Bal­lar­di­ni: Pa­ler­mo bra­vo per 60’

Il tec­ni­co pro­muo­ve la squa­dra: «Nel fi­na­le ci so­no man­ca­te in­ten­si­tà e un po’ di fi­du­cia»

Corriere dello Sport (Campania) - - Palermo-Juventus 0-3 - Di Pao­lo Van­ni­ni ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Una pre­sta­zio­ne in­co­lo­re, tut­ta in di­fe­sa. Il Pa­ler­mo è ap­par­so sog­gio­ga­to dal­la Ju­ve, svuo­ta­to, ti­mi­do, con­fu­so, è ri­ma­sto pri­gio­nie­ro in di­fe­sa an­che sul­lo 0-1. La scon­fit­ta è sta­ta ine­vi­ta­bi­le. Il crol­lo fi­na­le, for­se no. Da­vi­de Bal­lar­di­ni ana­liz­za la par­ti­ta co­sì: «Sia­mo sta­ti bra­vis­si­mi per ses­san­ta mi­nu­ti, ma non ab­bia­mo vi­sto quell’in­ten­si­tà ne­ces­sa­ria per met­te­re in difficoltà la Ju­ve. Ci è man­ca­ta an­che un po’ di fi­du­cia. Do­po il lo­ro gol non ab­bia­mo avu­to più l’ener­gia per fa­re qual­co­sa in più. Il Fro­si­no­ne ha vin­to? Noi sap­pia­mo che dob­bia­mo fa­re bel­le par­ti­te e pun­ti, poi ve­dre­mo».

Gli chie­do­no di Vazquez, che con lui ha cam­bia­to tat­ti­ca­men­te. «E’ un se­con­do at­tac­can­te, non è un tre­quar­ti- sta, gio­ca co­me sem­pre, so­lo che ora ab­bia­mo una di­fe­sa a quat­tro. Ver­rà ce­du­to a gen­na­io? Non cre­do, è trop­po im­por­tan­te per noi. Pen­so che re­ste­rà».

E’ COP­PA ITA­LIA. Già in cam­po mer­co­le­dì, fra po­co più di 60 ore. Il Pa­ler­mo è at­te­so da un tur­no di Cop­pa Ita­lia che sa­reb­be un pec­ca­to non ono­ra­re. Si gio­ca al Bar­be­ra (ore 15, di­ret­ta Rai Sport), con­tro l'Ales­san­dria che mi­li­ta in Le­ga Pro. Scon­ta­to che sa­rà da­to pa­rec­chio spa­zio a chi fi­no­ra ha gio­ca­to me­no sia per far re­spi­ra­re i ti­to­la­ri, sia per per- met­te­re a Bal­lar­di­ni di ave­re idee chia­re sull'in­te­ra ro­sa a di­spo­si­zio­ne. Pro­ba­bi­le il turn over in por­ta, con Co­lom­bi al po­sto di Sor­ren­ti­no, il riu­ti­liz­zo di El Kaou­ta­ri, una chan­ce dal pri­mo mi­nu­to per Tra­j­ko­v­ski e Quai­son. Il gio­va­ne bra­si­lia­no Cas­si­ni in­ve­ce al mas­si­mo an­drà in pan­chi­na, vie­ne ri­te­nu­to an­co­ra trop­po acer­bo an­che fi­si­ca­men­te ed è be­ne che pro­se­gua il suo ap­pren­di­sta­to con la Pri­ma­ve­ra con cui co­mun­que ha già se­gna­to 5 gol. No­ve me­si do­po riecco Mi­chel Mor­ga­nel­la. L'ap­pun­ta­men­to è fis­sa­to da tem­po e la Cop­pa in­fra­set­ti­ma­na­le sem­bra fat­ta ap­po­sta per va­lu­tar­ne il gra­do di re­cu­pe­ro do­po una lun­ghis­si­ma fa­se di rie­du­ca­zio­ne e fi­sio­te­ra­pia. Il ter­zi­no sviz­ze­ro è fer­mo dal 1 mar­zo, quan­do a cau­sa di uno scon­tro con Ma­rio Rui dell'Em­po­li ri­por­tò la le­sio­ne del le­ga­men­to cro­cia­to del gi­noc­chio de­stro. Da cir­ca un me­se Mor­ga­nel­la si al­le­na as­sie­me ai com­pa­gni ed ha su­pe­ra­to gli ul­ti­mi te­st, gli man­ca so­lo la par­ti­ta. Bal­lar­di­ni ha già an­nun­cia­to che lo con­vo­che­rà per la sfi­da di mer­co­le­dì in Cop­pa e qua­si cer­ta­men­te lo man­de­rà in cam­po al­me­no per uno spez­zo­ne di ga­ra. Al­di­là del fat­to af­fet­ti­vo (Mor­ga­nel­la mi­li­ta nel Pa­ler­mo dal 2008 ed è l'uni­co gio­ca­to­re ri­ma­sto dal­la pre­ce­den­te ge­stio­ne Bal­lar­di­ni 6 sta­gio­ni fa), è un rien­tro im­por­tan­te an­che sul pia­no tat­ti­co, vi­sto che da quel la­to, do­po l'in­for­tu­nio di Vi­tiel­lo, c'è bi­so­gno di un'al­ter­na­ti­va a Stru­na ol­tre a Ri­spo­li che pe­rò ha ca­rat­te­ri­sti­che più of­fen­si­ve. Trop­po pre­sto in­ve­ce per Bol­zo­ni, che an­che lui la­vo­ra quo­ti­dia­na­men­te col grup­po ma ha bi­so­gno di un al­tro po' di tem­po per il ri­tor­no ago­ni­sti­co.

«Vazquez ce­du­to a gen­na­io? No, non cre­do, è trop­po im­por­tan­te per noi Cre­do che re­ste­rà»

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.