IL LI­MI­TE DI MA­RI­NE

Corriere della Sera - Io Donna - - Second Life -

fi­da­te­vi: ma­ri­ne le pen è so­prav­va­lu­ta­ta. Non è una scioc­ca, e non è un dia­vo­lo. Ma è so­prav­va­lu­ta­ta. È sta­ta abi­lis­si­ma a usci­re dall’an­go­lo all’estre­ma de­stra in cui il suo Front Na­tio­nal era re­le­ga­to. È sta­ta se­ve­ra ma giu­sta nel rom­pe­re con il pa­dre, an­co­ra­to a un an­ti­se­mi­ti­smo gre­ve e inac­cet­ta­bi­le; pe­rò, se è un lea­der po­li­ti­co, lo de­ve pro­prio al fat­to di es­se­re fi­glia di pa­pà. Ma­ri­ne si muo­ve con in­tel­li­gen­za tra le li­nee, ol­tre le ca­te­go­rie tra­di­zio­na­li di de­stra e si­ni­stra. Ma non è quel ge­nio del­la po­li­ti­ca che vie­ne pre­sen­ta­to a vol­te in Ita­lia. Può co­glie­re suc­ces­si par­zia­li. Ma è dif­fi­ci­lis­si­mo che di­ven­ti pre­si­den­te di Fran­cia. Fin dal­le pri­mis­si­me ore do­po la stra­ge di Pa­ri­gi era evi­den­te che il Front Na­tio­nal ne avreb­be trat­to gio­va­men­to: sta­vol­ta i ber­sa­gli non era­no vi­gnet­ti­sti ir­ri­ve­ren­ti e iper­mer­ca­ti ko­sher, i ter­ro­ri­sti han­no spa­ra­to nel muc­chio; non era­no in gio­co la li­ber­tà d’espres­sio­ne ma la vi­ta, non Vol­tai­re ma i fi­gli. La si­tua­zio­ne è aper­tis­si­ma. La sto­ria di Fran­cia si è av­via­ta su un per­cor­so ine­splo­ra­to, e può suc­ce­de­re di tut­to. Ma che il fu­tu­ro ap­par­ten­ga a Ma­ri­ne, è le­ci­to du­bi­tar­lo.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.