CO­ME UN FO­GLIO DI CAR­TA

Corriere della Sera - Io Donna - - Oroscopo - Len­ge, Sto­ria del­la brut­tez­za #A4­wai­st, Quo­ti­dia­no del Po­po­lo, Il­lu­stra­zio­ne di An­drea Pi­stac­chi Sto­ria del­la bel­lez­za

Si può mi­su­ra­re la bel­lez­za? C’è un cal­co­lo ma­te­ma­ti­co che ci as­si­cu­ra i ca­no­ni este­ti­ci per­fet­ti? Per­fet­ti per chi, poi, è tut­to da ve­de­re. Co­me ha spie­ga­to Um­ber­to Eco nel­la sua esau­sti­va e con­se­guen­te ( Bom­pia­ni), le va­ria­bi­li per que­sto ti­po di con­si­de­ra­zio­ni so­no in­fi­ni­te. Tan­to che, al­la fi­ne di ogni elu­cu­bra­zio­ne fi lo­so­fi­ca, si è spin­ti ad ab­brac­cia­re il po­po­la­re as­sio­ma di gran­de sag­gez­za che re­ci­ta: «Ogni scar­ra­fo­ne è bel­lo a mam­ma so­ja...». Il re­la­ti­vi­smo este­ti­co è da sem­pre uno de­gli ar­go­men­ti più di­bat­tu­ti. E per for­tu­na c’è sta­to Ru­bens, pit­to­re che, non di­sde­gnan­do le don­ne car­no­se, tra­mi­te i suoi ca­po­la­vo­ri, ha con­fe­ri­to le­git­ti­mi­tà ai fa­mo­si chi­li di trop­po. Ma l’ar­te e la vi­ta, nel­la lo­ro ri­pro­du­ci­bi­li­tà pub­bli­ci­ta­ria, stan­no crean­do mol­te dif­fi­col­tà, spe­cial­men­te a chi è co­stret­to - per so­prav­vi­ve­re nel grup­po - a con­fron­ta­re il pro­prio pro­fi­lo Fb con al­tri mi­lio­ni di coe­ta­nei. E, se una mar­ca di jeans de­ci­de che la ta­glia idea­le per in­dos­sa­re i pro­pri mo­del­li, è una tren­ta­sei scar­sa, la que­stio­ne si fa spi­no­sa, spe­cial­men­te in pie­na età ado­le­scen­zia­le. Dif­fi­ci­le met­ter­si nei pan­ni di un eser­ci­to di ra­gaz­zi­ne ci­ne­si al­le pre­se con una del­le più idio­te sfi­de del mo­men­to. Si trat­ta dell’A4C­hal

con­cor­so di bel­lez­za on li­ne che in­vi­ta a fo­to­gra­far­si con un fo­glio A4 sul­la pan­cia. Na­tu­ral­men­te in ver­ti­ca­le. Se si rien­tra nel­la mi­su­ra del fo­glio - 53 cen­ti­me­tri- si può ti­ra­re un so­spi­ro di sol­lie­vo, al­tri­men­ti son do­lo­ri.

L’on­ta di es­se­re scar­ta­te da un pez­zo di car­ta è in­sop­por­ta­bi­le. Que­sta pe­ri­co­lo­sa stu­pi­dag­gi­ne è sta­ta lan­cia­ta da Wei­bo, sor­ta di Twit­ter ci­ne­se, e ha ot­te­nu­to cen­to mi­lio­ni di vi­sua­liz­za­zio­ni: l’ha­sh­tag del con­cor­so, è sta­to pub­bli­ca­to an­che dal or­ga­no uf­fi­cia­le del Par­ti­to co­mu­ni­sta ci­ne­se. È in­cre­di­bi­le co­me un go­ver­no co­sì abi­le nel­la cen­su­ra, quan­do sa­reb­be ne­ces­sa­ria, si di­strag­ga. Per for­tu­na, l’iro­nia non si è fat­ta at­ten­de­re. «In Ci­na i ca­no­ni di bel­lez­za so­no co­mu­ni e scon­ta­ti. La gen­te è con­vin­ta che la bel­lez­za pos­sa es­se­re mi­su­ra­ta» ha com­men­ta­to Xiao Mei­li, gio­va­ne at­ti­vi­sta per i di­rit­ti al­le don­ne. Ne vor­rem­mo sa­pe­re di più di Mei­li e del­le sue ami­che spes­so ar­re­sta­te so­lo per­ché com­bat­to­no la vio­len­za con­tro le don­ne che pro­spe­ra nel lo­ro Pae­se co­me in mol­ti al­tri e nel no­stro. Te­nia­mo d’oc­chio que­sta im­pa­vi­da ra­gaz­za che ha af­fron­ta­to una ma­ra­to­na di ol­tre due­mi­la km, da Bei­jing a Guang­z­hou, per pub­bli­ciz­za­re una cam­pa­gna con­tro gli abu­si ses­sua­li. E ha da­to vi­ta a un con­tro-con­cor­so di bel­lez­za on li­ne per com­bat­te­re gli ste­reo­ti­pi di ge­ne­re, chie­den­do al­le gio­va­ni ci­ne­si di po­sta­re un sel­fie con le ascel­le non ra­sa­te! Non vi scan­da­liz­za­te: an­che So­phia Lo­ren esi­bi­va que­sto ti­po di tro­feo in una splen­di­da fo­to de­gli an­ni ’50 e non per que­sto ha in­ter­rot­to la sua car­rie­ra di sex-sym­bol.

fio­re con­si­glia­to: Cle­ma­tis Mon­ta­na var. Ru­bens Odo­ra­ta

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.