Il co­rag­gio del­le ra­gaz­ze

Corriere della Sera - La Lettura - - Libri - di SEVERINO COLOMBO

Tor­na il fe­sti­val let­te­ra­rio a mi­su­ra di ado­le­scen­ti «Ma­re di Li­bri», ras­se­gna cul­tu­ra­le che si tie­ne a Ri­mi­ni do­ve i ra­gaz­zi del­la fa­scia 11-18 an­ni so­no i gran­di pro­ta­go­ni­sti: sia co­me pub­bli­co, con al­cu­ni even­ti ri­ser­va­ti so­lo a lo­ro ed al­tri aper­ti an­che agli adul­ti; sia nell’or­ga­niz­za­zio­ne, dal mo­men­to che so­no pro­prio i ra­gaz­zi a pen­sa­re gli even­ti, a pren­de­re con­tat­to con le ca­se edi­tri­ci, a in­vi­ta­re gli scrit­to­ri e, una vol­ta ar­ri­va­ti, ad ac­com­pa­gnar­li agli in­con­tri e a in­ter­vi­star­li. L’un­di­ce­si­ma edi­zio­ne del fe­sti­val — idea­to dall’as­so­cia­zio­ne Ma­re di Li­bri e pro­mos­so dal­la ca­sa edi­tri­ce Riz­zo­li e dal­la li­bre­ria Via­le dei Ci­lie­gi 17 di Ri­mi­ni — si svol­ge da ve­ner­dì 15 a do­me­ni­ca 17 giugno (ma­re­di­li­bri.it): even­to spe­cia­le è il rea­ding di poe­sie in in­gle­se e in ita­lia­no a cu­ra di Eu­ge­nia Gal­li e Tom­ma­so Gal­va­ni, che han­no tra­dot­to l’an­to­lo­gia «Poe­sie per ra­gaz­ze di gra­zia e di fuo­co», de­di­ca­ta al­le tee­na­ger (ve­ner­dì 15, ore 23, cor­ti­le del­la Bi­blio­te­ca Gam­ba­lun­ga) e che qui sot­to dia­lo­ga­no con la cu­ra­tri­ce del vo­lu­me Karen Finneyfrock. Ospi­ti a «Ma­re di Li­bri» so­no tra gli al­tri l’au­to­re ir­lan­de­se Eoin Col­fer, l’au­tri­ce au­stra­lia­na Ca­th Cro­w­ley, lo scrit­to­re spa­gno­lo Jor­di Sier­ra i Fa­bra e il fu­met­ti­sta si­ria­no Ha­mid Su­lai­man. Aper­tu­ra, il 15, con Cecilia Stra­da, che par­la di guer­ra e di­rit­ti uma­ni; fe­sta, sem­pre il 15, per i vent’an­ni di Har­ry Pot­ter in Ita­lia; e, il 17, il vin­ci­to­re del pre­mio «Ma­re di Li­bri», scel­to tra 5 ti­to­li se­le­zio­na­ti dai ra­gaz­zi.

«Sei tu, in pie­di, in una stan­za buia, a cre­sce­re un al­be­ro nel pet­to./ Il ro­sa è il tuo in­no na­zio­na­le». L’im­ma­gi­ne del­la pian­ta nel pet­to evo­ca qual­co­sa che sta ben ra­di­ca­to nel pro­fon­do...; il co­lo­re ro­sa fa pen­sa­re, in­ve­ce, a qual­co­sa di fri­vo­lo, leg­ge­ro... È quel­lo che ac­ca­de quan­do si pren­de un’in­fa­tua­zio­ne per qual­cu­no: tut­to è as­so­lu­to e re­la­ti­vo; ogni co­sa ap­pa­re al tem­po stes­so du­ra­tu­ra, co­me un al­be­ro, e pas­seg­ge­ra, co­me una tin­ta al­le­gra. Co­sì Karen Finneyfrock de­scri­ve que­sto sta­to d’ani­mo nel­la poe­sia La Cot­ta. I ver­si fan­no par­te di un’an­to­lo­gia che esplo­ra e mi­su­ra usan­do il me­tro del­la poe­sia: i tur­ba­men­ti emo­ti­vi dell’ado­le­scen­za, la ma­gi­ca in­co­scien­za di quell’età; la ri­cer­ca di sé e il con­fron­to con il mon­do at­tor­no, che può es­se­re non co­me ci si aspet­ta. Poe­sie per ra­gaz­ze di

