­so di far­lo de­fi ni­ti­va­men­te, quel viag­gio. Ro­ma è la mia cit­tà, ci so­no na­ta e lì c’è la mia fa­mi­glia ma se pen­so a un po­sto in cui va­le la pe­na vi­ve­re pen­so a Mi­la­no. Di­co­no che ti vuo­le be­ne so­lo se sei pro­dut­ti­vo, in real­tà qui mol­ti la­vo­ra­no, mi ri­fe­ri­sco a tan­ti grup­pi di ami­ci che fan­no im­pre­sa, an­che per sta­re in­sie­me in mo­do uti­le; ed è una co­sa che mi pia­ce mol­to. Cor­rie­re? Mi­la­no ti fa ve­ni­re vo­glia di fa­re. È ca­pa­ce di ca­la­mi­ta­re pro­dut­ti­vi­tà co­me po­che al­tre cit­tà, e quin­di per rac­con­tar­la ho pen­sa­to al­le sue ec­cel­len­ze. Il è una di que­ste. Mi so­no lau­rea­ta in Scien­ze del­la Co­mu­ni­ca­zio­ne ed è sem­pre sta­to in qual­che mo­do il “mio” gior­na­le.

Com’è an­da­ta in re­da­zio­ne?

Non mi aspet­ta­vo tan­ta di­spo­ni­bi­li­tà. Han­no vo­lu­to per­si­no che scri­ves­si un ar­ti­co­lo sul­la Ro­ma (so­no una ti­fo­sis­si­ma), un so­gno per me. Ci so­no sta­ta più vol­te dal 27 gen­na­io, Gior­na­ta del­la me­mo­ria, al 30 apri­le, ultimo gior­no del­la di­re­zio­ne di Fer­ruc­cio de Bor­to­li, che al­la fi­ne scher­zan­do mi ha chie­sto se vo­le­vo la fir­ma per il pra­ti­can­ta­to... In mez­zo ci so­no sta­ti

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.