Mi­lin­ko­vic in pan­ca Mou­ri­n­ho, rab­bia per il viag­gio a vuo­to

Corriere della Sera (Roma) - - DA PRIMA PAGINA - Ste­fa­no Agre­sti

È an­da­to fi­no a Pod­go­ri­ca per ve­de­re Mi­lin­ko­vic-Sa­vic, in­ve­ce si è do­vu­to ac­con­ten­ta­re del vio­la Mi­len­ko­vic (e di Ma­ru­sic, ma il di­fen­so­re de­stro del­la La­zio non era pro­prio al cen­tro dei suoi pen­sie­ri). Rac­con­ta­no che Mou­ri­n­ho ab­bia avu­to un ge­sto di stiz­za quan­do gli han­no con­se­gna­to le formazioni di Mon­te­ne­gro-Ser­bia e si è ac­cor­to che Ser­gej era in pan­chi­na: co­sa so­no ve­nu­to a fa­re fi­no a qui? Poi il ma­na­ger del Man­che­ster Uni­ted si è se­du­to ac­can­to a Mi­ja­to­vic (ex at­tac­can­te an­che del­la Fio­ren­ti­na, ex di­ri­gen­te del Real Ma­drid, og­gi con­si­glie­re spe­cia­le di Mo­dric al qua­le sug­ge­ri­va di an­da­re all’In­ter) e ha as­si­sti­to al suc­ces­so dei ser­bi per 2-0.

Mi­lin­ko­vic-Sa­vic è en­tra­to in cam­po a un­di­ci mi­nu­ti dal­la fi­ne, in tem­po per fe­steg­gia­re il rad­dop­pio di Mi­tro­vic. Ma l’esclu­sio­ne dai ti­to­la­ri nel­la sua na­zio­na­le, che ha so­sti­tui­to il c.t. pri­ma del Mon­dia­le so­prat­tut­to per­ché la­scia­va a ca­sa il la­zia­le, è il se­gna­le che an­che in pa­tria si so­no ac­cor­ti del suo pes­si­mo sta­to di for­ma.

Del re­sto, se si esclu­de la par­ti­ta con il Ge­noa, il cen­tro­cam­pi­sta ha spes­so de­lu­so, de­no­tan­do una con­di­zio­ne pre­ca­ria for­se più dal pun­to di vi­sta psi­co­lo­gi­co che atle­ti­co.

Do­ma­ni la Ser­bia sa­rà di nuo­vo in cam­po con la Ro­ma­nia, in una par­ti­ta che è qua­si uno spa­reg­gio per la pro­mo­zio­ne nel­la se­rie B del­la Nations League, e sa­rà in­te­res­san­te ca­pi­re se Ser­gej gio­che­rà dall’ini­zio. Al ter­mi­ne del­la ga­ra con il Mon­te­ne­gro ha con­fi­da­to: «Mi ha fat­to pia­ce­re che Mou­ri­n­ho sia ve­nu­to a ve­de­re la no­stra par­ti­ta, è un al­le­na­to­re di gran­de spes­so­re. An­che se è be­ne chia­ri­re due aspet­ti: il pri­mo è che po­treb­be es­se­re ar­ri­va­to fi­no a qui per qual­cun al­tro, il se­con­do è che io so­no del­la La­zio».

La La­zio è sem­pre nei pen­sie­ri di Mi­lin­ko­vic-Sa­vic, so­prat­tut­to do­po quel ric­co con­trat­to che ha ap­pe­na fir­ma­to con la so­cie­tà e che fi­no­ra non ha ono­ra­to in mo­do ade­gua­to. La so­cie­tà è stu­pi­ta e an­che de­lu­sa, i ti­fo­si so­no sul­la stes­sa li­nea del club tan­to che han­no ma­ni­fe­sta­to il lo­ro di­sap­pun­to at­tra­ver­so uno stri­scio­ne po­le­mi­co nei con­fron­ti di Ser­gej e di Luis Al­ber­to. La na­zio­na­le, per ora, non è ser­vi­ta a da­re fi­du­cia al ser­bo. Ma c’è an­co­ra la par­ti­ta con la Ro­ma­nia.

De­lu­den­te Ser­gej Mi­lin­ko­vi­cSa­vic,23 an­ni, bian­co­ce­le­ste dal 2015

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.