CRE­SPO «Sì, il mio Mo­de­na sa an­che vin­ce­re»

Il tec­ni­co esul­ta per il suc­ces­so sul Lan­cia­no: «Gio­ca­te 5 ga­re iden­ti­che, sta­vol­ta so­no ar­ri­va­ti an­che i tre pun­ti»

Corriere dello Sport Stadio (Firenze) - - Serie B - Di Ste­fa­no Fer­ra­ri

Her­nan Cre­spo di­ce di ave­re su­da­to set­te ca­mi­cie. L'al­le­na­to­re ar­gen­ti­no ha "spin­to" ideal­men­te la sua squa­dra ver­so una vit­to­ria che sem­bra­va stre­ga­ta, co­me del re­sto era sta­ta in al­tre cir­co­stan­ze in que­sto cam­pio­na­to se­na re­go­le. Poi è ar­ri­va­to il gol, bel­lo e me­ri­ta­to, e so­no ar­ri­va­ti i tre pun­ti, al­tret­tan­to gua­da­gna­ti con me­ri­to. Un co­pio­ne dif­fi­ci­le da re­ci­ta­re, di quel­li in cui la ve­ri­tà si sco­pre so­lo al­la fi­ne, co­me un bel li­bro gial­lo. E co­mun­que, al­me­no per il Mo­de­na, con tan­to di lie­to fi­ne: «Cin­que ga­re gio­ca­te con lo stes­so iden­ti­co co­pio­ne, ma for­tu­na­ta­men­te que­sta vol­ta com­men­tia­mo una vit­to­ria. E per me è me­glio co­sì - ha det­to l'ar­gen­ti­no - Ab­bia­mo se­gna­to al­lo stes­so mi­nu­to del­la ga­ra con la Ternana? Evi­den­te­men­te è il no­stro mi­nu­to ma­gi­co. Be­ne co­sì, ma, fer­mo re­stan­do che con­ta so­prat­tut­to vin­ce­re, qual­che vol­ta mi pia­ce­reb­be fa­re gol pri­ma, in mo­do da sof­fri­re me­no e ma­ga­ri sfrut­ta­re la si­tua­zio­ne fa­vo­re­vo­le. Sia pu­re in po­chi mi­nu­ti, si è vi­sto che do­po il gol ab­bia­mo ge­sti­to be­ne la pal­la e sfio­ra­to il rad­dop­pio

più vol­te».

SEN­ZA GRA­NO­CHE. Il Mo­de­na ha se­gna­to an­che in as­sen­za di Gra­no­che, un al­tro mo­ti­vo di sod­di­sfa­zio­ne per Cre­spo: «Ave­vo det­to a ini­zio sta­gio­ne che non po­te­va­mo es­se­re Gra­no­che-di­pen­den­ti, non è pos­si­bi­le es­ser­lo spe­cial­men­te in un cam­pio­na­to co­sì lun­go in cui c'è e ci sa­rà sem­pre bi­so­gno di tut­ti - ha pre­ci­sa­to Val­da­ni­to - Vi­sto che lui do­vrà sta­re fuo­ri per qual­che par­ti­ta, è im­por­tan­te che sa­ba­to sop­pe­ri­to Gal­lop­pa. E nel­le pros­si­me par­ti­te mi aspet­to che pos­sa­no fa­re al­tret­tan­to gli al­tri gio­ca­to­ri che qual­che gol ce lo pos­so­no da­re». Assist di Be­lin­ghe­ri e gol di Gal­lop­pa. An­co­ra una vol­ta de­ci­si­vi i gio­ca­to­ri su­ben­tra­ti. «Mi fa mol­to pia­ce­re che chi entra dal­la pan­chi­na sia de­ter­mi­nan­te. E' un'al­tra con­fer­ma che tut­ti si sen­to­no coin­vol­ti e si fan­no tro­va­re pron­ti. Poi in cam­po i me­ri­ti so­no tut­ti lo­ro. Non so­no cer­to io che pos­so sco­pri­re ades­so Be­lin­ghe­ri, già au­to­re di due assist, e Gal­lop­pa, che ha gio­ca­to a li­vel­li al­tis­si­mi e che non è più una sco­per­ta per nes­su­no».

CAM­BI. Cin­que ga­re, al­tret­tan­te for­ma­zio­ni di­ver­se. «In par­te, è sta­to per cer­ca­re di af­fron­ta­re con l’as­set­to più adat­to gli av­ver­sa­ri di tur­no, in par­te per­ché sia­mo an­co­ra un can­tie­re con la­vo­ri in cor­so, e poi ci so­no sta­te squa­li­fi­che, qual­che in­for­tu­nio ha det­to Cre­spo - L’im­por­tan­te è che la squa­dra sap­pia leg­ge­re e in­ter­pre­ta­re tre o quat­tro mo­du­li con tut­ti i gio­ca­to­ri. An­che per­ché stia­mo aspet­tan­do che ar­ri­vi­no al­la mi­glio­re con­di­zio­ne al­cu­ni pro­ta­go­ni­sti, ve­di Maz­za­ra­ni, che sa­ba­to era al­la sua pri­ma da ti­to­la­re, a So­we, che lot­ta co­me un leo­ne ma che può da­re di più in zo­na gol. Turn over? Ho pen­sa­to an­che a quel­lo». E ades­so? Sei pun­ti in clas­si­fi­ca, frut­to di due bel­le vit­to­rie e di un gran bel gio­co: «So­no po­chi, ma so­no quel­li e con quel­li dob­bia­mo fa­re. Cer­to, for­se qual­co­sa in più lo avrem­mo me­ri­ta­to, ma non pos­sia­mo guar­dar­ci trop­po in­die­tro. Pen­so che la sta­gio­ne ci da­rà del­le sod­di­sfa­zio­ni da qui in avan­ti». Per qual­cu­no, il por­tie­re sa­reb­be sta­to già un pro­ble­ma da­te al­cu­ne in­si­cu­rez­ze mo­stra­te da Pro­ve­del con­tro il Ce­se­na. Ma l’ex pe­ru­gi­no si è ben di­sim­pe­gna­to con­tro il lan­cia­no: «E’ sta­to bra­vo - con­cor­da Cre­spo - Ha fat­to un gran­de in­ter­ven­to nel pri­mo tem­po ed ha ri­scat­ta­to l’er­ro­re di Ce­se­na con gli in­te­res­si: qui ha sal­va­to i tre pun­ti, là ave­va­mo per­so un pun­to. Il bi­lan­cio è in fa­vo­re suo e del Mo­de­na, no?».

«L’ar­gen­ti­no: «Guar­dia­mo avan­ti so­no cer­to che la sta­gio­ne ci da­rà bel­le sod­di­sfa­zio­ni»

«L’in­for­tu­nio a Gra­no­che? L’ho det­to a ini­zio cam­pio­na­to che non pos­sia­mo di­pen­de­re da lui»

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.