RE­GO­LA­MEN­TO

Corriere dello Sport Stadio (Bologna) - - LE CLASSIFICHE -

3 PRO­MO­ZIO­NI - Le pri­me 2 clas­si­fi­ca­te di­ret­ta­men­te in A. An­che la 3ª di­ret­ta­men­te pro­mos­sa se il suo di­stac­co dal­la 4ª su­pe­ra i 9 pun­ti. Se non li su­pe­ra, play off che coin­vol­go­no le squa­dre (fi­no a un mas­si­mo di 6) che ter­mi­na­no la sta­gio­ne all’in­ter­no di un pe­ri­me­tro de­ter­mi­na­to da 14 pun­ti di di­stac­co dal­la 3ª. In caso di 6 squa­dre ai play off: ga­ra sec­ca 5ª con­tro 8ª e 6ª con­tro 7ª (in caso di pa­ri­tà, sup­ple­men­ta­ri; se sus­si­ste pa­ri­tà pas­sa la me­glio piaz­za­ta). Semifinali: 3ª- vin­cen­te 6ª/ 7ª e 4ª -vin­cen­te 5ª/8ª. An­da­ta in ca­sa del­la peg­gio clas­si­fi­ca­ta; in caso di pa­ri­tà di pun­ti e di gol nei 180’ pas­sa la me­glio piaz­za­ta in cam­pio­na­to. E stes­so re­go­la­men­to per la fi­na­le a me­no che non si sfi­di­no 2 squa­dre con gi stes­si pun­ti in cam­pio­na­to; in que­sto caso, a pa­ri­tà di pun­ti e di gol do­po 180’, sup­ple­men­ta­ri ed even­tua­li ri­go­ri. In

caso di 5 squa­dre ai play off: ga­ra sec­ca 6ª-7ª con even­tua­li sup­ple­men­ta­ri (se c’è pa­ri­tà pas­sa la me­glio piaz­za­ta). Semifinali: 3ª-vin­cen­te 6ª/ 7ª e 4ª-5ª. An­da­ta in ca­sa del­la peg­gio clas­si­fi- ca­ta: in caso di pa­ri­tà di pun­ti e di gol nei 180’ pas­sa la me­glio piaz­za­ta. Stes­so re­go­la­men­to per la fi­na­le a me­no che non ci sia­no due squa­dre con gli stes­si pun­ti in cam­pio­na­to (al­lo­ra, in pa­ri­tà do­po 180’, sup­ple­men­ta­ri e ri­go­ri). In caso di 4 squa­dre ai play off: 3ª-6ª e 4ª- 5ª. An­da­ta in ca­sa del­la peg­gio clas­si­fi­ca­ta. In caso di pa­ri­tà di pun­ti e di gol nei 180’ pas­sa la me­glio piaz­za­ta. Stes­so re­go­la­men­to per la fi­na­le a me­no che non ci sia­no due squa­dre con gli stes­si pun­ti in cam­pio­na­to (al­lo­ra, in pa­ri­tà do­po 180’, sup­ple­men­ta­ri e ri­go­ri). In caso di 3 squa­dre ai play off: 4ª-5ª (an­da­ta in ca­sa del­la 5ª, in caso di pa­ri­tà nei 180’ pas­sa la 4ª), la vin­cen­te con­tro la 3ª. An­da­ta in ca­sa del­la peg­gio clas­si­fi­ca­ta; in caso di pa­ri­tà do­po 180’ sup­ple­men­ta­ri (e ri­go­ri) so­lo se le due han­no chiu­so a pa­ri pun­ti il cam­pio­na­to. Stes­so re­go­la­men­to per i play off a 2 (3ª-4ª).

4 RE­TRO­CES­SIO­NI - Le ul­ti­me tre di­ret­ta­men­te in Le­ga Pro. La quar­tul­ti­ma su­bi­to giù se il di-stac­co dal­la quin­tul­ti­ma su­pe­ra i 4 pun­ti; se non li su­pe­ra, spa­reg­gio fra que­ste due con an­da­ta sul cam­po del­la quar­tul­ti­ma. In caso di pa­ri­tà di pun­ti e di gol nei 180’, si va ai sup­ple­men­ta­ri (con even­tua­li ri­go­ri) so­lo se le due han­no chiu­so a pa­ri pun­ti il cam­pio­na­to, al­tri­men­ti va su­bi­to giù la quar­tul­ti­ma.

NIEN­TE SPA­REG­GI - Per la clas­si­fi­ca fi­na­le, in caso di pa­ri­tà di pun­ti si tie­ne con­to, nell’or­di­ne, di: pun­ti scon­tri di­ret­ti; dif­fe­ren­za re­ti scon­tri di­ret­ti; dif­fe­ren­za re­ti ge­ne­ra­le; mag­gior nu­me­ro di re­ti se­gna­te in ge­ne­ra­le; sor­teg­gio.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.