gra­zia e di fuo­co (Riz­zo­li) è un’an­to­lo­gia di 43 com­po­ni­men­ti di 27 au­tri­ci pen­sa­ta per par­la­re al­la pan­cia e al cuo­re del­le tee­na­ger.

«La Let­tu­ra» ha fat­to dia­lo­ga­re Karen Finneyfrock, au­tri­ce di Seat­tle e idea­tri­ce del pro­get­to, con Tom­ma­so Gal­va­ni e Eu-

ge­nia Gal­li, i due tra­dut­to­ri del­la rac­col­ta. Co­me e per­ché è na­ta l’idea di un’an­to­lo­gia di ver­si per gio­va­ni don­ne?

KAREN FINNEYFROCK — So­no una nar­ra­tri­ce e una poe­tes­sa, tut­to na­sce da que­sti due aspet­ti e dal fat­to che un li­bro co­sì non c’era. Ho scrit­to ro­man­zi per let­to­ri young adult, so­prat­tut­to ra­gaz­ze, e so­no au­tri­ce di poe­sie per adul­ti, so­prat­tut­to del ge­ne­re spo­ken word (una for­ma di poe­sia scrit­ta an­che per es­se­re espres­sa a vo­ce al­ta, ndr). Ma non ave­vo mai pen­sa­to di uni­re le due co­se: di ri­vol­ger­mi al­le mie let­tri­ci più gio­va­ni con la lin­gua del­la poe­sia. Al­lo­ra ho co­min­cia­to a im­ma­gi­na­re co­sa una ra­gaz­za avreb­be vo­lu­to tro­va­re den­tro una poe­sia, qua­li te­mi, qua­li pa­ro­le. E poi co­sa avrei vo­lu­to tro­var­ci io, da ra­gaz­za, in una poe­sia. Ho pro­va­to a coin­vol­ge­re un’ami­ca, pu­re poe­tes­sa, Mindy Nettifee. Poi una ter­za cu­ra­tri­ce, Rachel Mckibbens, pu­re au­tri­ce di ver­si. E da lì ab­bia­mo ini­zia­to un fit­tis­si­mo scam­bio di mail per al­lar­ga­re il pro­get­to ad al­tre au­tri­ci; ognu­no ha con­tat­ta­to e coin­vol­to le vo­ci che ci sem­bra­va­no più in­te­res­san­ti del mon­do del­la poe­sia ame­ri­ca­na con­tem­po­ra­nea. La do­man­da a cui pro­va­re a ri­spon­de­re era per tut­te la

stes­sa: che poe­sia ti pia­ce­reb­be che una gio­va­ne let­tri­ce tro­vas­se nel li­bro? Il tar­get del­le ra­gaz­ze è quel­lo prin­ci­pa­le, ma non l’uni­co...

