Fill ispi­ra­to: è po­dio an­che in su­pe­rG

Ora a Bea­ver Creek: «Ci ri­pro­ve­rò su quel­la pi­sta, do­ve gio­co in ca­sa». Pa­ris se­sto

Corriere dello Sport Stadio (Nazionale) - - Tennis - Di Al­ber­to Dol­fin

Spes­so la fi­du­cia nei pro­pri mez­zi fa let­te­ral­men­te vo­la­re. De­ve es­se­re pro­prio que­sto il se­gre­to na­sco­sto sot­to gli sci di Pe­ter Fill che, do­po il se­con­do po­sto per ap­pe­na un cen­te­si­mo al li­mi­te del­la beffa nel­la di­sce­sa di sa­ba­to, lo ca­ta­pul­ta­no per il se­con­do gior­no con­se­cu­ti­vo sul po­dio di La­ke Loui­se, spe­den­do­lo sul gra­di­no più bas­so del su­pe­rG.

Là da­van­ti a tut­ti, per spaz­za­re via ogni pos­si­bi­le nu­vo­la su un suo ri­tor­no a pie­no re­gi­me do­po la rot­tu­ra del ten­di­ne d'Achil­le del­lo scor­so an­no, c'è an­co­ra una vol­ta Ak­sel Lund Svin­dal, che met­te co­sì a se­gno un'in­cre­di­bi­le dop­piet­ta in Ca­na­da su di un trac­cia­to in cui ina­nel­la l'ottavo suc­ces­so di sem­pre. Tra il vi­chin­go del­la ve­lo­ci­tà, dav­ve­ro im­pren­di­bi­le nel­la par­te fi­na­le del­la pi­sta, e il ca­ra­bi­nie­re az­zur­ro si in­fi­la an­che l'au­stria­co Mat­tias Mayer, più le­sto del por­ta­co­lo­ri no­stra­no di die­ci cen­te­si­mi. E uno Svin­dal co­sì in pal­la non può che far ve­ni­re qual­che grat­ta­ca­po al so­vra­no in­con­tra­sta­to del­le ul­ti­me quat­tro sta­gio­ni Mar­cel Hir­scher, a cac­cia que­st'in­ver­no del­la sto­ri­ca cin­qui­na in se­rie in Cop­pa del Mon­do.

Ma ciò che con­ta di più in ca­sa az­zur­ra è che Pe­ter fac­cia tre­di­ci, co­me i po­di rac­col­ti nel­la sua lun­ga car­rie­ra, a con­fer­ma­re che il piaz­za­men­to d'ono­re in di­sce­sa non è sta­to un caso e che la con­di­zio­ne è già mol­to buo­na, co­me si è vi­sto dai ri­schi pre­si sen­za nes­sun ti­mo­re di stec­ca­re nem­me­no in su­pe­rG. Un uno-due nell'ar­co di ven­ti­quat­tr'ore che ri­cal­ca quel­lo riu­sci­to­gli due sta­gio­ni or­so­no, quan­do fu ter­zo pri­ma in di­sce­sa e poi in su­pe­rG a Bea­ver Creek, guar­da caso pros­si­mo ap­pun­ta­men­to in ca­len­da­rio. «Se qual­cu­no mi aves­se det­to che sa­rei sa­li­to sul po­dio an­che ie­ri, non gli avrei as- so­lu­ta­men­te cre­du­to - rac­con­ta in­cre­du­lo il tren­ta­treen­ne di Ca­stel­rot­to, gran­de ti­fo­so ju­ven­ti­no - So­no dav­ve­ro fe­li­cis­si­mo, an­che per­ché in su­pe­rG non mi sen­to an­co­ra al me­glio. Di si­cu­ro ci ri­pro­ve­rò an­che in Co­lo­ra­do: non so co­sa pos­sa suc­ce­de­re, ma quel­la è una pi- sta che mi pia­ce mol­to e sul qua­le ho già ot­te­nu­to ot­ti­mi ri­sul­ta­ti».

Può dir­si sod­di­sfat­to an­che Do­mi­nik Pa­ris, se­sto ad ap­pe­na ot­to cen­te­si­mi dal con­na­zio­na­le, in una di­sci­pli­na che dal­la pas­sa­ta sta­gio­ne lo ve­de ora­mai in pian­ta sta­bi­le tra i mi­glio­ri, co­sì co­me gli ac­ca­de già da di­ver­si an­ni nell'ama­ta di­sce­sa. Il re­spon­sa­bi­le del­la ve­lo­ci­tà ita­lia­na Al­ber­to Ghi­do­ni ha det­to di aspet­ta­re Dom­me al top per me­tà di­cem­bre in Val Gar­de­na, ma il pos­sen­te ven­ti­seien­ne del­la Val d'Ul­ti­mo ha già di­mo­stra­to am­pia­men­te di po­ter bru­cia­re le tap­pe. Ora la tra­sfer­ta nor­da­me­ri­ca­na pro­se­gui­rà a Bea­ver Creek, do­ve il pros­si­mo wee­kend gli uo­mi­ni jet az­zur­ri vo­glio­no can­cel­la­re una vol­ta per tut­te l'ama­rez­za dell'ul­ti­mo Mondiale.

«Se me lo aves­se­ro an­ti­ci­pa­to non ci avrei cre­du­to» Ter­zo die­tro Mayer, vin­ce an­co­ra Svin­dal

Pe­ter Fill, 33 an­ni, due po­di nel­le pri­me due ga­re ve­lo­ci

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.