Con­ca­to: poe­sia e im­pe­gno, met­to in mu­si­ca le emo­zio­ni

Corriere dell'Alto Adige - - DA PRIMA PAGINA - Nap­pi

Fa­bio Con­ca­to ar­ri­va mar­te­dì al Tea­tro Co­mu­na­le di Per­gi­ne, Tren­to (ore 20.45) per il pri­mo ap­pun­ta­men­to sta­gio­na­le de­di­ca­to al­la mu­si­ca d’au­to­re. Il can­tau­to­re mi­la­ne­se sa­rà ac­com­pa­gna­to da Lar­ry To­mas­si­ni (chi­tar­re) e Or­nel­la D’Ur­ba­no (pia­no­for­te e ta­stie­re) in un li­ve acu­sti­co che ri­per­cor­re una car­rie­ra lun­ga or­mai qua­rant’an­ni. Dall’esor­dio nel 1977 con «Sto­rie di Sem­pre» al gran­de suc­ces­so di «Do­me­ni­ca be­stia­le» e «Fio­re di Mag­gio» nel­la pri­ma me­tà de­gli an­ni ‘80, Con­ca­to si è af­fer­ma­to co­me il can­tau­to­re del­la poe­sia e del­le pic­co­le co­se. In real­tà non ha mai smes­so di rac­con­ta­re la real­tà in­di­gnan­do­si an­che con can­zo­ni for­ti co­me «051/222525», che trat­ta il te­ma del­la vio­len­za sui mi­no­ri, e «Ol­tre il giar­di­no» sul dram­ma del­la per­di­ta del la­vo­ro. Con­ca­to tor­na in Tren­ti­no Al­to Adi­ge do­po il suc­ces­so dell’ul­ti­ma ap­pa­ri­zio­ne bol­za­ni­na nel 2017.

Quan­to con­ta l’af­fia­ta­men­to ar­ti­sti­co e uma­no con i mu­si­ci­sti che la ac­com­pa­gna­no?

«Mol­tis­si­mo. Da qual­che de­cen­nio a que­sta par­te per me sul pal­co con­ta qua­si di più l’aspet­to uma­no che tec­ni­co. Nel ca­so di Lar­ry e Or­nel­la si trat­ta di due mu­si­ci­sti bra­vi e ta­len­tuo­si che so­no an­che de­gli ami­ci. In tour stia­mo in­sie­me per gior­na­te e set­ti­ma­ne, quin­di è fon­da­men­ta­le l’in­te­sa: se stai be­ne que­sto si ri­flet­te an­che sul pal­co».

L’in­te­sa con la band fa­vo­ri­sce an­che il dia­lo­go con il pub­bli­co dal pal­co?

«Cer­ta­men­te. Pro­pon­go uno spet­ta­co­lo in­ti­mo e ve­ra­ce: sen­za spi­ne, fi­li e con gli am­pli­fi­ca­to­ri al mi­ni­mo. Il re­per­to­rio va da­gli ini­zi fi­no al mio ul­ti­mo al­bum del 2012 «Tutto qua», quin­di so­no qua­si qua­rant’an­ni: mi pia­ce rac­con­tar­mi da­van­ti al pub­bli­co, gli aned­do­ti so­no tan­ti e ogni se­ra è di­ver­so».

Nel­la sua di­sco­gra­fia non ha mai smes­so di pren­de­re po­si­zio­ne: ha tro­va­to spun­ti nei re­cen­ti fat­ti di cro­na­ca e di po­li­ti­ca?

«So­no an­ni tri­sti, per qual­cu­no an­che di­spe­ra­ti. Ci so­no due­cen­to pro­ble­mi e due­mi­la as­so­cia­zio­ni e non esclu­do di im­pe­gnar­mi in qual­co­sa di di­ver­so dal­la mu­si­ca. Im­pe­gnar­mi con Te­le­fo­no Az­zur­ro è sta­to giu­sto per­chè la mu­si­ca ha il po­te­re di pas­sa­re dal cuo­re pri­ma che dal cer­vel­lo e ar­ri­va al­la gen­te mol­to pri­ma di tan­ti di­bat­ti­ti e ta­vo­le ro­ton­de. Ora pen­so al­la vio­len­za con­tro le don­ne ma an­che al­le con­di­zio­ni di­spe­ra­te in cui ver­sa il Pia­ne­ta: avrei pro­ble­mi a sce­glie­re».

Il nuovo di­sco

«Sto la­vo­ran­do in stu­dio per usci­re l’an­no pros­si­mo con il pros­si­mo al­bum»

C’è del ma­te­ria­le nuovo che bol­le in pen­to­la?

«Sì ho ri­pre­so a scri­ve­re e sto la­vo­ran­do in stu­dio per usci­re l’an­no pros­si­mo con un nuovo di­sco di bra­ni ine­di­ti».

In «Tutto qua» ha af­fron­ta­to il te­ma dei mi­gran­ti e del di­ver­so

«Quel­la can­zo­ne è an­co­ra ur­gen­te, con leg­ge­rez­za mi chie­de­vo se non fos­se ve­nu­to il mo­men­to di smet­ter­la di giu­di­ca­re e met­ter­ci nei pan­ni di quel­le per­so­ne che ve­dia­mo ogni gior­no. Il pro­ble­ma c’è ma a co­sa ser­ve pun­ta­re il di­to?»

Sta per ri­cor­re­re il tren­ten­na­le di «Gian­nu­tri», uno dei suoi di­schi più ama­ti: ha pen­sa­to di ce­le­bra­re que­sto an­ni­ver­sa­rio?

«Mi pia­ce­reb­be ri­pren­der­lo in ma­no più che ce­le­brar­lo. Se lo do­ves­si ri­fa­re ades­so met­te­rei più in pri­mo pia­no la vo­ce. È sta­to un di­sco im­por­tan­te an­che so­lo per la pro­du­zio­ne in­ter­na­zio­na­le di Phil Ra­mo­ne: cre­do di aver im­pa­ra­to più in un me­se in stu­dio con lui che nel re­sto del­la mia car­rie­ra. Poi ero ac­com­pa­gna­to da mu­si­ci­sti ec­ce­zio­na­li co­me Car­lo Gar­gio­ni e Mas­si­mo Lu­ca».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.