CA­RI GRIL­LI­NI, SI REA­GI­SCE RIDENDO

Corriere della Sera - Io Donna - - Colonne D’autore/ 3 - Cl­sa­bel­li@gmail.com

il go­ver­na­to­re del­la cam­pa­nia si chia­ma Vin­cen­zo De Lu­ca, è del Pd, ed è un ti­po ve­ra­men­te sin­go­la­re. Qui non vo­glio par­la­re di po­li­ti­ca e nem­me­no del­la sua ele­zio­ne che in mol­ti han­no con­te­sta­to. Vo­glio par­la­re so­lo del­le sue ap­pa­ri­zio­ni a Li­ra Tv, una emit­ten­te lo­ca­le che lo ospi­ta nei suoi stu­di ogni set­ti­ma­na. De Lu­ca è un fa­vo­lo­so istrio­ne ed un in­cre­di­bi­le ego­cen­tri­co. Lo di­co sen­za cat­ti­ve­ria. Il suo nar­ci­si­smo è fan­ta­sti­co e sen­za li­mi­ti. Sem­bra aver stu­dia­to al­la scuo­la tea­tra­le di Eduar­do De Fi­lip­po ed ha la stes­sa ver­ve co­mi­ca di To­tò. È sta­to fa­ci­le per Croz­za co­struir­ci un per­so­nag­gio sa­ti­ri­co. Era lì, da­van­ti a lui, già tut­to fat­to. La set­ti­ma­na scor­sa De Lu­ca se l’è pre­sa con i gril­li­ni. Con Di Ma­io, Di Bat­ti­sta e Fi­co. Li ha mas­sa­cra­ti. Di Ma­io che pren­de an­co­ra la pa­ghet­ta dal pa­pà. E tut­ti e tre che «so­no tre mez­ze pip­pe» e non san­no fa­re nem­me­no l’“o” col bic­chie­re. Tut­ti e tre «fal­si co­me Giu­da per­ché in pub­bli­co si ba­cia­no e si ab­brac­cia­no ma in pri­va­to si odia­no». I gril­li­ni si so­no adon­ta­ti per le pa­ro­le di Vin­cen­zo De Lu­ca, trop­po ir­ri­spet­to­se e non adat­te ad un rap­pre­sen­tan­te del­la pub­bli­ca am­mi­ni­stra­zio­ne, ed han­no chie­sto al Pd di pren­de­re le di­stan­ze dal com­por­ta­men­to di Vin­cen­zo De Lu­ca e di con­dan­na­re le sue pa­ro­le. E no, ami­ci miei. Voi mi sie­te sim­pa­ti­ci ed io fac­cio il ti­fo per voi. Ma non si rea­gi­sce co­sì al ge­nio di un co­mi­co. Si rea­gi­sce ridendo. Pro­prio voi che ave­te sfan­cu­la­to per an­ni tut­to il mon­do po­li­ti­co.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.