KAREN FINNEYFROCK — Ab­bia­mo di­scus­so per ore su que­sto aspet­to: a che ra­gaz­ze vo­le­va­mo ri­vol­ger­ci? di qua­li età? ado­le­scen­ti o gio­va­ni don­ne? So­no mol­to di­ver­se. Al­la fi­ne ha pre­val­so la li­nea dell’in­clu­si­vi­tà, le poe­sie so­no mol­to di­ver­se per pa­ro­le usa­te e ar­go­men­ti toc­ca­ti; van­no be­ne sia per una gio­va­ne don­na sia per chi non lo è an­co­ra. Del re­sto una del­le ra­gio­ni per cui si leg­ge è per pro­va­re a ca­pi­re at­tra­ver­so quel­lo che di­ce un’al­tra per­so­na quel­lo che po­treb­be suc­ce­de­re an­che a te. L’an­to­lo­gia è sta­ta let­ta an­che da mol­ti adul­ti, da chi com­pra­va il li­bro per fi­gli, pa­ren­ti o co­no­scen­ti e si è poi in­cu­rio­si­to. EU­GE­NIA GAL­LI — Ci s ono mol­te espe­rien­ze di­ver­se den­tro que­ste poe­sie, ogni gio­va­ne don­na può ri­tro­var­si in qual­co­sa; si­tua­zio­ni bel­le e me­no bel­le, sem­pli­ce­men­te co­se che ca­pi­ta­no. Mi ha col­pi­to la pre­sen­za di poe­sie che par­la­no di gen­te di co­lo­re o di le­sbi­che, in Ita­lia non ac­ca­de. La rac­col­ta par­la an­che di te­mi for­ti co­me quel­lo dell’iden­ti­tà, dei di- stur­bi ali­men­ta­ri o psi­co­lo­gi­ci, del­le mo­le­stie. E di at­teg­gia­men­ti che han­no i ra­gaz­zi, a scuo­la o in di­sco­te­ca, che pos­so­no met­te­re a di­sa­gio una ra­gaz­za.

TOM­MA­SO GAL­VA­NI — Quan­do ho co­min­cia­to a tra­dur­re que­ste poe­sie, in quan­to ma­schio, mi so­no ri­tro­va­to a far­mi do­man­de su co­me al­cu­ni com­por­ta­men­ti pos­so­no fa­re sen­ti­re un ra­gaz­za. Ho ca­pi­to che spes­so le ra­gaz­ze si tro­va­no in un mon­do che non è a lo­ro mi­su­ra. È una let­tu­ra quel­la dell’an­to­lo­gia che of­fre a un ra­gaz­zo l’op­por­tu­ni­tà di sco­pri­re un pun­to di vi­sta di­ver­so e poi di com­por­tar­si in ma­nie­ra di­ver­sa.

KAREN FINNEYFROCK — Mi fan­no mol­to pia­ce­re que­ste pa­ro­le: cre­do sia un aspet­to im­por­tan­te che i va­ri te­mi toc­ca­ti dal­le poe­sie esca­no dal­la pa­gi­na ed en­tri­no nel­la vi­ta di tut­ti i gior­ni, che se ne par­li. Il fat­to che di­ven­ti­no una que­stio­ne so­cia­le e cul­tu­ra­le è sti­mo­lan­te. Il li­bro non esplo­ra so­lo il la­to cu­po che è pro­prio dell’età gio­va­ni­le ma tocca aspet­ti po­si­ti­vi, so­la­ri, di­ver­ten­ti le­ga­ti a quel pe­rio­do del­la vi­ta.

Mol­te au­tri­ci usa­no il ge­ne­re del­lo «spo­ken word» e fan­no com­pe­ti­zio­ni di«poe­try slam»...

L’ap­pun­ta­men­to Tor­na a Ri­mi­ni da ve­ner­dì 15 (con an­te­pri­ma il 14) Ma­re di Li­bri, fe­sti­val qua­si ri­go­ro­sa­men­te vie­ta­to agli over 18. Tra gli ospi­ti di que­st’an­no l’ir­lan­de­se Eoin Col­fer, l’au­stra­lia­na Ca­th Cro­w­ley, lo spa­gno­lo Jor­di Sier­ra i Fa­bra, il fu­met­ti­sta si­ria­no Ha­mid Su­lai­man

L’even­to Se­ra­ta spe­cia­le dell’un­di­ce­si­ma edi­zio­ne del­la ras­se­gna sa­rà un rea­ding di poe­sie (in in­gle­se e in ita­lia­no) trat­te da un’an­to­lo­gia ame­ri­ca­na tra­dot­ta da due gio­va­ni, che qui dia­lo­ga­no con la poe­tes­sa-cu­ra­tri­ce. «Un viag­gio nel­la pan­cia e nel cuo­re del­le ado­le­scen­ti»

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.