“STO CON LU­CA DA VENT’AN­NI”

“Ma non è come pen­sa­te voi: il no­stro è un le­ga­me di fa­mi­glia” dice Til­da Swin­ton, che con Gua­da­gni­no ha un’ami­ci­zia so­li­dis­si­ma “fat­ta an­che di film na­ti in­tor­no al ta­vo­lo del­la cu­ci­na”. E se vo­le­te far ar­rab­bia­re il re­gi­sta chie­de­te­gli se l’at­tri­ce sc

Corriere della Sera - Io Donna - - Cover Story - Di Pao­la Pia­cen­za, fo­to di San­dro Kopp per Io don­na A Big­ger Spla­sh, Io don­na ri­de),

Tre e 1/2. e non è fi­ni­ta. Nel cur­ri­cu­lum vi­tae com­pi­la­to a 4 ma­ni da Lu­ca Gua­da­gni­no e Til­da Swin­ton la li­sta dei pro­get­ti co­mu­ni - film, op­pu­re con­ver­sa­zio­ni fil­ma­te (sul ci­ne­ma, la so­li­tu­di­ne, l’amo­re) - è de­sti­na­ta ad al­lun­gar­si. Lui che di fron­te al re­gi­stra­to­re con­fes­sa «di ar­ros­si­re al pen­sie­ro di par­la­re di un rap­por­to tan­to in­ti­mo come quel­lo che ho con Til­da», sta per con­se­gna­re al­le sa­le (il 26 no­vem­bre) pel­li­co­la re­frat­ta­ria al­le de­fi­ni­zio­ni: dram­ma ero­ti­co? Noir? Di si­cu­ro film rock’n’roll con lei, sor­ta di Da­vid Bo­wie che un tem­po muo­ve­va le fol­le e in­fiam­ma­va gli sta­di, a rap­pre­sen­ta­re il ver­ti­ce di un qua­dran­go­lo acu­mi­na­to e pe­ri­co­lo­so. In­sie­me han­no por­ta­to la lo­ro sto­ria in­ti­to­la­ta come il ce­le­bre qua­dro di Da­vid Hoc­k­ney e po­po­la­ta di con­flit­ti (quel­lo mol­to vi­ri­le tra Ral­ph Fien­nes e Mat­thias Schoe­naerts, quel­lo ge­ne­ra­zio­na­le tra la lo­li­ta Da­ko­ta John­son e tut­ti gli al­tri) in una pri­gio­ne a cie­lo aper­to, as­so­la­ta e sfer­za­ta dai ven­ti: l’iso­la di Pan­tel­le­ria, luo­go dove nes­su­na me­dia­zio­ne è pos­si­bi­le. ha chie­sto al re­gi­sta e al­la sua mu­sa (ma è pro­prio co­sì?) di po­sa­re per l’obiet­ti­vo di San­dro Kopp, ar­ti­sta te­de­sco e, dal 2004, com­pa­gno di Til­da Swin­ton: scat­ti di un al­bum di fa­mi­glia tra il Me­di­ter­ra­neo e Lon­dra. E poi di pro­va­re a rac­con­ta­re il mi­ste­ro di un’ami­ci­zia, di “una con­ver­sa­zio­ne inin­ter­rot­ta” come pre­fe­ri­sce chia­mar­la lei, che du­ra or­mai da vent’an­ni.

Til­da Swin­ton, 55 an­ni com­piu­ti il 5 no­vem­bre, e Lu­ca Gua­da­gni­no, 44. Il lo­ro pri­mo film in­sie­me,

gi­ra­to a Lon­dra, ri­sa­le al 1999. Dif­fi­ci­le met­te­re eti­chet­te al­le re­la­zio­ni, ma ci vo­le­te pro­va­re?

Til­da Swin­ton Io e Lu­ca sia­mo part­ner. Han­no usa­to la parola “mu­sa” per me in re­la­zio­ne a co­sì tan­te per­so­ne…( pen­san­do di far­mi un com­pli­men­to, ma qua­si mai è ve­ro. Di cer­to non è ve­ro con Lu­ca. Lu­ca Gua­da­gni­no Mi sec­ca quan­do leg­go sui gior­na­li “la mu­sa di Lu­ca Gua­da­gni­no”. È un equi­vo­co frut­to di pi­gri­zia men­ta­le e con una pun­ta di mi­so­gi­nia. Non co­no­sco nes­su­no che sia me­no mu­sa di Til­da. Es­se­re mu­sa vuol di­re ca­ta­liz­za­re su di sé in ma­nie­ra pas­si­va lo sguar­do di qual­cu­no che è in­ve­ce at­ti­vo, che fa, crea, che s’ispi­ra. Ma Til­da è un’ar­ti­sta a 360 gra­di con una ca­pa­ci­tà crea­ti­va che una mu­sa non ha.

Lu­ca, lei ne su­bì il fa­sci­no quan­do, re­gi­sta esor­dien­te, le spe­dì la sua pri­ma sce­neg­gia­tu­ra, per sco­pri­re poi che l’agen­te di lei non gliel’ave­va mai con­se­gna­ta…

LG Mi pia­ce­va il suo mon­do, il nord Eu­ro­pa, amo le sue ter­re, la Sco­zia è un po­sto pie­no di po­ten­za. Mi af­fa­sci­na che Til­da pro­ven­ga da una fa­mi­glia di gran­de ri­go­re, il pa­dre era un ge­ne­ra­le. Mi af­fa­sci­na sa­pe­re che la sua for­ma­zio­ne po­li­ti­ca e

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.