Gli uo­mi­ni pre­fe­ri­sco­no le bion­de.

Corriere della Sera - Io Donna - - Il Prezzo Della Gioia - Friends Dia­monds are a girl’s be­st Har­ry Win­ston!. Tif­fa­ny’s! / Car­tier! / pro­duct pla­ce­ment, Mo­tion Pic­tu­re. Il gior­no che ho ri­ce­vu­to il mio dia­man­te,

far­si scap­pa­re l’oc­ca­sio­ne, e bom­bar­dò Hol­ly­wood con lo slo­gan co­nia­to da Ge­re­ty. Quan­do il film uscì nel 1953, con Ma­ri­lyn Mon­roe nel ruo­lo prin­ci­pa­le, il to­no più sar­ca­sti­co del mu­si­cal era spa­ri­to, e

ve­ni­va can­ta­ta con pas­sio­ne da un’ele­gan­tis­si­ma Mon­roe in abi­to fuc­sia. Im­prov­vi­sa­men­te, tut­te le don­ne, an­che le più ri­spar­mio­se, vo­le­va­no es­ser lei, e la can­zo­ne spie­ga­va esat­ta­men­te co­me fa­re: di­gnam fu la pio­nie­ra di quel­lo che og­gi chia­mia­mo e uno dei suoi gran­di suc­ces­si fu un ser­vi­zio sul­la ri­vi­sta S’in­ti­to­la­va

e c’era­no fo­to e in­ter­vi­ste di celebrities. «Era il più gran­de che aves­si mai vi­sto» rac­con­ta­va Jay­ne Man­sfield. «La no­stra ca­sa non è an­co­ra del tut­to ar­re­da­ta, ma nel­le ce­ne a lu­me di can­de­la il dia­man­te si ri­flet­te sul­le pa­re­ti, il­lu­mi­nan­do il nostro ti­nel­lo fe­li­ce». Nel 1954, Ma­ri­lyn spo­sò Joe DiMag­gio, che le do­nò un anel­lo eter­ni­ty con 36 bril­lan­ti. Nien­te in con­fron­to al so­li­ta­rio di 10,47 ca­ra­ti che un an­no do­po Ra­nie­ri di Mo­na­co avreb­be re­ga­la­to a Gra­ce.

Ma i con­su­ma­to­ri, ca­pì Di­gnam, non an­da­va­no so­lo sba­lor­di­ti: an­da­va­no in­for­ma­ti. Ayer re­clu­tò una gio­va­ne ve­do­va, che gi­rò il Pae­se te­nen­do le­zio­ni sui dia­man­ti. Chie­se, uni­ver­si­tà, radio lo­ca­li. «I dia­man­ti so­no un buon in­ve­sti­men­to?» si chie­de­va Gla­dys Han­na­ford. E ri­spon­de­va: «Cos’al­tro può con­vin­ce­re una don­na a cu­ci­na­re per un uo­mo, star­lo a sen­ti­re e cu­cir­gli i bot­to­ni?». Tut­ti que­gli sfor­zi fu­ro­no ri­pa­ga­ti. Nel 1959, l’80 per cen­to del­le fu­tu­re spo­se ave­va ri­ce­vu­to anel­li di dia­man­ti, e i ca­ra­ti an­da­va­no au­men­tan­do. Un dia­man­te era dav­ve­ro per sem­pre. E una bra­va pub­bli­ci­ta­ria non ha prez­zo.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.