La ri­spo­sta di Sal­vi­ni «Or­di­gni e vio­len­za non ci fer­me­ran­no»

Il lea­der pun­ta il di­to sui cen­tri so­cia­li: ri­tro­vo di tos­si­ci

Corriere dell'Alto Adige - - PRIMO PIANO - Di Ma­ri­ka Gio­van­ni­ni

TREN­TO «An­dre­mo a da­re un oc­chio in quei cen­tri so­cia­li che so­no ri­tro­vo di tos­si­ci e sban­da­ti». Mat­teo Sal­vi­ni lo ha ri­pe­tu­to in ogni tap­pa del­la sua gior­na­ta tren­ti­na. Qua­si a far ca­pi­re che la sua è mol­to di più di un’in­ten­zio­ne.

Ie­ri, nel suo tour elet­to­ra­le in pro­vin­cia (ver­reb­be da de­fi­nir­lo più un tour de for­ce, vi­sto il nu­me­ro di ap­pun­ta­men­ti fis­sa­ti in po­che ore), il vi­ce­pre­mier si è — ov­via­men­te — sof­fer­ma­to più vol­te sull’at­ten­ta­to che so­lo po­che ore pri­ma ha dan­neg­gia­to la se­de del­la Le­ga di Ala. «Bom­be e vio­len­za non fer­ma­no il cam­bia­men­to» ha tuo­na­to Sal­vi­ni ad Al­de­no, da­van­ti al­la Can­ti­na so­cia­le, da­van­ti a cir­ca due­cen­to mi­li­tan­ti. «So­no po­chi cre­ti­ni che non spa­ven­ta­no nes­su­no» ha con­ti­nua­to il vi­ce­pre­mier. Che è an­da­to ol­tre. E ha pun­ta­to il di­to con­tro i cen­tri so­cia­li. Sen­za, pe­rò, mo­stra­re pre­oc­cu­pa­zio­ni per even­tua­li esca­la­tion. «No, non pen­so che da­gli at­ti di­mo­stra­ti­vi — ha pro­se­gui­to Sal­vi­ni — si pas­se­rà a qual­co­sa di più. L’Italia è un Pae­se sa­no. Que­sti so­no quat­tro di­sa­dat­ta­ti fer­mi agli an­ni di piom­bo e al­la vio­len­za de­gli an­ni Set­tan­ta. For­tu­na­ta­men­te, an­zi, tut­ti con­dan­na­no gli at­ti di que­sti im­be­cil­li».

Ma da­van­ti ai so­ste­ni­to­ri le­ghi­sti — tra stret­te di ma­no, sel­fie e ac­cla­ma­zio­ni — Sal­vi­ni ha vo­lu­to ap­pro­fon­di­re so­prat­tut­to i te­mi cal­di del­la cam­pa­gna elet­to­ra­le tren­ti­na (il vi­ce­pre­mier tor­ne­rà co­mun­que in pro­vin­cia an­che la pros­si­ma set­ti­ma­na). «Pun­tia­mo — ha det­to Sal­vi­ni, ac­com­pa­gna­to dal se­gre­ta­rio Mir­ko Bi­se­sti e dal can­di­da­to pre­si­den­te Mau­ri­zio Fu­gat­ti con Gian­ni Fe­sti­ni Bro­sa “gran ce­ri­mo­nie­re” — a di­fen­de­re la sa­ni­tà e la scuo­la tren­ti­na, li­mi­ta­re un’im­mi­gra­zio­ne fuo­ri con­trol­lo. E fi­nal­men­te do­po de­cen­ni man­da­re a ca­sa la si­ni­stra, che ne ha com­bi­na­te trop­pe. Se vin­ce il cen­tro­de­stra brin­de­rò con il Tren­to doc». Poi la si­cu­rez­za, con l’im­pe­gno di pre­ve­de­re «più agen­ti in que­stu­ra a Tren­to e Bol­za­no» e «più or­di­ne nel­le stra­de».

Con­cet­ti che Sal­vi­ni ha ri­ba­di­to an­che nel­le al­tre tap­pe: do­po Al­de­no, un pas­sag­gio ve­lo­ce a Ma­don­na Bian­ca («Ho chie­sto a Mir­ko e Mau­ri­zio di tro­va­re un quar­tie­re po­po­la­re per non da­re sod­di­sfa­zio­ne a quei quat­tro gat­ti che so­no in cen­tro a far ca­si­no ma an­che per­ché la Le­ga è na­ta nel­le pe­ri­fe­rie, non nei sa­lot­ti del cen­tro»), per poi at­tra­ver­sa­re la Val­su­ga­na. No­va­le­do, Bor­go, Per­gi­ne. Il fi­na­le ad Ala, in se­ra­ta. Per tor­na­re nel luo­go «col­pi­to».

«Il Tren­ti­no — ha chia­ri­to il vi­ce­pre­mier — è ter­ra di ac­co­glien­za, di emi­gra­zio­ne po­si­ti­va. Ci te­nia­mo ad al­lar­ga­re di più il cuo­re del Tren­ti­no. Ma met­ten­do pri­ma i tren­ti­ni». Nei co­mi­zi, qual­che pas­sag­gio an­che sui te­mi na­zio­na­li: la leg­ge For­ne­ro («La stia­mo smon­tan­do»), il ca­so Cuc­chi («Se due per­so­ne in di­vi­sa han­no sba­glia­to que­sto non vuol di­re cri­mi­na­liz­za­re tut­te le for­ze dell’or­di­ne»), gli sbar­chi («Ab­bia­mo ri­dot­to il nu­me­ro. Vo­le­re è po­te­re»).

L’ap­pel­lo fi­na­le Sal­vi­ni lo ha ri­ser­va­to ai suoi so­ste­ni­to­ri: «Do­me­ni­ca pros­si­ma po­te­te fa­re la sto­ria. Sa­ran­no le pri­me ele­zio­ni da quan­do si è for­ma­to il nuovo go­ver­no. Vo­ta­re Le­ga è una ri­spo­sta a ban­chie­ri e bu­ro­cra­ti». Con una bat­tu­ta ma­li­zio­sa, li­scian­do­si il tu­to­re al­la ma­no: «So­no sci­vo­la­to men­tre cor­re­vo. Sa­reb­be sta­to più ro­man­ti­co di­re che ave­vo fat­to un con­fron­to con Jun­ker. Ma con lui il con­fron­to sa­reb­be sta­to a ca­li­ci».

(Fo­to Ren­si-Nar­del­li)

Val­su­ga­na Il co­mi­zio di Sal­vi­ni a Per­gi­ne ie­ri se­ra

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.