AUNG, FAI QUAL­CO­SA DA PRE­MIO NO­BEL

Corriere della Sera - Io Donna - - Colonne D’autore / 4 - Real­po­li­tik. fven­tu­ri­ni500@gmail.com

an­che un pre­mio no­bel per la Pa­ce me­ri­ta di es­se­re cri­ti­ca­to se dimentica i suoi va­lo­ri. Aung San Suu Kyi, la lea­der bir­ma­na che ha vis­su­to quin­di­ci an­ni agli ar­re­sti do­mi­ci­lia­ri e che ora è riu­sci­ta a por­ta­re la de­mo­cra­zia nel suo Pae­se do­po aver stra­vin­to le ele­zio­ni, è me­ri­ta­ta­men­te un’ico­na li­ber­ta­ria. Sen­za il suo coraggio, sen­za la sua te­na­cia, la dit­ta­tu­ra mi­li­ta­re non sa­reb­be sta­ta scon­fit­ta. Ma tan­ti me­ri­ti non pos­so­no e non de­vo­no can­cel­la­re il fat­to che nel suo sin qui esal­tan­te cur­ri­cu­lum co­min­cia a for­mar­si una mac­chia. Myan­mar, co­me si chia­ma ora la Bir­ma­nia, ha una po­po­la­zio­ne a for­te mag­gio­ran­za bud­di­sta. Ma esi­ste an­che una for­te mi­no­ran­za isla­mi­ca: i Ro­hin­gya, vit­ti­me di una ter­ri­bi­le re­pres­sio­ne nel 2012 e da sem­pre emar­gi­na­ti, sot­to­po­sti a di­scri­mi­na­zio­ni, privati dei più ba­si­la­ri di­rit­ti ci­vi­li. I na­zio­na­li­sti bud­di­sti li chia­ma­no “ben­ga­le­si”, e so­sten­go­no che de­vo­no an­dar­se­ne a casa lo­ro. Ma que­sta casa non esi­ste. E ha de­sta­to stu­po­re che Aung, po­co do­po aver as­sun­to i suoi nuo­vi po­te­ri, ab­bia chie­sto all’ambasciatore Usa di evi­ta­re il ter­mi­ne Ro­hin­gya e si sia co­sì al­li­nea­ta al­le po­si­zio­ni de­gli estre­mi­sti. An­che le ico­ne de­vo­no ra­gio­na­re, ri­spon­do­no i suoi col­la­bo­ra­to­ri: non è an­co­ra il mo­men­to di ir­ri­ta­re i na­zio­na­li­sti bud­di­sti, di spaccare il nuo­vo Par­la­men­to o di tur­ba­re i rap­por­ti con i mi­li­ta­ri ri­ma­sti a guar­da­re. For­se que­sta è una sag­gia

Ma da una eroi­na co­me lei non me l’aspet­ta­vo. Si av­vi­ci­na il mo­men­to di man­dar­le un mes­sag­gio che i po­li­ti­ci ita­lia­ni ca­pi­reb­be­ro al vo­lo: “Aung, fai qual­co­sa da Pre­mio No­bel”.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.