Nel­la cit­tà di Al­ta­mi­ra, con il can­tie­re in cor­so, la po­po­la­zio­ne è esplo­sa. So­no col­las­sa­ti i ser­vi­zi, ed è in au­men­to cri­mi­na­li­tà, dro­ga, pro­sti­tu­zio­ne

Corriere della Sera - Io Donna - - Dietro Le Apparenze - Brasile -

E il più for­te ha vin­to, quel­lo del sud-est e quel­lo del po­te­re», ri­flet­te Dal Mar­con­des. «È un in­te­ro si­ste­ma di svi­lup­po che è fal­li­to», ag­giun­ge.

Thais San­ti spie­ga in­fa­ti­ca­bi­le il gio­co truc­ca­to su cui pog­gia l’ope­ra. Nor­te Ener­gia è una crea­tu­ra del­lo Sta­to che ne con­trol­la la pro­prie­tà; ma è una società pri­va­ta, con­ces­sio­na­ria uni­ca. Per cui può gio­ca­re con due ma­sche­re. Rac­con­ta il gior­na­li­sta: «Co­me im­pre­sa pub­bli­ca ad Al­ta­mi­ra ha co­strui­to ac­que­dot­to e re­te fo­gna­ria. Ma non li ha al­lac­cia­ti al­le ca­se: pro­ble­ma del co­mu­ne, ha det­to, sia­mo un’im­pre­sa pri­va­ta. E co­sì si con­ti­nua sen­za ac­qua po­ta­bi­le e a sver­sa­re nel fiu­me».

E an­co­ra. Le au­to­riz­za­zio­ni am­bien­ta­li so­no sta­te date dall’Iba­ma che è un en­te go­ver­na­ti­vo e non in­di­pen­den­te. E co­sì lo è il Fu­nai per i vin­co­li in­di­ge­ni. «Men­tre la De­fen­so­ria Pu­bli­ca, che do­vreb­be es­se­re a fian­co dei cit­ta­di­ni, nean­che si pre­sen­ta­va al­le au­di­zio­ni», rac­con­ta Thais San­ti.

Cer­to, ci so­no vo­lu­ti 35 vo­lu­mi per re­di­ge­re lo Stu­dio di Im­pat­to Am­bien­ta­le. Il via li­be­ra è ar­ri­va­to in cam­bio di ope­re e pro­gram­mi di com­pen­sa­zio­ne (al­cu­ni an­che tren­ten­na­li) pa­ri a 4,5 mi­liar­di di Real (oltre 1 mi­liar­do di eu­ro) sui 30 del pro­get­to com­ples­si­vo. Ma la stes­sa Iba­ma ha nel frat­tem­po com­mi­na­to ben 12 san­zio­ni per vio­la­zio­ni am­bien­ta­li e al­tret­tan­te il Mi­ni­ste­rio Pu­bli­co Fe­de­ral per le fe­ri­te ai di­rit­ti in­di­ge­ni. Chiun­que sa or­mai che per con­vin­ce­re le co­mu­ni­tà na­ti­ve fu­ri­bon­de, la Nor­te Ener­gia le ha som­mer­se di re­ga­li, al­col, te­le­fo­ni­ni, fri­go­ri­fe­ri, bar­che e pick up. Un sac­cheg­gio so­cia­le. «Si chia­ma et­no­ci­dio», in­si­ste la pro­cu­ra­tri­ce.

E poi c’è Al­ta­mi­ra, che ha vi­sto i pro­pri abi­tan­ti cre­sce­re da 100 mi­la a 150 mi­la, 25 mi­la so­lo di ope­rai del can­tie­re. La cit­tà ne è usci­ta sfi­gu­ra­ta. Il pae­sag­gio ur­ba­no è mol­to me­no ro­man­ti­co dell’abi­tua­le ca­lu­ra ap­pic­ci­co­sa dei tro­pi­ci, il caos del traf­fi­co, le acro­ba­ti­che dan­ze di tec­no­bre­ga e la quan­ti­tà di cor­pi se­du­cen­ti. La real­tà è che i ser­vi­zi so­no col­las­sa­ti, gli af­fit­ti e i prez­zi vo­la­ti, ris­se e fur­ti au­men­ta­ti del 40 per cen­to, pro­sti­tu­zio­ne e traf­fi­co di dro­ga co­me mai pri­ma. «Un gior­no Be­lo Mon­te sa­rà giu­di­ca­to», ri­pe­te Thais San­ti. E for­se quel gior­no non è poi co­sì lon­ta­no.

Un quar­tie­re di Al­ta­mi­ra che ver­rà allagato dal­le ac­que de­via­te con la di­ga di Be­lo Mon­te.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.