IL PRO­BLE­MA DI RO­MA? I LANZICHENECCHI...

Corriere della Sera - Io Donna - - Colonne D’autore/ 2 - Fron­co­ne@rcs.it

L’ago­nia di Ro­ma con­ti­nua ine­so­ra­bi­le: cor­rot­ta e poi stri­to­la­ta dal traf­fi­co, mai spor­ca co­me ades­so, con un tra­spor­to pub­bli­co che or­mai nem­me­no più a Ka­bul. Ma­rio Ajel­lo, gran fir­ma del Mes­sag­ge­ro, rac­con­ta e ana­liz­za tut­to in un bel­lis­si­mo li­bro - Di­sa­stro Ca­pi­ta­le ( Edi­to­re Rub­bet­ti­no)- un li­bro che sem­bra pe­rò an­che es­se­re una pre­ghie­ra lai­ca.

Per­ché Ro­ma, da an­ni, tra mal­go­ver­no e ma­laf­fa­re, ap­pa­re vit­ti­ma di un de­sti­no ine­lut­ta­bi­le? Guar­da, non si trat­ta di an­ni, ma di se­co­li. En­nio Fla­ia­no so­ste­ne­va che i Lanzichenecchi da Ro­ma non so­no mai an­da­ti via, per­ché i lanzichenecchi di­strut­to­ri sia­mo noi. Co­me dar­gli tor­to? Non fac­cia­mo al­tro che pren­der­ce­la con i po­li­ti­ci, che co­mun­que han­no tut­te le col­pe pos­si­bi­li, ma que­sto è sca­ri­ca­re su­gli al­tri le no­stre re­spon­sa­bi­li­tà… Hai ra­gio­ne, i ro­ma­ni han­no le lo­ro re­spon­sa­bi­li­tà: Alem­ma­no, Ma­ri­no e la Rag­gi so­no tut­ti sta­ti elet­ti con re­go­la­ri ele­zio­ni… Ma cer­to! Su­bi­to do­po, pe­rò, scat­ta in noi il pen­ti­men­to: ma che ho fat­to? E si co­min­cia a spe­ra­re nell’ar­ri­vo del com­mis­sa­rio pre­fet­ti­zio, l’uo­mo del­la Prov­vi­den­za che poi pun­tual­men­te de­lu­de. Co­me usci­re da que­sto di­sa­stro ca­pi­ta­le? Pos­sia­mo pu­re di­ver­tir­ci con le ci­ni­che bat­tu­te di Fla­ia­no, che a pro­po­si­to di Ro­ma di­ce­va: “co­rag­gio, il me­glio è pas­sa­to”. E, in­ve­ce, no. Ades­so Ro­ma, smar­ri­to il suo sta­tus di Ca­pi­ta­le, sva­ni­ta ogni gran­dio­si­tà, zop­pi­ca e in­ciam­pa pe­ri­co­lo­sa­men­te. È una pe­na ve­der­la co­sì. Lei, che ha sem­pre la­vo­ra­to per noi, va ri­sar­ci­ta e aiu­ta­ta. È la mis­sio­ne dei ro­ma­ni.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.