LA STRA­TE­GIA DELL’INSULTO

Corriere della Sera - Io Donna - - Colonne D’autore/ 1 -

la po­li­ti­ca, spe­cial­men­te quel­la ita­lia­na, crea e di­strug­ge lea­der con una ve­lo­ci­tà sem­pre più sor­pren­den­te. Lo sa be­ne Mat­teo Sal­vi­ni che, dal­le am­mi­ni­stra­ti­ve di giu­gno, ha su­bi­to una bat­tu­ta d’ar­re­sto. Le ele­zio­ni non so­no an­da­te un gran­ché be­ne per il ca­po del­la Le­ga. A Mi­la­no il Car­roc­cio non ha avu­to l’ex­ploit de­si­de­ra­to e, per di più, sem­pre in Lom­bar­dia, è riu­sci­to a per­de­re Va­re­se. Ra­gion per cui Sal­vi­ni ave­va de­ci­so di cam­bia­re stra­te­gia e di ri­nun­cia­re al­la so­vrae­spo­si­zio­ne me­dia­ti­ca che non gli ave­va por­ta­to be­ne. Nien­te più tv, si era det­to, e per­ciò ave­va ri­nun­cia­to a di­ver­se ospi­ta­te te­le­vi­si­ve. Il me­stie­re di “prez­ze­mo­li­no” non gli si ad­di­ce­va, ave­va spie­ga­to lo stes­so lea­der del­la Le­ga ai con­dut­to­ri che lo ave­va­no in­vi­ta­to. Ma l’as­sen­za dal­lo scher­mo non ha rag­giun­to l’ef­fet­to spe­ra­to e i son­dag­gi non han­no pre­mia­to il Car­roc­cio. Stret­to tra Ste­fa­no Pa­ri­si, che cer­ca di da­re un vol­to po­li­ti­co nuo­vo al cen­tro­de­stra, e Bep­pe Gril­lo, che gli ha scip­pa­to non po­chi con­sen­si de­gli eter­na­men­te scon­ten­ti, Sal­vi­ni si è ri­cre­du­to. Ed è an­da­to con­vin­cen­do­si che il si­len­zio non fun­zio­na. E tan­to me­no la mo­de­ra­zio­ne. Ec­co­lo al­lo­ra lan­ciar­si in spe­ri­co­la­te di­chia­ra­zio­ni ses­si­ste con­tro la pre­si­den­te del­la Ca­me­ra Lau­ra Bol­dri­ni e in pro­cla­mi di guer­ra con­tro il go­ver­no (e con­tro i mi­gran­ti, na­tu­ral­men­te). Co­sì il lea­der del­la Le­ga è riu­sci­to a ri­com­pat­ta­re il suo po­po­lo. Ma, co­me era ov­vio, ha al­lon­ta­na­to dal Car­roc­cio chiun­que non fos­se un mi­li­tan­te du­ro e pu­ro.

mme­li@rcs.it

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.