“LE MA­DRI OG­GI? FOR­TI, TAN­TO DA CRE­SCE­RE UN ATLE­TA OLIMPICO”

Corriere della Sera - Io Donna - - Agenda D’estate - Don­na Gra­zie di cuo­re, Mam­ma Io di Ele­na Me­li it/spe­cia­le/rio-2016-spe­cia­le- olim­pia­di. ma io­don­na.it Gra­zie di cuo­re, Mam-

So­no im­pe­gna­te ma de­ter­mi­na­te quel­le che emer­go­no da una ri­cer­ca mon­dia­le Proc­ter & Gam­ble sul­la ma­ter­ni­tà. Co­me Lo­re­na, che ac­com­pa­gna a Rio il figlio Gre­go­rio Pal­tri­nie­ri. Lei e le al­tre mam­me dei cam­pio­ni si rac­con­ta­no ogni gior­no su io­don­na.it: se­gui­te le lo­ro storie di or­go­glio ed emo­zio­ne

Equi­li­bri­ste per ne­ces­si­tà, tut­to­fa­re per amo­re: le don­ne non si ri­spar­mia­no e, no­no­stan­te qua­si nes­su­na si sen­ta pron­ta all’av­ven­tu­ra di di­ven­ta­re ma­dre, tro­va­no sem­pre ri­sor­se insospettabili per so­ste­ne­re fa­mi­glia e figli. A co­sto di met­te­re un po’ da par­te se stes­se: so­no fi­gu­re for­ti e de­ter­mi­na­te quel­le che emer­go­no da una ri­cer­ca mon­dia­le su co­me vie­ne vis­su­ta la ma­ter­ni­tà, con­dot­ta fra 15 mi­la don­ne di 15 Pae­si per la cam­pa­gna di Proc­ter & Gam­ble. I da­ti rac­con­ta­no che og­gi es­se­re ma­dri è più com­pli­ca­to di un tem­po. E che, in Italia, la cor­sa a osta­co­li è an­co­ra più in salita: ol­tre a oc­cu­par­si dei figli, del­la ge­stio­ne del­la ca­sa e di far qua­dra­re i con­ti, più spes­so che al­tro­ve le don­ne de­vo­no aiu­ta­re ge­ni­to­ri o suoceri an­zia­ni e più ra­ra­men­te pos­so­no con­ta­re su un pro­prio sti­pen­dio e sull’aiuto al­trui. Per riu­sci­re in tut­to, fan­no in­cet­ta di pa­zien­za, for­za emo­ti­va e ca­pa­ci­tà di or­ga­niz­za­zio­ne.

Lo sa be­ne Lo­re­na, mam­ma del­la 21en­ne stel­la del nuo­to Gre­go­rio Pal­tri­nie­ri, in que­sti gior­ni im­pe­gna­ta a fa­re il ti­fo a bor­do va­sca al­le Olim­pia­di di Rio as­sie­me al­le al­tre mam­me di atle­ti che vivono nel­la Fa­mi­ly Home di Proc­ter & Gam­ble, una “ca­sa lon­ta­no da ca­sa” da cui rac­con­ta­no ogni gior­no a

le lo­ro emo­zio­ni: se vo­le­te se­gui­re il dia­rio da Rio con le in­ter­vi­ste al­le mam­me de­gli atle­ti, se­gui­te­ci su io­don­na.

«Die­tro i suc­ces­si di un’atle­ta ci so­no an­che i sa­cri­fi­ci di sua ma­dre: quan­do era pic­co­lo, fa­ce­vo i sal­ti mor­ta­li per por­ta­re Gre­go­rio in pi­sci­na do­po la scuo­la, no­no­stan­te il la­vo­ro» rac­con­ta Lo­re­na. «Ho sem­pre con­di­vi­so le sue scel­te, ascol­ta­to i suoi bi­so­gni, l’ho so­ste­nu­to nei mo­men­ti dif­fi­ci­li e se­gui­to in ogni espe­rien­za. È sta­to fa­ti­co­so, ma nul­la può ren­de­re più fe­li­ce di un figlio che tro­va la sua stra­da ».

non a ca­so, se­con­do la ri­cer­ca, le ma­dri si sen­to­no for­ti se rie­sco­no ad aiu­ta­re i figli o a di­mo­stra­re il lo­ro amo­re la­scian­do­li li­be­ri di pren­de­re le lo­ro de­ci­sio­ni. «Le ma­dri so­no una for­za del­la na­tu­ra e so­no in grado di tra­smet­te­re que­sta for­za ai figli: il lo­ro va­lo­re è uni­co per la fa­mi­glia e per la so­cie­tà, ovun­que nel mon­do» di­ce Bar­ba­ra Del Ne­ri, di­ret­to­re mar­ke­ting di Proc­ter & Gam­ble per il Sud Eu­ro­pa e, a sua vol­ta, mam­ma. Lo con­fer­ma­no i da­ti del­la ri­cer­ca: in­se­gna­re ai figli va­lo­ri co­me la de­ter­mi­na­zio­ne, l’aper­tu­ra men­ta­le e l’one­stà è il com­pi­to che più di ogni al­tro im­pe­gna, il do­ve­re cui nes­su­na si sot­trae. La ri­com­pen­sa di mil­le fa­ti­che? Ba­sta ve­de­re su il vi­deo del­la cam­pa­gna

in cui Gre­go­rio rac­con­ta se stes­so. E la sua mam­ma.

Gre­go­rio Pal­tri­nie­ri, 21 an­ni, stel­la del nuo­to ita­lia­no con 7 ori all’at­ti­vo e at­te­sis­si­ma star del­le Olim­pia­di 2016, con la mam­ma Lo­re­na: en­tra nel­la “Fa­mi­ly Home” di Rio de Janeiro per far­vi co­no­sce­re le mam­me de­gli atle­ti olim­pi­ci.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.