Vo­le­vo un rea­li­smo nuo­vo, che non pre­stas­se at­ten­zio­ne so­lo al­la di­men­sio­ne uma­na, dun­que non so­lo per­so­nag­gi uma­ni, ma an­che bam­bo­le, ro­bot, sta­tue. In Giap­po­ne fan­no i fu­ne­ra­li alle bam­bo­le

Corriere della Sera - Io Donna - - Storie Gotiche -

L’ha let­to qual­cu­no? Mia ma­dre che cer­cò di far­mi edi­ting: “Tra­sfor­ma la bam­bi­na in bam­bo­la”, vo­le­va cor­reg­ge­re il mio im­ma­gi­na­rio. E lei? L’ho la­scia­ta bam­bi­na. Cos’è per lei la scrit­tu­ra? In Oc­ci­den­te la scrit­tu­ra è na­ta per sco­pi com­mer­cia­li. In Ci­na per sco­pi spi­ri­tua­li. Co­me tra­scri­zio­ne del­le ri­spo­ste de­gli dei alle do­man­de de­gli uo­mi­ni. Ec­co, io so­no più le­ga­ta all’idea di scrit­tu­ra ci­ne­se. Per­ché? Mi sen­to mol­to più una scrit­tri­ce che una per­so­na. Lo so, sem­bra una posa... ma la mia mo­da­li­tà di par­te­ci­pa­zio­ne al­la vi­ta ha più a che fa­re con la nar­ra­zio­ne che con la mia di­ret­ta par­te­ci­pa­zio­ne. Vi­ve po­co? Vi­vo mol­tis­si­mo per con­tra­sta­re la ten­den­za a iper-os­ser­va­re. In che mo­do fa espe­rien­za? In ter­za per­so­na. An­che Yu­ki, la pro­ta­go­ni­sta del li­bro? Yu­ki ver­so la fi­ne del li­bro pas­sa dal­la ter­za per­so­na al­la pri­ma. Chi so­no i Bam­bi­ni di fer­ro? Il ri­sul­ta­to di un espe­ri­men­to fal­li­to. Nel bud­di­smo an­ti­co: le men­ti trop­po bi­so­gno­se e dun­que im­pos­si­bi­li da sal­va­re. Il bi­so­gno ren­de fra­gi­li? Il dram­ma di Yu­ki è es­se­re co­sì bi­so­gno­sa. Trop­po bi­so­gno ti espo­ne a tut­to il ma­le del mon­do. Lei è bi­so­gno­sa? Ho mol­te co­stel­la­zio­ni. Cam­bio ogni an­no cit­tà, non ho una ca­sa do­ve ri­tro­va­re le mie co­se. Co­strui­sco mon­di

La co­per­ti­na di

ul­ti­mo li­bro di Vio­la Di Gra­do, edi­to da La na­ve di Te­seo.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.